Parrocchetto selvatico inglese

Esotismo davanti casa
14/11/2019 | Autore: Claudio @ VL | 0 commenti

L'Inghilterra non è un posto freddo. Per esempio, ieri un collega ha riabbracciato tutti, in ufficio, dopo due settimane di vacanza alle Baleari. Gli siamo mancati. Ma non è questo che intendevo, quando dicevo che l'Inghilterra non è un posto freddo.

Ci sono le piante di banane, qui in Inghilterra del sud, ne parlai nel 2015. Nel 2017 bevvi del vino inglese - fatto in Inghilterra con uva proveniente da vigne inglesi - che non era per niente male.

Un'altra presenza esotica e inattesa, anche se l'ho notata da quasi vent'anni, è quella dei parakeet (parrocchetti), dei pappagallini selvatici presenti in decine di migliaia di esemplari nel Surrey occidentale e del Buckinghamshire meridionale. Si dice siano gli eredi di un gruppo iniziale di pappagalli scappati dagli studi cinematografici di Ealing durante le riprese del film La regina d'Africa, con Humphrey Bogart e Katherine Hepburn. Dovrebbero essere dei parrocchetti dal collare (Psittacula krameri), ma a me basta vederli - e sentirli, visto che si fanno sentire parecchio - per apprezzarli.





Un pappagallo verde e canterino come questo rallegra anche una giornata grigia e piovosa.

Aggiornamento 12/12/2019


La BBC ha appena pubblicato un articolo in cui confuta alcune teorie sulla diffusione dei parakeet in Inghilterra. L'articolo è basato sulle ricerche di due università londinesi, e spiega che la colpa della diffusione di questi uccelli, considerati nocivi a causa del loro elevato numero. In breve, non è colpa di Jimi Hendrix ne' di Humprey Bogart e Katherine Hepburn se ci sono cosi' tanti parrocchetti in Inghilterra.



Argomenti: uccelli, Inghilterra, vivere in Inghilterra, birdwatching
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
Aeroflot e il gattone
Successivo
Incidente tra Airbus A320 all'aeroporto Sheremetyevo di Mosca


Commenti (0)Scrivi

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
In quale continente e' l'Uganda?


Codici consentiti

Avvisi dagli amministratori

14/02/2021: La newsletter, ancora
Iscriversi e disiscriversi alla newsletter e' ora più semplice e NON richiede neppure la creazione di un profilo-utente sul sito: potete iscrivervi col modulo presente al fondo di tutte le pagine del sito.