È uno scooter o un sidecar?

Cose che ho visto a Taiwan
12/11/2019 | Autore: Claudio @ VL | 0 commenti

Fuori dal finestrino, il mare lungo la costa nord-orientale di Taiwan. Poi il treno si ferma alla stazione di Hualien. Scendo con mio trolley, mi guardo intorno e noto che i lavori in corso, che duravano da anni, sono finiti: la stazione è stata completata, ora ha un design moderno realizzato con materiali tradizionali (tanto legno).

Esco dalla stazione, e vedo qualcos'altro, in un certo senso un esempio di design anche questo: uno scooter con sidecar.





Non è una cosa bella da vedere, questo side-scooter (o scooter-sidecar). Riesco ad immaginarlo in una galleria del vento, coi flussi d'aria che scivolano intorno all'aerodinamico muso dello scooter, che è stato mantenuto, per poi schiantarsi contro quel "muro" che c'è di fianco. Immagino ingegneri specializzati in fluidodinamica che piangono.

È possibile che si tratti di un veicolo per disabili, visto il lato posteriore dello scooter è stato separato da quello anteriore e funge da sedile per il passeggero, mentre dietro alla carenatura anteriore dello scooter c'è ora un ampio spazio vuoto, probabilmente adatto ad una (stretta) sedia a rotelle o a un mobility scooter. Per fortuna è stata aggiunta una terza ruota...

L'ibrido fai-da-te più strano che ho visto, comunque, è ancora questa auto-barca vista in Inghilterra.



Argomenti: scooter, Taiwan, cose taiwanesi, Hualien e dintorni, fai da te
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
Un'ora a Ham House: undici storie brevi in undici foto
Successivo
Aeroflot e il gattone


Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Due per sei uguale...


Codici consentiti

Avvisi dagli amministratori

03/03/2020: La nostra quieta newsletter
Gli utenti registrati possono abbonarsi alla nostra newsletter per ricevere ogni settimana gli aggiornamenti del sito.