Il giardino segreto di Sunbury


05/07/2020 | Autore: Claudio @ VL | 0 commenti

Questi mesi di auto-isolamento causato dall'epidemia di coronavirus mi hanno impedito di viaggiare e mi hanno spinto verso un nuovo hobby, il giardinaggio (meglio: la coltivazione di piante da frutto). Se anche avessi voluto visitare qualcosa di vicino, qui in Inghilterra, avrei avuto problemi ad andare nei siti (ville e giardini) del National Trust, che stanno riaprendo lentamente ma che di questi tempi richiedono una prenotazione, in modo da limitare il numero di visitatori.

Venerdì scorso, stufo di rinvasare, spostare fioriere e combattere lumaconi, ho preso la bici e sono andato a Sunbury-on-Thames, nel Surrey. Volevo vedere un "walled garden", un giardino circondato da un alto muro che ricordavo d'aver visitato una decina di anni fa. Ho provato ad andare a memoria, e ciò ha trasformato il walled garden in un secret garden, nel senso che non riuscivo a trovarlo: mi pareva fosse dopo il centro di Sunbury andando verso Hampton Court, invece era prima, molto prima.

Finalmente, uno degli ingressi del giardino (visto dall'interno del giardino).



L'ingresso e' gratuito, e il giardino era poco affollato. Era la mattina di un giorno lavorativo, in un periodo di pioggia/sole alterni, durante un'epidemia mondiale: tre motivi che hanno contribuito a ridurre il numero di visitatori.
La statua del leone al centro del giardino era invisibile, sigillata da un parallelepipedo di legno.

E' un giardino molto carino, con aree dedicate alle rose, altre alla lavanda, e con tanti fiori, alcuni popolari, altri meno noti.


Colori brillanti...


... e meno. Il mio giardino / orto / cortile non e' di dimensioni comparabili con i giardini di Sunbury, altrimenti sarei lieto di ospitare alberi secchi a fini decorativi.


L'occhio, comunque, tende a dirigersi verso le piante più colorate.


In questi giardini, già tranquilli e rilassanti come lo sono i giardini in generale, sono presenti varie aree più quiete, circondate da siepi o protetta da gazebo e brevi porticati. In una un gruppo di anziani, seduti a distanza di sicurezza tra loro, parla di piante e d'altro. Ascolto per un paio di minuti (la pronuncia degli anziani inglesi e' quasi sempre più chiara e piacevole di quella dei giovani, come ho notato da tempo), poi riprendo il mio giro.


Li sfoco di proposito, i fiori, scattando con un diaframma di 1,8. Meglio dirlo.




Ecco un'idea adatta al mio giardino davanti, che essendo pavimentato con auto-bloccanti, in realtà e' un cortile, un front yard. Una bella panchina in pietra da piazzare vicino alla porta, in modo da... piazzarci delle piante, ovviamente. Non avrei motivo di sedermi davanti casa, una tipica casa inglese senza separazione netta tra marciapiede e cortile.




Altra idea utile per il cortile davanti casa: una fontana.



Il giardino di Sunbury potrebbe non meritare una visita apposita se non siete in zona, ma se già siete dalle parti di Staines / Feltham / Ashford e vi piacciono i giardini, potreste passare un'ora piacevole. In zona ci sono anche gli edifici vittoriani dell'impianto di depurazione del Tamigi, visibili ma non (credo) visitabili.

Come arrivare al walled garden di Sunbury? Ecco una mini-mappa:



Argomenti: giardini, Inghilterra, fiori e piante, destinazioni


Precedente
Italiani in Inghilterra, destinazioni senza quarantena al ritorno da un viaggio
Successivo
Se avete appena visitato questi Paesi non potete tornare in Italia


Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Sei per sette fa...


Codici consentiti

Avvisi dagli amministratori

03/03/2020: La nostra quieta newsletter
Gli utenti registrati possono abbonarsi alla nostra newsletter per ricevere ogni settimana gli aggiornamenti del sito.