Ferrovie dello Stato: rimborso da 800 euro per i passeggeri del Lecce-Roma


21/12/2007 | Autore: ViaggiareLeggeri

I passeggeri dell'Eurostar 9354 Lecce-Roma, che rimase bloccato per quasi 12 ore il 15 dicembre 2007, saranno rimborsati. Le associazioni dei consumatori (tra cui ADOC e Adiconsum) hanno raggiunto un accordo con Trenitalia (Ferrovie dello Stato) per un rimborso di 800 euro a testa. Per ottenere il rimborso, i viaggiatori dell'Eurostar 9354 dovranno presentare domanda presso le sale Eurostar, presso gli sportelli informazioni in stazione, o tramite l'invio di una raccomandata.

L'associazione consumatori Codacons non ha ancora raggiunto un accordo con Trenitalia, ritenendo 800 euro insufficienti ad indennizzare i passeggeri.

Secondo il Corriere, il modulo per richiedere il rimborso e' scaricabile dal sito delle Ferrovie dello Stato. Noi abbiamo cercato quel modulo e non l'abbiamo trovato, se sapere dove scaricarlo fateci sapere.

Abbiamo invece trovato nelle news del sito delle FS la seguente notizia, che ricapitola gli interventi immediati a sostegno dei passeggeri del Lecce-Roma, e che pubblichiamo per dovere di cronaca:

"Eurostar Lecce-Roma: gli interventi di assistenza - Roma, 16 dicembre 2007

In occasione del guasto di ieri all'Eurostar Lecce-Roma, le Ferrovie dello Stato precisano che ai viaggiatori bloccati all stazione di Capua sono stai distribuiti oltre 1.200 cestini con generi di conforto, dolci, cioccolata, circa 250 bottigliette d'acqua, 5 litri di latte, 3 bottiglie di cognac, 85 succhi di frutta circa 120 coperte. Inoltre, sono stati messi a disposizione 74 taxi a Roma e 3 a Capua ed ? stato previsto il rimborso integrale dei biglietti. L'assistenza ha visto impegnati 22 addetti e 4 dirigenti. Garantito il soggiorno in albergo a Roma ad alcuni parenti che erano in attesa dei viaggiatori, mentre la sala club Eurostar e i locali di sosta del binario 1 sono stati aperti tutta la notte.
"


Argomenti: treni, reclami e rimborsi
Segui i commenti tramite RSS

Potrebbero interessarti...


Commenti


27/03/2010 01:01:38, Antonio cipriano
Le multe che pago al lavoro xritardi dei treni sono rimporsabili
31/03/2010 11:04:50, ViaggiareLeggeri
Ne dubito, a meno che tu lavori per una grande azienda con un regolamento interno che prende in considerazione le potenziali cause di ritardo e accetta "giustificazioni" legate ai ritardi dei treni. Se lavori per un'azienda meno strutturata, probabilmente non ti sara' riconosciuto alcun rimborso.
[Mostra aiuto]

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
La capitale francese si chiama