Viaggio a Parigi con easyJet [Forum]

In Forum > Racconti di viaggio

Viaggio a Parigi con easyJet

Questo racconto era stato originariamente inserito nel 2008, tenetene conto quando si parla di prezzi (e delle considerazioni su Easyjet e sulle linee aeree low cost). Abbiamo trasferito qui il racconto in quanto era nella vecchia area "Racconti", che verra' chiusa nelle prossime settimane. I dati dell'autore sono in fondo, il sito Internet da lui indicato non esiste piu'. Le opinioni espresse dall'autore del racconto non riflettono quelle di ViaggiareLeggeri.com.

Diario di un viaggio da dimenticare


Easyjet e' una low cost molto particolare.

Come tutte le low cost, che si offrono di traghettarvi da un aeroporto all'altro ma che non possono certo essere considerate delle vere compagnie aeree, vende biglietti a prezzi stracciati, e per farlo e' costretta a eliminare tutto il superfluo. E fin qui niente da dire. Se comprate per pochi euro un Rolex falso dal cinesino al mercato non vi aspettate quello che puo' darvi un vero Rolex, e se comprate un passaggio aereo per 10 euro da Easyjet non vi aspettate i servizi, l'assistenza e le comodita' che vi offre, chesso, Singapore Airlines.

I guai cominciano quando per non perdere soldi le low cost eliminano anche il necessario. Recentemente mi sono recato a Parigi e, per una scelta fatta da amici, ho usato questa compagnia. Niente da dire sul volo di andata: aereo impeccabile, ritardo alla partenza contenuto in meno di 30 minuti, personale gentile. Al ritorno le cose sono andate in tutt'altra maniera. Parigi era da vari giorni paralizzata dallo sciopero dei trasporti pubblici (niente metro, rer, autobus, taxi: peggio che in Italia!) e arrivare ad Orly e' stata una vera impresa. E poi, proprio al momento di salire a bordo, scatta uno sciopero dei controllori aerei e Easyjet annuncia la cancellazione di tutte le sue partenze: le addette alla porta d'imbarco ci consegnano frettolosamente un foglio stampato con le scuse per i disagi non imputabili alla compagnia, chiudono tutto e spariscono prima di farsi linciare dalla folla inferocita (c'erano cinque voli in partenza). Le valigie dei (quasi-)viaggiatori vengono ammucchiate sul tapis roulant e ognuno prende quel che deve (o vuole).

Che c'entra Easyjet con l'improvviso sciopero dei controllori, direte voi? C'entra, c'entra. Perche' in realta' i controllori in volo non erano affatto entrati in sciopero, e gli aerei delle altre compagnie (quelle vere) partivano e atterravano regolarmente ! Una vera e propria truffa.

Possibile? Eh si, possibile. D'altra parte ragioniamo: ai prezzi cui offre i biglietti, Easyjet incassa sui 7.500/8.000 euro per volo, quando riesce a riempire tutto un aereo. Una somma chiaramente insufficiente a coprire le spese (paga dei piloti e del personale di bordo, anche se pagati uno schifo, e a terra, costi di funzionamento e manutenzione, costi aeroportuali, costi di gestione in sede, ecc.). Se poi l'aereo non si riempie, magari perche' una meta' dei passeggeri sposta la partenza temendo di non poter arrivare in aeroporto, allora i conti vanno decisamente in rosso. E a Easyjet non restano che due scelte: annullare il volo tout court (ma in questo caso dovrebbe per legge garantire ai mancati viaggiatori alcuni servizi di assistenza che non e' in grado di offrire e pagare alcune penali che non e' economicamente in grado di sostenere) oppure annullare il volo dandone la colpa a qualcun altro (per esempio ai controllori di volo, tanto sciopero piu' sciopero meno..., e in questo caso deve solo rimborsare il biglietto, contando sul fatto che la maggior parte di quelli che sono stati truffati non se ne rendera' conto o non reagira').

Ammettiamo che decidiate di non star zitti. Ecco la seconda sorpresa: in pratica Easyjet e' una low cost fantasma. A Ciampino hanno fittato un banco accettazione dove lavorano alcune impiegate "a cottimo" che svolgono bene il loro lavoro (fare il check-in e i controlli all'imbarco) ma non hanno la minima idea di come contattare i responsabili (e suppongo che negli altri aeroporti italiani sia la stessa storia). E non c'e' un ufficio della compagnia. A Orly stessa storia (anche se ci sono vari banchi accettazione e piu' impiegati). Apparentemente non esiste (puo' darsi che ci sia, ma allora e' veramente nascosta meglio dei boss della mafia) una filiale italiana (e nemmeno francese) cui rivolgersi in caso di problemi o reclami, la sede operativa e' a Londra (cioe' nel terzo mondo dal punto della protezione dei consumatori e della regolamentazione sociale), e la sede legale e' anche a Londra, ma il proprietario del logo e maggior azionista si trova in Svizzera (cioe' al di fuori dell'Unione europea) e dichiara "The Easy brand currently operates more than a dozen industries mainly in travel, leisure, telecoms and personal finance", il che fa pensare che Londra sia solo un punto di entrata per il mercato europeo. Nemmeno il logo appartiene alla compagnia: lo hanno fittato!

A questo punto che fare per richiedere le compensazioni previste dalle norme europee per il danno subito (ad esempio, nel mio caso, per tornare a casa ho dovuto comprare un nuovo biglietto a prezzo pieno)? Idea, cerchiamo sul sito web di Easyjet. Si, solo che anche la' non riuscite a pescare un indirizzo. Di solito le homepage delle societa' hanno sempre un "Chi siamo" che vi rimanda a una pagina con tutte le informazioni e i contatti utili. Con Easyjet, niente da fare. In verita' c'e' un "Come contattarci", ma vi rimanda semplicemente a una FAQ con 20 pagine di domande e risposte standard su come fare i biglietti, come pagare, ecc.. Sto esagerando: cercando tra le oltre 200 faq trovate qualcosa, ma veramente ben nascosto: una serie di numeri telefonici per chiedere a un call center informazioni su come usare Internet, o per info standard in caso di mancata emissione del biglietto, e cose cosi' ma non un numero per i reclami (c'e' un numero per chiedere il rimborso del biglietto, ad esempio in caso di overbooking, ed e' a pagamento. Vi rendete conto? Non solo non vi pigliano a bordo ma per ridarvi i soldi dovete pure pagare!). Poi c'e', molto molto ben nascosto, un link che vi rimanda a informazioni generali su Easyjet (la struttura societaria, i comunicati stampa in cui vi dicono quanto sono bravi, e, meraviglia!, anche l'indirizzo di Londra, anzi due, e il numero di fax. Solo che se telefonate ma non vi passano nessuno e il numero di fax e' falso. Pare siano specialisti nelle false informazioni). E infine, nascosto non ricordo nemmeno piu' dove, esiste un template per trasmettere a Easyjet i vostri commenti (NON i vostri reclami) sulla compagnia: solo che vi segnalano subito che non rispondono se non in casi eccezionali, e comunque non prima di un mese!

In conclusione: ti truffano con falsi scioperi per giustificare l'annullazione del volo, con false giustificazioni per sottrarsi alle proprie responsabilita', e con informazioni bidone per evitare contatti con i clienti.

Un ultimo pensierino (ma e' solo un pensierino non un'accusa): chi controlla se un aereo che fa la spola tra Parigi e Ciampino e che appartiene a un'azienda con sede legale in Svizzera e con sede operativa nel Regno Unito rispetta le norme sulla sicurezza dell'aeromobile e i tempi di revisione? Certo non l'ente aeronautico italiano (l'aereo passa soltanto in Italia), e nemmeno quello francese (per lo stesso motivo), e meno ancora quello inglese (e' vero che l'aeromobile e' registrato laggiu', ma non ci va mai), e per quanto riguarda la Svizzera, beh lasciamo perdere. E se Easyjet se ne frega altamente di rispettare le leggi che proteggono i viaggiatori, pensate veramente che si preoccupi di quelle che impongono norme tecniche e tempi di revisione degli aeromobili? (tanto piu' che la revisione di un aereo e' veramente una grossa spesa.)

Nota sull'autore
Carlo Pappalardo

Se volete saperne di piu' sulle mie disavventure con easyjet consultate il mio sito http://easyjet.truffa.net

Hai fatto un viaggio interessante? Raccontalo!. Oppure partecipa alla rubrica Il tuo bagaglio.

Rif.: Viaggio a Parigi con easyJet

Caro Carlo Pappalardo,


ho letto con curiosità il tuo post.

Non voglio stare a commentare affermazione per affermazione..perderei del tempo..ma concedimi di farti una domanda..hai mai provato ad informarti prima di parlare?

è chiaro che quello che sai in merito all'aviazione civile è veramente scarso..

Lasciami consigliarti di passare del tempo a conoscere certe cose di cui non sai proprio nulla. Questo vale per easyJet e per tutte le compagnie aeree.

Rif.: Viaggio a Parigi con easyJet

3. Il vettore aereo operativo non è tenuto a pagare una compensazione pecuniaria a norma dell'articolo 7, se può dimostrare che la cancellazione del volo è dovuta a circostanze eccezionali che non si sarebbero comunque potute evitare anche se fossero state adottate tutte le misure del caso.

4. L'onere della prova, per quanto riguarda se e quando il passeggero è stato avvertito della cancellazione del volo, incombe al vettore aereo operativo.

Pappalardo ... ma quante carte di credito hai ?

Visa, Amex, Diners ... sei uno splendido ..

Comunque, scusami per la battuta .. volevo sdrammatizzare.

Anche a me è capitata la tua disavventura su un volo Venezia-Parigi con la ormai defunta compagnia lowcost Volareweb.

Il viaggio di ritorno da Orly fu annullato per uno sciopero dei controllori di volo e dovetti tornare a Venezia in treno pagandomi il biglietto.

Chiesi poi alla compagnia il rimborso del mancato volo di ritorno, ma mi risposero picche.

Morale ?? Dobbiamo essere consapevoli che con le low cost si paga meno ma ci sono più rischi in caso di contrattempo ...

Per dan

Certo che so bene di cosa parlo, dato che lavoro nel settore.

I punti 3 e 4 che citi in uno dei due commenti del 18/7 non hanno niente a che vedere con quello che mi è successo.

Se invece di sputare sentenze senza contenuto (non voglio stare a commentare informazioni... chiaro, non hai niente di serio da dire) mi avessi precisato su cosa non sei d'accordo avrei potuto dimostrarti che la presunzione è tutto quello che ti caratterizza.

Per inciso, Easyjet ha ammesso le sue colpe e ha rimborsato (dopo un anno, 7 mail e una denuncia alla DGAC) il dovuto.

Una dimostrazione di più del fatto che stavi dicendo solo fesserie.

Per marco

Tu sei stato particolarmente sfortunato. Ovviamente volareweb non ti ha rimborsato perchè la compagnia è fallita.

Però in generale le lowcost, contrariamente a quello che sembra credere Dan, hanno gli stessi obblighi delle vere compagnie aeree. Tantovero che alla fine Easyjet ha dovuto pagarmi tutte le penalità previste dalla normativa europea (anche se ho dovuto presentare una denuncia alla direzione generale dell'aviazione civile francese).

La prossima volta occhio a quale lowcost scegli (e a proposito confronta anche i prezzi, perché a volte le compagnie regolari praticano prezzi più bassi, soprattutto adesso che le lowcost hanno aggiunto un sacco di spese "nascoste"; tipo sovrapprezzo per il pagamento online, per i bagagli, ecc.)

Ciao

Rif.: Viaggio a Parigi con easyJet

Signori, per i pochi saggi rimasti con un pizzico di educazione, buon senso e con un pò meno di presuntuosità, sottolineo le seguenti frasi che si commentano da sole (ovviamente solo 'loro' riusciranno):


Come tutte le low cost, che si offrono di traghettarvi da un aeroporto all'altro ma che non possono certo essere considerate delle vere compagnie aeree


I guai cominciano quando per non perdere soldi le low cost eliminano anche il necessario.


proprio al momento di salire a bordo, scatta uno sciopero dei controllori aerei


Easyjet incassa sui 3.500/4.000 euro per volo


A Ciampino hanno fittato un banco accettazione dove lavorano alcune impiegate "a cottimo"


Nemmeno il logo appartiene alla compagnia: lo hanno fittato


In conclusione: ti truffano con falsi scioperi per giustificare l'annullazione del volo, con false giustificazioni per sottrarsi alle proprie responsabilità, e con informazioni bidone per evitare contatti con i clienti


chi controlla se un aereo che fa la spola tra Parigi e Ciampino e che appartiene a un'azienda con sede legale in Svizzera e con sede operativa nel Regno Unito rispetta le norme sulla sicurezza dell'aeromobile e i tempi di revisione?


pensate veramente che si preoccupi di quelle che impongono norme tecniche e tempi di revisione degli aeromobili?















Signori .. (??)

Rif.: Viaggio a Parigi con easyJet

Signori, per i pochi saggi rimasti con un pizzico di educazione, buon senso e con un pò meno di presuntuosità, sottolineo le seguenti frasi che si commentano da sole (ovviamente solo 'loro' riusciranno):


Come tutte le low cost, che si offrono di traghettarvi da un aeroporto all'altro ma che non possono certo essere considerate delle vere compagnie aeree


I guai cominciano quando per non perdere soldi le low cost eliminano anche il necessario.


proprio al momento di salire a bordo, scatta uno sciopero dei controllori aerei


Easyjet incassa sui 3.500/4.000 euro per volo


A Ciampino hanno fittato un banco accettazione dove lavorano alcune impiegate "a cottimo"


Nemmeno il logo appartiene alla compagnia: lo hanno fittato


In conclusione: ti truffano con falsi scioperi per giustificare l'annullazione del volo, con false giustificazioni per sottrarsi alle proprie responsabilità, e con informazioni bidone per evitare contatti con i clienti


chi controlla se un aereo che fa la spola tra Parigi e Ciampino e che appartiene a un'azienda con sede legale in Svizzera e con sede operativa nel Regno Unito rispetta le norme sulla sicurezza dell'aeromobile e i tempi di revisione?


pensate veramente che si preoccupi di quelle che impongono norme tecniche e tempi di revisione degli aeromobili?

Per dan

Francamente non ho capito "solo loro riusciranno" e non capisco nemmeno cosa ti ha tanto colpito nelle frasi che metti in evidenza (salvo che "incassa 3500/400 euro per volo" è sbagliato. Infatti sul mio sito la cifra è stata corretta). Tutte le altre affermazioni sono non solo vere ma anche dimostrabili. Per quanto riguarda le due ultime frasi ti faccio notare che avevo ben indicato trattarsi di un mio dubbio e non di un'affermazione. D'altra parte, il fatto che Easyjet sia stata obbligata a rimborsarmi tutte le spese dimostra che avevo pienamente ragione (puoi leggere la loro lettera di scuse sul mio sito).

Per concludere. A proposito di "per i pochi saggi rimasti con un pizzico di educazione, buon senso e con un pò meno di presuntuosità..." credo che il tuo primo post, nel quale te ne venivi fuori con frasi tipo "hai mai provato ad informarti prima di parlare? è chiaro che quello che sai in merito all'aviazione civile è veramente scarso.. Lasciami consigliarti di passare del tempo a conoscere certe cose di cui non sai proprio nulla." sia un ottimo esempio di mancanza d'educazione e buon senso e di presuntuosità!

D'altra parte, credo che a chi legge queste mail interessino le informazioni fornite ed eventualmente le smentite documentate, non gl'insulti.

Quando ripasserò per l'Italia tra un paio di mesi consulterò il sito (nel frattempo sarò in vacanza e non userò internet). Se mi avrai chiesto spiegazioni e chiarimenti in modo educato sarò lieto di risponderti. Altrimenti ciccia.

Correzione cifre nel racconto del viaggio

Carlo,

Abbiamo corretto la cifra citata nel racconto, che ora e' 7.500/8.000. Se sono necessarie correzioni, scrivici direttamente.


Hai fatto un viaggio interessante? Raccontalo!. Oppure partecipa alla rubrica Il tuo bagaglio.

Pubblicità
data-full-width-responsive="true">

Richiesta

Gentili viaggiatori,

chiedo che qualcuno mi dia fonti attendibili sulla validità di tale affermazione:


Easyjet incassa sui 7.500/8.000 euro per volo, quando riesce a riempire tutto un aereo. Una somma chiaramente insufficiente a coprire le spese (paga dei piloti e del personale di bordo, anche se pagati uno schifo, e a terra, costi di funzionamento e manutenzione, costi aeroportuali, costi di gestione in sede, ecc.). Se poi l'aereo non si riempie, magari perché una metà dei passeggeri sposta la partenza temendo di non poter arrivare in aeroporto, allora i conti vanno decisamente in rosso. E a Easyjet non restano che due scelte: annullare il volo tout court (ma in questo caso dovrebbe per legge garantire ai mancati viaggiatori alcuni servizi di assistenza che non è in grado di offrire e pagare alcune penali che non è economicamente in grado di sostenere) oppure annullare il volo dandone la colpa a qualcun altro (per esempio ai controllori di volo, tanto sciopero più sciopero meno..., e in questo caso deve solo rimborsare il biglietto, contando sul fatto che la maggior parte di quelli che sono stati truffati non se ne renderà conto o non reagirà).


Voglio che il Signor Carlo Pappalardo mi quantifichi la paga di personale navigante (piloti e assistenti di volo) visto che afferma che siano pagati uno schifo.


Chiedo scusa se alcune mie frasi siano state un pò più accese in precedenti post, ma su questi siti (ma comunque in generale) è incredibile leggere un numero così elevato di elementi non veritieri.

Esorterei il Signor Carlo Pappalardo e tutti i passeggeri ad informarsi concretamente, a fare delle ricerche attendibili e a non mescolare il sentimento di rabbia per una eventuale esperienza negativa di disservizio con affermazioni che nulla hanno a che fare con la realtà dei fatti.

La lamentela ci sta ma non deve essere supportata da menzogne.

Questo vale per easyJet e per tutte le compagnie aeree e società che erogano servizi in generale.


Buon senso!


Cordiali saluti

Viaggio a parigi

non capisco se di norma easyjet cancella i voli.. o se prendepiù pre notazioni del dovuto..è una regola o sono stati dei casi eccezzionali? è una compagnia fantasma o esiste davvero? ..non riesco a contattare il nessuno per la conferma della mia prenotazione...potete aiutarmi??

Una lancia a favore..

Io non c'è l'ho con nessuno.ma volevo solo dire che sono stato a Parigi, Praga, Barcellona e Londra con Easyjet e volo tra Catania/Palermo e Milano Malpensa due/tre volte al mese nei week end...e quasi sempre volo con questa compagnia...beh..in tre anni ho avuto solo un volo cancellato, mi hanno imbarcato il giorno dopo..ma pernottando in uno dei migliori Hotel di Catania e servito e riverito..

Ritardi e problemi nella norma e nn più delle altre compagnie che operano nei nostri aereoporti..Ma risparmiando una caterba di soldi....

contatti

Sig. Pappalardo... desidero parlarLe e darLe delle spiegazioni per un (vecchio) accaduto con la easyjet.
Per favore mi contatti.
grazie

viaggi e vacanze alternative

Io ho trovato questo sito che mi sembra eccezionale.Contiene informazioni su viaggi in tutto il mondo,assicurazioni viaggio a partire da 20 euro,voli low cost,hotel e autonoleggio in varie parti del mondo.Inoltre molte idee per “vacanze alternative” e crociere.I prezzi sono molto bassi.Spero possa esservi utile come è stato utile a me.
http://aquistionline.jimdo.com/viaggi-e-vacanze/

Per il 'Signor' Pappalardo

Che tristezza il sito creato dal 'Sig.' Pappalardo..

e poi tutte quelle offese al personale call center ..

non condivido le modalità di reclamo intraprese dal 'Signore' in questione. Non credo che per ottenere qualcosa si debba utilizzare questo tono.

è chiaro che ci possa essere rabbia nell'esprimere una difficoltà, una giusta richiesta, un disservizio subito, ma le modalità intraprese NON sono corrette.

la sua presunzione, arroganza, maleducazione spicciola e poca eleganza lo contraddistinguono.

impariamo a convivere!



mai 1 minuto di ritardo!!

Sinceramente io ho viaggiato più volte con easyjet e nn c'è stato nessun inconveniente!! NEMMENO UN MINTO DI RITARDO!!

contatti

Il 27.3 2009 ho inserito un commento.. in realtá una richiesta .... chiedendo al Sig Pappalardo di contattarmi... per aver modo di spiegare un episodio avvenuto mentre stavo lavorando al call center di easyjet un anno prima.
Il fatto che non ho avuto risposta... conferma che il Sigor qui presente.... manca di maniere civili e ha la cosienza sporca..

Per Stefania, riguardo al Sig. Pappalardo e a easyJet

Stefania,
mi pare che accusare di "maniere non civili e coscienza sporca" tutti quelli che visitano questo sito e poi non tornano sia un tantino eccessivo.
L'ultimo messaggio di Carlo Pappalardo in questa pagina risale al novembre 2008, quasi due anni fa. Hai inserito la tua richiesta a fine marzo dell'anno seguente. E' perfettamente possibile (e lo ammetto a malincuore, da titolare di questo sito) che un visitatore scriva qualcosa in un forum di ViaggiareLeggeri.com, segua la discussione per qualche mese, e poi non ritorni piu' su questo sito, o perlomeno non torni piu' per molti mesi.

Stefania, tieni poi presente che Pappalardo non ha nessun modo di contattarti, al di fuori di questa pagina: lui non conosce il tuo indirizzo email, tu non conosci il suo.

Va da se' che, se un utente non s'e' registrato per ricevere notifiche di nuovi messaggi in una discussione, non saro' io ad andare contro la sua decisione contattandolo via email. Possiamo quindi solo sperare che Carlo Pappalardo ritorni su questa pagina e lasci un messaggio per te, Stefania.

Hai fatto un viaggio interessante? Raccontalo!. Oppure partecipa alla rubrica Il tuo bagaglio.

Polemica easyJet

Tesi discutibili ma che invece non hanno causato alcuna discussione. Chiudiamola qui, ok?

Hai fatto un viaggio interessante? Raccontalo!. Oppure partecipa alla rubrica Il tuo bagaglio.





Argomenti discussi in questa pagina: easyJet, Parigi, racconti, reclami e rimborsi

Vuoi essere aggiornato?

Segnalami i prossimi commenti via e-mail, registrati!


Ritorna alla lista delle aree del forum

Avvisi dagli amministratori

14/02/2021: La newsletter, ancora
Iscriversi e disiscriversi alla newsletter e' ora più semplice e NON richiede neppure la creazione di un profilo-utente sul sito: potete iscrivervi col modulo presente al fondo di tutte le pagine del sito.