Confini, limiti, possibilità


15/11/2020 | Autore: Claudio @ VL | 0 commenti



Sembrano passati millenni da quando esistevano i confini in Europa. Quello nella foto è il posto di controllo francese al confine del Moncenisio, fotografato nel 1986 durante un giro in motorino. Parlo di confini, e delle montagne su cui spesso si trovano, per ritornare su una mia vecchia idea: sono i limiti a spingerci ad andare più lontano. I confini e le montagne sono appunto delle limitazioni, bloccano la vista e impediscono il passaggio (se non si hanno i documenti giusti, se manca il veicolo per arrivare al confine). Con i miei amici, da adolescenti, capitava spesso di prendere i nostri ciclomotori e andare lontano, anche a 150 chilometri da casa per una gita di un giorno. A volte anche oltre il confine francese, il più accessibile a noi che abitavamo vicino a Torino.

Gli stessi amici mi fanno notare che le nuove generazioni (figli e/o amici dei figli) hanno molta meno voglia di farsi delle “sgroppate” in motorino come le nostre: è difficile staccarli dallo schermo del cellulare o del tablet. A qualcuno può sembrare che la pigrizia sia sufficiente a spiegare questo comportamento, ma a me non pare: è la scarsità di un bene a renderlo desiderabile, e il vedere continuamente (volendo!) fotografie di luoghi lontani, di genti esotiche, di edifici remoti e strani, diminuisce il desiderio di vedere queste cose di persona.

L'abitudine ad esperire tutto tutto tramite uno schermo, tanto fa si' che vari miei amici sui venticinque / trent’anni non capiscano come mai gli E-sport non facciano parte delle Olimpiadi. Con una forma mentale del genere non è difficile capire che andare a vedere - per esempio - il forte di Variselle, appena oltre il confine visibile nella foto, paia uno spreco di tempo e di energia, oltre che di soldi, quando se ne possono ammirarne le foto e leggere la descrizione online.

Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensate.


Nota: qualche ora fa ho pubblicato questa foto anche su un sito dedicato alle moto, per proporre la discussione da un punto di vista lievemente differente.



Argomenti: Wanderlust, montagna


Potrebbe interessarti...


Precedente
Serrande dei negozi, Taipei City Mall
Successivo
Crooksbury Hill, l'avventura del ciclista solitario


Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
In quale continente e' l'Uganda?


Codici consentiti

Avvisi dagli amministratori

03/03/2020: La nostra quieta newsletter
Gli utenti registrati possono abbonarsi alla nostra newsletter per ricevere ogni settimana gli aggiornamenti del sito.