Di amici se ne vedono pochi, ad Atlanta, ma arrivano altri ospiti...

Scarafaggi ad Atlanta: i famigerati, giganteschi, aggressivi Palmetto Bugs
01/12/2006 | Autore: Claudio @ VL | 3 commenti

Anche se non sempre sono ben accetti. Quello visibile nell'immagine e' un simpaticone che ha attirato l'attenzione col fracasso che faceva ("uno scarafaggio che fa rumore? E quanto pesa, un paio di chili???") cercando di arrampicarsi sulle veneziane del mio appartamento atlantino.

Uno degli incursori della 51a Brigata Scarrafoni di Atlanta Mi dispiace dirlo, ma se con ragni ed altri insetti mi era possibile mantenere un atteggiamento quasi trappistico, con gli scarafaggi non c'e' verso di arrivare alla cattura senza soppressione: si muovono in fretta ed in modo piuttosto imprevedibile (paiono intelligenti, non semplicemente reattivi), e alla fine la manganellata letale arriva, come si diceva nelle piazze negli anni '70.


Argomenti: Atlanta, animali
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
Atlanta: c'era mezzo grado, ora sono quasi venti, di notte, il primo dicembre
Successivo
Rischi imprevisti dei viaggi in aereo: flatulenza e cadaveri


Commenti (3)Scrivi


24/03/2015 08:19:05, caterina
Dimmi che non avevi le zanzariere e abitavi in aperta campagna!
24/03/2015 12:46:03, Claudio @ VL
A memoria direi che avevo le zanzariere e ... beh, a parte le due coste, negli USA ho trovato cosi' tanto verde che pare sempre d'essere a pochi secondi dalla campagna! Avevo begli alberi fuori dal balcone, alti una trentina di metri, credo. Abitavo all'ultimo piano di un 'condo' (condominio) di tre piani a Sandy Springs, lungo Glenridge Drive. Gli scarafaggi entravano, mi pare, dalle aperture per aria condizionata (che funge anche da riscaldamento), che erano a circa tre metri da terra. Immaginati lo stupore di uno che non ha mai visto uno scarafaggio, se non in fotografia, e che poi si vede 'sti cosi planare in salotto.

Non vorrei spaventarti troppo: non capitava tutti i giorni, e non ricordo d'aver visto piu' d'uno scarafaggio per volta. Ne ho poi visti altri dopo il mio trasferimento a Singapore (e anche un paio di gechi in salotto!).

Ogni posto ha i suoi parassiti: qui in Inghilterra capita di trovarsi le volpi in giardino.
24/03/2015 14:35:03, Jonathan65
Cit. "e alla fine la manganellata letale arriva, come si diceva nelle piazze negli anni '70." Belin noi a Zeena anche negli ultimi ventanni!

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
La capitale portoghese si chiama...


Codici consentiti

Potrebbe interessarti...

Atlanta: c'era mezzo grado, ora sono quasi venti, di notte, il primo dicembre



Avvisi dagli amministratori

14/02/2021: La newsletter, ancora
Iscriversi e disiscriversi alla newsletter e' ora più semplice e NON richiede neppure la creazione di un profilo-utente sul sito: potete iscrivervi col modulo presente al fondo di tutte le pagine del sito.