Reclami ridicoli di turisti britannici

Quando le aspettative dei clienti sono irrazionali
12/07/2022 | Autore: Claudio @ VL | 0 commenti

Su Viaggiare Leggeri troverete spesso critiche a certi modi di fare italiani, ma stavolta no, prenderemo un po’ in giro i britannici. Queste sono alcuni reclami di clienti della Thomas Cook, un tour operator britannico. Sono veri, sono falsi? Non importa, speriamo vi facciano sorridere.

1. “Non dovrebbero consentire il topless in spiaggia. Mio marito vorrebbe solo rilassarsi, al mare, e ora non ci riesce”

2. “Durante la mia vacanza a Goa, in India, mi ha irritato molto vedere che quasi tutti i ristoranti servivano curry. Non mi piace il cibo piccante”

3. “Siamo andati in vacanza in Spagna e abbiamo avuto problemi con i tassisti, che erano tutti spagnoli”

4. “Abbiamo prenotato un’escursione in un parco acquatico, ma nessuno ci ha detto che dovevamo portare i nostri costumi da bagno e asciugamani. Davamo per scontato che fossero compresi nel prezzo”

5. "La spiaggia era troppo sabbiosa, abbiamo dovuto ripulire tutto, quando siamo tornati nella nostra stanza dell’hotel”

6. "Abbiamo notato che la sabbia non era come quella del vostro depliant. Le foto nel depliant mostrano sabbia bianca, quella che abbiamo trovato era giallina”

7. "E’ una cosa da pigri che i negozianti di Puerto Vallartato chiudano di pomeriggio. Avrei avuto bisogno di comprare varie cose durante l’orario della ‘siesta’. Queste chiusure andrebbero vietate”

8. "Non siamo stati informati in anticipo che ci sarebbero stati pesci, nell’acqua del mare. I bambini si sono spaventati.”

9. "L’opuscolo diceva che la cucina era fornita di tutto, ma non abbiamo trovato alcun affetta-uova nei cassetti”

10. "I vostri depliant dovrebbero spiegare che i negozi locali non vendono veri biscotti come quelli allo zenzero o alla crema"

11. "Le strade erano sconnesse e piene di dossi, per cui non siamo riusciti a leggere la nostra guida turistica (libro) durante il tragitto in autobus fino all’hotel. A causa di questo non sapevamo dell’esistenza di tante cose che avrebbero reso piu’ piacevole e interessante la nostra vacanza”

12. "Ci vogliono nove ore per volare dalla Giamaica all’Inghilterra. Agli statunitensi bastano tre ore per tornare in patria. Non ci pare giusto."

13. "Ho confrontato le dimensioni della nostra suite ad una stanza con quelle della suite a tre stanze dei nostri amici, e la nostra era notevolmente più piccola”

14. "Il depliant dice “niente parrucchieri nel villaggio turistico’. Siamo apprendisti parrucchieri, e pensiamo che il personale del villaggio l’abbia capito e ci abbia fatto aspettare ogni volta piu’ del dovuto”


15. "Quando siamo stati in Spagna, c’erano troppe persone spagnole. La ragazza alla reception parlava spagnolo, il cibo era spagnolo. Nessuno ci aveva avvisato che ci sarebbero stati cosi’ tanti stranieri!”

16. "Abbiamo dovuto fare la coda all’aperto, per imbarcarci sul battello, e all’aperto non c’era l’aria condizionata”

17. "E’ vostro dovere, in quanto tour operator, di avvisarci prima del viaggio se ci saranno persone rumorose o indisciplinate"

18. "Sono stato punto da una zanzara. Il depliant non parlava di zanzare"

19. "Il mio fidanzato ed io abbiamo chiesto una camera con letti separati, in fase di prenotazione, invece ci e’ stata data una camera con letto matrimoniale. Vi riteniamo responsabili e vi chiediamo di rimborsarci per il fatto che ora sono incinta. Questo non sarebbe successo se ci aveste fornito la camera che avevamo prenotato.


Argomenti: reclami e rimborsi, umorismo
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
Per chi vola con Ryanair per la prima volta nel 2022


Commenti (0)Scrivi

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Sette meno tre uguale...


Codici consentiti



Avvisi dagli amministratori

01/10/2021: Aggiornamento indirizzo chat Ryanair
Segnaliamo agli utenti che abbiamo modificato la pagina con l'indirizzo della chat Ryanair, visto che l'azienda irlandese ha spostato tale servizio. L'articolo e' qui.