Italiani in Inghilterra, destinazioni senza quarantena al ritorno da un viaggio


04/07/2020 | Autore: Redazione VL | 0 commenti

In Inghilterra (non Gran Bretagna) e' obbligatorio auto-isolarsi per 14 giorni dopo il ritorno da un viaggio all'estero (non solo viaggi aerei: traghetti, autobus, treno, etc). Oltre 700.000 italiani vivono in Inghilterra, quindi si tratta di un problema rilevante (attenzione: riguarda anche chi arriva

Dal 10 luglio 2020, pero', entreranno in vigore delle eccezioni, chi ritorna in Inghilterra da una delle seguenti Nazioni non avrà bisogno di mettersi in quarantena:

- Andorra
- Antigua e Barbuda
- Aruba
- Australia
- Austria
- Bahamas
- Barbados
- Belgio
- Bonaire, Sint Eustatius e Saba
- Cipro
- Città del Vaticano
- Corea del Sud
- Croazia
- Curaçao
- Danimarca
- Dominica (NON Repubblica Dominicana)
- Fiji
- Finlandia
- Francia
- Germania
- Giamaica
- Giappone
- Grecia
- Grenada
- Groenlandia
- Guadalupe
- Hong Kong
- Islanda
- Isole Fær Øer
- Italia
- Liechtenstein
- Lituania
- Lussemburgo
- Macao
- Malta
- Mauritius
- Monaco
- Norvegia
- Nuova Caledonia
- Nuova Zelanda
- Olanda
- Polinesia Francese
- Polonia
- Repubblica Ceca
- Réunion
- Saint-Barthélemy
- San Marino
- Serbia
- Seychelles
- Spagna
- St. Kitts e Nevis
- St. Lucia
- St. Pierre e Miquelon
- Svizzera
- Taiwan
- Trinidad e Tobago
- Turchia
- Ungheria
- Vietnam

La lista non e' definitiva, sono probabili ulteriori aggiunte. Il Portogallo, per esempio, ha protestato per non essere stato incluso.

Va tenuto presente che i 14 giorni di auto-isolamento rimangono obbligatori anche se e' stato visitato uno dei Paesi elencati qui sopra, se nel corso del viaggio sono state effettuate tappe (o soste intermedie durante il volo) in Paesi esclusi dalla lista. Per esempio, per chi va in Asia, eventuali soste a Dubai, Bangkok o Singapore comportano la quarantena al ritorno in Inghilterra.

Nota importante per chi NON vive in Inghilterra


Questa'articolo e' stato scritto dal punto di vista degli italiani che vivono in Inghilterra, ma si applica anche agli italiani che vivono altrove, per esempio in Italia. Per loro, il sunto e' che fino al 10/07/2020, chi viaggia dall'Italia all'Inghilterra dovrà stare per 14 giorni in auto-isolamento in Inghilterra, quindi addio weekend mordi e fuggi a Londra. Dopo il 10 luglio non e' necessario l'auto-isolamento.


Argomenti: salute, vivere in Inghilterra, destinazioni, Gran Bretagna
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
Rimborsi Ryanair per coronavirus in arrivo entro fine luglio
Successivo
Il giardino segreto di Sunbury


Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Sei per sette fa...


Codici consentiti

Avvisi dagli amministratori

03/03/2020: La nostra quieta newsletter
Gli utenti registrati possono abbonarsi alla nostra newsletter per ricevere ogni settimana gli aggiornamenti del sito.