È uno scooter o un sidecar?

Cose che ho visto a Taiwan
12/11/2019 | Autore: Claudio @ VL

Fuori dal finestrino, il mare lungo la costa nord-orientale di Taiwan. Poi il treno si ferma alla stazione di Hualien. Scendo con mio trolley, mi guardo intorno e noto che i lavori in corso, che duravano da anni, sono finiti: la stazione è stata completata, ora ha un design moderno realizzato con materiali tradizionali (tanto legno).

Esco dalla stazione, e vedo qualcos'altro, in un certo senso un esempio di design anche questo: uno scooter con sidecar.





Non è una cosa bella da vedere, questo side-scooter (o scooter-sidecar). Riesco ad immaginarlo in una galleria del vento, coi flussi d'aria che scivolano intorno all'aerodinamico muso dello scooter, che è stato mantenuto, per poi schiantarsi contro quel "muro" che c'è di fianco. Immagino ingegneri specializzati in fluidodinamica che piangono.

È possibile che si tratti di un veicolo per disabili, visto il lato posteriore dello scooter è stato separato da quello anteriore e funge da sedile per il passeggero, mentre dietro alla carenatura anteriore dello scooter c'è ora un ampio spazio vuoto, probabilmente adatto ad una (stretta) sedia a rotelle o a un mobility scooter. Per fortuna è stata aggiunta una terza ruota...

L'ibrido fai-da-te più strano che ho visto, comunque, è ancora questa auto-barca vista in Inghilterra.



Argomenti: scooter, Taiwan, cose taiwanesi, Hualien e dintorni, fai da te
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
Un'ora a Ham House: undici storie brevi in undici foto
Successivo
Aeroflot e il gattone


Commenti

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Sette meno cinque uguale...


Codici consentiti