Ryanair e' una truffa-II

72 messaggi - Argomenti: linee aeree, Ryanair, truffe, viaggiare low cost
Pubblicita'
ViaggiareLeggeri
Messaggio del 24-09-2010, 09:12:55
Profilo utente
1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum

Ryanair e' una truffa-II


Continua la discussione iniziata su http://www.viaggiareleggeri.com/forum/53/10487/Ryanair-e-una-truffa. Per qualcuno Ryanair e' una "truffa". Per altri e' ora di svegliarsi e capire che non siamo piu' ai tempi del jet set in cui pochi facoltosi fortunati viaggiavano su aerei poco affollati ed erano seguiti e, quasi, riveriti dal personale di bordo e di terra.

Opinioni, commenti, punti di vista inusuali? Prego, accomodatevi...
Partecipa alla rubrica Il tuo bagaglio!
LuXRyan
Messaggio del 11-10-2010, 02:31:21
Profilo utente

Sempre Ryanair ( per ora... )


Ciao a tutti, volevo esporvi la mia esperienza Ryanair.... Febbraio 2010 volo CA - Francoforte Hahnn , check in perfetto, decollo puntuale, arrivo in anticipo ... 1 ora 40 minuti perfetti. atterraggio con bufera di neve ( potete consultare il bollettino di hahn del 10 febbraio 2010, ha nevicato a cagliari figuriamoci in germania.. ) atterraggio perfetto tra la neve, quindi non riesco a capire come possa cancellare dei voli per semplice nebbia.
Ritorno il 17 Febbraio Hahn - Cagliari, sempre temporali e nuvoloni neri.... check perfetto, decollo in orario , arrivo 15 minuti in anticipo nella splendida Sardegna. Atterraggio perfetto, manco sentito il carrello toccare.
Personale di bordo all altezza, ora non so se dipenda dalle tratte, ma io mi sono trovato benissimo, e volero con Ryanair fino a quando ( spero di no ) avro problemi...
ah dimenticavo... costo biglietto 8 euro +15 di bagaglio andata e 8 + 15 al ritorno.. niente male Ryan.
sono un appassionato di aeromobili, e ogni volta che passo ore all aereoporto di elmas, con le tabelle di arrivo e partenze, ryanair e sempre molto puntuale. Purtroppo forse ci lascera' da novembre per operare solo su alghero.
Niccolò
Messaggio del 25-10-2010, 03:20:29
Utente non registrato

NON HO MAI SCRITTO UNA LAMENTELA PRIMA D'ORA IN VITA MIA, MA....


PREGO TUTTI DI LEGGERE QUANTO SEGUE:

Non ho mai scritto in tutta la mia vita (ho 31 anni e, doveroso premetterlo, ho viaggiato tanto e per tutta la vita) una lamentela per qualsivoglia tipo di servizio andato male: un po' perchè sono sempre stato comprensivo (ricordando a me stesso che tutti lavorano e che tutti soprattutto chi, come quelli che sono quotidianamente a contatto con chi viaggia come coloro che lavorano negli aeroporti, sono sottoposti a particolare stress), un po' perchè non credo nelle lamentele (soprattutto quelle scritte ai diretti interessati, in questo caso, ovviamente, Ryanair).

Ho avuto a che fare 3 volte con questa compagnia (che forse solo la vulcanica mente di Wanna Marchi avrebbe potuto concepire per il modo con cui circumveisce i viaggiatori) e.....


3 VOLI SU 3 ANDATI MALE: E' RECORD!!!
e nessuno venga a dirmi che Ryanair è una low cost e che mi devo adattare, e che devo leggere bene quello c'è scritto sul sito, ecc... Easy jet (tanto per citare la piu' diretta concorrente, quindi al riparo da possibili scuse tipo "ma è una low cost" o "paghi quello che ricevi") non si comporta assolutamente come tutti (non alcuni, TUTTI) i dipendenti della compagnia del famigerato O'Leary.

Ma andiamo per ordine:

1) FINE LUGLIO 2010
mi ritrovo a Bergamo per partire con la mia fidanzata e alcuni amici per ibiza. Arrivo al check in senza aver stampato il biglietto di imbarco.

Apriti cielo.

Mi ritrovo con 35 euro da pagare per stampare un foglio di carta formato A4.

Ora, io non sono nel commercio della carta ma i casi sono due: o io ho sottovalutato il business del commercio della carta oppure alla Ryanair si comportano come degli usurai. Se, per stampare un foglio (per carità, piu' l'inchiostro!!!) ci chiedono 35 euro, e noi non abbiamo altra scelta se non pagare, allora c'è qualcosa di molto peggio di un semplice disservizio. Alla luce del fatto che io non avevo materialmente un'alternativa se non pagare quei soldi per quel pezzo di carta (PER NIENTE ALTRO) allora credo che leggi in materia già esistano per condannare atteggiamenti del genere. E faccio presente che non basta scrivere sul proprio sito che chi viaggia se lo deve stampare a casa: 35 euro per un foglio di carta, oltre che contrario ad ogni principio etico è, secondo me, illegale. Ricordo, a mero titolo di quello che secondo me è un buon esempio, che per lo stesso tipo di servizio easyjet non chiede nulla (e non dovremmo stupirci di questo). Al check in poi, ci imputano 4 kg di eccesso bagaglio: ci lasciano aprire le nostre valigie (al punto 2 scoprirete perchè dico "ci lasciano") per spostare un po' di peso dal bagaglio destinato alla stiva a quello a mano. In quel momento non sapevamo quanto avremmo dovuto sentirci fortunati per quel gesto avvenuto li', davanti ai banchi di accettazione. Inoltre, l' atteggiamento del personale (al check in, in biglietteria e a bordo dell' aereo) è stato costantemente sgradevole, scostante e ben oltre i limiti della buona educazione che i nostri genitori si sono impegnati a darci.

Il capolavoro, sempre ovviamente in senso negativo, è avvenuto al ritorno:

2) 8 AGOSTO:

atmosfera vacanziera, felice e rilassata. Io e la mia fidanzata arriviamo all' aeroporto di Ibiza direzione Milano per poi proseguire le nostre vacanze.
Sui tabelloni delle partenze indicano i banchi per il check in del nostro volo. Di 3 banchi scegliamo quello con meno coda. Al momento del nostro turno, il responsabile del check in ci informa (con la classica "eleganza" tipica dello stile Ryanair) che il nostro volo non poteva essere accettato da quel banco (nonostante i tabelloni informativi sostenessero il contrario) e che avremmo nuovamente dovuto metterci in fila al banco accanto (ove la fila era ormai chilometrica). Sei in vacanza, non vuoi problemi, accetti l' ingiustizia, ti metti in fila (per la seconda volta) sapendo di aver appena subìto un abuso. Dopo aver (ri)fatto la fila, il nuovo responsabile del bancone che ci si "parava" davanti ci fece immediatamente notare il nostro eccesso bagaglio. "Benissimo" pensai. "Vuol dire che toglierò qualcosa dal bagaglio da imbarcare per metterlo in quello a mano come all' andata". Non sapevo che la mia era una pìa illusione....

Quell' essere becero, mentalmente limitato e secondo me represso che siedeva al di là del bancone, forte di quella minuscola porzione di potere che la vita pareva avergli finalmente concesso ci concesse il trasbordo da un bagaglio all' altro, ma al contrario di quanto avvenuto all' andata (quando tutto cio' avvenne in 2 minuti davanti al banco) ci disse che avremmo dovuto rifare la fila daccapo (per la terza volta!!!!!!). Ovviamente il tentativo di non farmi rovinare la giornata era ormai andato a farsi benedire.

Mi arrabbiai, e molto, rifiutandomi di rifare la fila un' altra volta facendo notare che l' avevo gia' fatta due volte e che non avevo alcuna intenzione di farla una terza. Vi lascio immaginare il tipo di discussione che ne seguì sotto lo sguardo, comunque di appoggio, degli altri passeggeri al termine del quale "l'uomo del check in" ci disse che non avremmo piu' potuto imbarcarci, uscì dal suo "ponte di comando" e ci segnalo' a un suo superiore. Dopo essere stato costretto a esprimere le piu' false scuse che la storia recente ricordi al mio "aguzzino", fui lasciato libero di imbarcarmi (dopo aver rifatto una piccolissima parte della fila dal momento che anche gli altri passeggeri si sentivano ormai in difficoltà a starmi davanti). E non è finita qui.....

L' aereo era in ritardo (partenza riprogrammata per le 17,25) quindi vado, ormai allo stremo delle forze, a mangiare qualcosa commentando con la mia fidanzata quello che sembrava essere l'epilogo del nostro incubo.... sembrava..... già perche alle 17,10 ci avviciniamo al gate ma: sorpresa!!! il volo era già partito!!! e con le nostre valigie a bordo (quindi con tanti saluti a noi e alle piu' elementari norme anti terrorismo: uno arriva, imbarca una valigia potenzialmente pericolosa e se ne va). Morale: abbiamo dovuto comprare altri due biglietti. Forse neanche Stephen King ha mai avuto un incubo del genere.....


3) STASERA (24/10) AEROPORTO DI BERGAMO:
Accompagno la mia fidanzata a prendere il suo Milano - Madrid. Ryanair permette 10 kg di bagaglio a mano (Easyjet, semplicemente, NON HA LIMITI di peso: ognuno deve semplicemente essere in grado di riporre il proprio bagaglio nell' alloggiamento preposto)? tu arrivi con 11 kg?? Tu chiedi di chiudere un occhio perchè sei già in ritardo? ti viene risposto dall' addetta (un'altra maleducata) che non è un suo problema, quindi.... te ne vai al check in, imbarchi il bagaglio, poi dritto in biglietteria a pagare (35 euro), quindi torni al check in con la ricevuta di pagamento. Risultato? per una questione di secondi la mia fidanzata non perdeva l'aereo (preso grazie al personale dell' aeroporto che l'ha accompagnata alla scaletta dopo che già avevano chiuso il portellone).



Quanto sopra vuole essere un chiaro esempio di come non siano casuali i disservizi di Ryanair, ma appaiono come un sistematico "modus operandi" attraverso il quale l' estorsione di denaro ai viaggiatori, messi in condizione NON AVERE MAI ALTERNATIVA, sembra essere l'unico fine. Non mi dilungherò sui costi del loro call center (da far rimpiangere i vecchi 144) bensì sull' atteggiamento del personale: non ho mai pensato di vivere in mondo di persone sempre ben disposte, ma neanche in un pianeta di stronzi: quando pero' vedi, da Ibiza a Bergamo, alle biglietterie, ai check in e a bordo degli aerei una costante arroganza e maleducazione allora sorge il dubbio: ma li scelgono così o viene imposto di non essere gentili (o perlomeno "normali"!!!) con chi, fino a prova contraria, gli dà da mangiare cioe' i passeggeri?!?

Sarei curioso di sapere se Ryanair spende piu' per i propri legali o per attività strettamente connesse alla soddisfazione del cliente..... ovviamente è una domanda retorica......

Non so chi possa essere arrivato in fondo a questa mia, ma voglio solo fare un'ultima considerazione: sono convinto che altri post di persone che si dicono soddisfatte di Ryanair siano in realtà persone già a libro paga di quella sedicente compagnia aerea che non avrebbe mai dovuto vedere la luce.


Ringrazio infine chiunque abbia messo a disposizione questo spazio per raccogliere i miei punti di vista (per me, ripeto, prima e, spero, ultima volta).





rencos
Messaggio del 08-11-2010, 19:08:17
Profilo utente
47 messaggi nel forum

Per Niccolò


Ho letto le tue (dis) avventure.
1) mi meraviglio che tu, da esperto viaggiatore, non ti fossi accorto che con Ryanair il check-in online è OBBLIGATORIO. Te lo dicono in tutte le salse: al momento della prenotazione, quando ti mandano l'email di conferma, addirittura una settimana (mi sembra) prima della partenza ti arriva un'email per ricordartelo. Non ha senso, a mio avviso, fare i paragoni con EasyJet o altre compagnie: ognuna ha le sue regole, che al momento della prenotazione tu dichiari espressamente di accettare. E non dire che i € 35 (a me risultava che fossero 40) sono per la carta e l'inchiostro, via ...
2) al di là del comportamento dell'addetto, mi spieghi perché visto quanto ti era capitato all'andata ti sei presentato in aeroporto con il bagaglio più pesante del consentito? Inoltre: con partenza prevista alle 17.25, alle 17.10 il volo era già partito o era il gate che era chiuso? certo quello che è profondamente sbagliato - e mi sembra strano - è che il volo sia partito senza di voi ma con i vostri bagagli imbaractai. Questo sì che è grave!
3) mi sembra strano che per 1 solo kg in eccesso a Bergamo abbiano fatto storie. Sicuro che le dimensioni fossero in regola? in ogni caso formalmente hanno ragione: è sempre questione di rispetto per regole che, al momento della prenotazione, si è dichiarato di accettare.
PS: non sono a libro paga di Ryanair, ho viaggiato decine di volte senza mai un disservizio né un addetto maleducato, e continuerò a volare Ryanair sino a quando mi farà andare e tornare a Londra con € 50.
Niccolò
Messaggio del 17-11-2010, 13:38:17
Utente non registrato

Caro Rencos.....



In effetti il check in on line è obbligatorio. E si, te lo dicono in tutte le salse (ricordandotelo anche via mail una settimana prima della partenza). A onor del vero è anche doveroso ricordare (come tu mi hai giustamente fatto notare) che ogni compagnia ha le sue regole. Ma è proprio su quest' ultimo punto che fondo la mia piu' ferma contestazione: trovo che le regole debbano essere enunciate con il fine ultimo di far volare tutti i passeggeri nel pieno rispetto della libertà altrui e, possibilmente, al meglio. Il fatto di arrivare in aeroporto senza l' imbarco con conseguente esborso di 40 € (come mi hai correttamente fatto notare) mi suona molto come un "escamotage" per fare cassa. Penso a quanti, ignari di questo fatto e credo che non siano pochi, ogni giorno si trovano a dover pagare quella cifra: ne consegue che quella "regola" (e, concedimelo, il paragone con easyjet ove questa non vige, mi pare del tutto fondato) frutta quotidianamente molti soldi a ryan, soldi, questo penso, tirati fuori mettendo le mani nelle tasche dei passeggeri.

Per quanto riguarda il mio bagaglio troppo pesante al ritorno, ho ragionato esattamente in funzione di cio' che era successo all' andata: bagaglio da stiva troppo pesante = sposta peso da quello da stiva a quello a mano. Quest' operazione all'andata mi fu concessa, mentre al ritorno mi venne sgarbatamente chiesto di rifare la fila (e l'avevo già fatta 2 volte) se volevo spostare il peso da un bagaglio all' altro. Oltretutto, e per quello che serve garantisco, che il volo programmato per le 17,25 alle 17,10 stava già "rullando". So anche che sembra allucinante ma ti confermo che il volo è partito con i nostri bagagli.

Infine si, l' eccesso del bagaglio a mano era superiore di un Kg (era circa 1.4) e il rilievo ci fu contestato da un' altra, maleducatissima signorina preposta a questo scopo.

C'e' stato un periodo (di 6 anni) in cui anch'io andavo e tornavo da Londra.... ma sempre con Alitalia dato che al tempo le low cost non erano così sviluppate come oggi.


Ti ringrazio per la tua cortese risposta, spero di essere riuscito a chiarire meglio il mio sfogo.
Mario
Messaggio del 24-11-2010, 12:19:48
Utente non registrato

Check in con Ryanair


Cari ragazzi, io sono appena tornato da Berlino per lavoro e purtroppo ho volato con Ryanair prenotandolo su volagratis.it. Ovviamente non sono riuscito a fare il check in online perché i miei dati in possesso da Ryanair non corrispondevano. Morale: ho dovuto pagare 40 euro per ogni tratta ossia 80 euro e non sono stato l'unico. Molte donne hanno anche pagato 45 euro percè avevano la valigia (nei limiti) e la borsa. Loro impongono un solo bagaglio a mano ma non pongono limiti agli acquisti in aereoporto (magari si beccano la percentuale). Io ritengo che sia un abuso o meglio una TRUFFA. Il check in è una procedura di verifica delle credenziali del viaggiatore e nulla di più. E poi sull'aereo sembre di essere al mercato: ti propinano anche i gratta e vinci !!!! E' mai possibile che non sia possibile fare nulla? Perchè non organizzaimo una class action?
Io ho volato solo 3 volte con Ryanair ed ho sempre avuto problemi. Ho volato e continuerò a farlo moltissimo per motivi di lavoro ed anche di vacanza con altre compagnie ma non ho mai subito questi soprusi. Magari qualche disguido ma nulla di più. E poi confermo che sono dei grandissimi MALEDUCATI ed ARROGANTI. TUTTI: dal check in alla riscossione ed al personale di bordo.
anna
Messaggio del 24-11-2010, 12:31:35
Utente non registrato

per Mario


Certo che si puo fare qualcosa: NON VIAGGIARE CON RYANAIR!!!!!! nessuno di obliga a farlo. Non puoi usufruire di un servizio 3 volte e poi dire che e una truffa. Se non ti piace non lo utilizzi.....it's a free world!!!!

Secondo, se tu non sai la differenzza tramite "volagratis.com" e "ryanair.com" e il tuo problema. Se non sai la differenza tra comprare un biglietto diretamente dalla compania oppure da un rivenditore, di nuovo, il tuo problema. La prossima volta vai sul sito di Ryanair diretamente e vedrai che paghi di meno per il biglieto e poi non hai altri problemi.
eddy
Messaggio del 24-11-2010, 12:40:40
Profilo utente
83 messaggi nel forum83 messaggi nel forum

bha


ma come si fa a comprare un bilgietto ryan altrove rispetto al sito ryan.
veramente certa gente mi stupisce sempre più!
john
Messaggio del 20-03-2011, 22:31:26
Utente non registrato

Have a look to this link, it will explain you who you are


http://www.youtube.com/watch?v=JCvQ8y2OmCY


...next time, just follow the RULES !!!
You will avoid problems to yourself and, much more, you will avoid to annoy whoever you involve with your unpleasant behaviour of a typical italian traveller, "clever", in his opinion, because is trying in every way not following what is stated as a RULE ( baggage weight, print-out of the bording pass and standing in the prescript line).
bubi
Messaggio del 29-03-2011, 23:27:30
Utente non registrato

bilancia ryanair taroccata!!!!


volevo solo dire che io ho viaggiato + volte con ryanair senza alcun problema, ma domenica scorsa io e le mie amiche siamo state proprio fregate..... di ritorno da valencia il tipo che imbarcava il volo per bologna si è messo a misurare e pesare tutte le valigie per la prima mezzora d'imbarco, facendo riscuotere 35 euro a botta (non sgarrava nè di 1 cm nè di 1 kg), poi dopo un pò ha smesso (probabilmente perchè sennò si partiva con 1 ora di ritardo!!) e hanno fatto passare qualunque tipo di bagaglio a mano!!!
ma la cosa più bella è che usavano una bilancia NON tarata.
la mia valigia lì in aeroporto pesava 12 kg, a casa, pesata appena rientrata, 10,5; stessa cosa per la mia amica, lì 12 kg, a casa 10!!!
SENZA PAROLE!!!!!!
frontSUS
Messaggio del 05-04-2011, 03:32:17
Profilo utente
51 messaggi nel forum51 messaggi nel forum

re: Have a look to this link, it will explain you who you are


Innanzitutto piena e totale solidarietà a Niccolò, vittima di una vera e propria persecuzione.

E ora passiamo al tipino fine che ha scritto in lingua sassone.
Si è chiaramente in presenza del classico promoter della compagnia che, senza alcuna ediucazione, utilizza una lingua straniera in un luogo frequentato al 99% da italiani, facendo per di più lo sporco razzista nel tentativo di addossare agli italliani atteggiamenti che i passeggeri di altre nazionalità non avrebbero.
Come dire: fatevi tartassare, buggerare, angariare, raggirare, imbrogliare come gli altri acerebrati che vagano zitti e muti per gli aeroporti di mezza Europa e che ci fanno operare in barba a qualsiasi regola di civiltà ed educazione, e non osate tirare fuori la vostra personalità per rifiutare questa specie di bullismo al limite dello stalking, ad opera di impiegati inurbani ed istruiti espressamente per spremervi come limoni.

Ragazzi, se proprio non ne potete fare a meno, evitate come la peste le low cost di ogni genere, con un particolare occhio critico per le aeronavi della filibusta delle isole britanniche. Molto meglio ritrovarsi con 100 euro in meno in saccoccia che rischiare un travaso di bile ogni volta si entra in contatto con certi luridi bastardi!
ViaggiareLeggeri
Messaggio del 05-04-2011, 12:32:29
Profilo utente
1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum

Caro FrontSUS, bentornato


@ FrontSUS,
E ora passiamo al tipino fine che ha scritto in lingua sassone.
Si è chiaramente in presenza del classico promoter della compagnia

Puo' essere. Non so se si chiami John o Gianni, ma scrive dall'Italia (dalla Puglia, mi pare).

(...) senza alcuna ediucazione, utilizza una lingua straniera in un luogo frequentato al 99% da italiani[quote]
Ben rilevato. Avevo pensato di rimuovere quel messaggio per il fatto che non e' in inglese, poi ho lasciato stare, pensando che avrebbe stimolato una discussione.

[quote](...) facendo per di più lo sporco razzista nel tentativo di addossare agli italliani atteggiamenti che i passeggeri di altre nazionalità non avrebbero.

E' da quindici anni che viaggio in aereo, e sono dieci anni che vivo all'estero, e devo concordare con il nostro lettore anglofilo: se osservi dieci stranieri all'imbarco di un volo Ryanair, uno o due avranno il bagaglio fuori misura. Se osservi dieci italiani nelle stesse circostanze, saranno cinque o sei ad avere il bagaglio fuori misura. Se ci danno un limite di dieci chili per il bagaglio a mano, cercheremo di arrivare a 9,999 kg, o magari oltre; portarsi dietro solo nove chili, o otto, ci lascerebbe l'amara sensazione di non aver usufruito di qualcosa che avevamo a disposizione.

Come dire: fatevi tartassare, buggerare, angariare, raggirare, imbrogliare come gli altri acerebrati che vagano zitti e muti per gli aeroporti di mezza Europa e che ci fanno operare in barba a qualsiasi regola di civiltà ed educazione

Vuoi dire che acquistare un biglietto, dichiarare che conosci e rispetterai le condizioni del relativo contratto, e poi in effetti RISPETTARLE equivale a "farsi imbrogliare"? Non e' che Ryanair faccia segreto delle dimensioni del bagaglio a mano consentite (e non e' che sia l'unica ad avere dimensioni "anomale", come puoi leggere qui). Se vuoi viaggiare con Ryanair/easyJet/altra low cost, rispetta le loro regole. Se vuoi viaggiare con Alitalia, dopotutto, rispetterai le loro regole, no?

Riguardo a quel "gli altri acerebrati che vagano zitti e muti per gli aeroporti di mezza Europa ": grazie, e pensare che a me pareva che acquistare un biglietto aereo e usarlo rispettando il regolamento del vettore - accettato al momento dell'acquisto - fosse cosa normale e ragionevole.
E visto che hai menzionato il razzismo, pare proprio che tu abbia voluto darcene un esempio, dal contesto della tua frase si evince che quegli "acerebrati" (sic)(in italiano si dice "decerebrato") siano quei poveretti che non hanno avuto la fortuna di nascere italiani...

(...) non osate tirare fuori la vostra personalità per rifiutare questa specie di bullismo al limite dello stalking

Usare la propria "personalita" per rifiutare questa "specie di bullismo al limite dello stalking"? Scherzi? Non e' che ci sia stato ordinato dal dottore, di volare con Ryanair o con altre linee low cost. E' una scelta consapevole che una persona matura dovrebbe fare in modo giudizioso: se voglio volare con questa linea aerea, devo rispettare le sue regole.

Sullo stalking: tra tutte le accuse sporte dai lettori di questo sito alle linee aeree, lo stalking non e' mai comparso: il personale di volo non ti segue a casa quando lasci l'aeroporto, non ti telefona ripetutamente alle ore piu' assurde, non lascia messaggi in portineria. Per ora.

(..) un particolare occhio critico per le aeronavi della filibusta delle isole britanniche.

Certo, infatti le linee aeree low cost italiane non hanno problemi. Mai sentito parlare di Myair?
Partecipa alla rubrica Il tuo bagaglio!
frontSUS
Messaggio del 06-04-2011, 02:49:59
Profilo utente
51 messaggi nel forum51 messaggi nel forum

re: Caro FrontSUS, bentornato


@ ViaggiareLeggeri,

scrive dall'Italia (dalla Puglia, mi pare)


Male!
E secondo quanto scritto nel precedente messaggio, lo considero ancor più grave.

E' da quindici anni che viaggio in aereo...


Viaggio da un po' più di tempo di te, esattamente da quando avevo 12 anni. Si parla del lontano 1972, ovvero (ahimé!) quasi 40 anni fa! :-) Ho osservato perciò tutti o quasi tutti gli stranieri nei vari aeroporti del mondo che ho toccato e, concordo con te, gli italiani sono un mondo a parte. Nessuno lo può negare, soprattutto noi che italiani lo siamo per davvero!
Anch'io viaggio spessissimo all'estero e, pur non vivendoci, mi accorgo che in quanto a civiltà siamo sempre in coda a molti altri. Non dico a tutti, ma a buona parte dell'umanità che ha la fortuna di vivere nella parte del mondo cosiddetta civilizzata.
Ciò non salva i comportamenti incivili che possono annidarsi in qualsiasi essere umano, a prescindere dalla nazionalità di provenienza.

Assodato l'ovvio, torno a bomba sul comportamento delle compagnie "low cost" che, come EJ, cambiano ed adeguano le cosiddette *regole* a proprio piacimento, senza alcun rispetto per i clienti che hanno acquistato biglietti in precedenza.
Lo scrivevo infatti anche su it.hobby.viaggi, soprattutto riguardo alla compra vendita via web, stipulata tra l'acquirente/passeggero e la società fornitrice del servizio, ovvero la compagnia aerea. Nel caso si instaura un vero e proprio contratto, regolato dalla legge italiana attraverso il codice civile.

Se, come nel mio caso, mi ritrovo 4/5 biglietti in saccoccia, acquistati con largo anticipo, accettando in toto le loro *condizioni* (alcune delle quali - va sempre ricordato - sono in palese violazione dei regolamenti IATA e delle leggi europee sull bagaglio a mano), indicate sul sito, al momento dell'acquisto, mi girano enormemente le balle quando mi accorgo che mi hanno cambiato le carte in tavola. Ancor di più se un'importante variazione contrattuale mi viene comunicata appena due giorni prima dell'entrata in vigore.
Il cambiamento delle *regole* andrebbe effettuato rispettando i precedenti contratti stipulati. Se, nonostante la legge, non vogliono farlo, almeno diano la possibilità al passeggero che l'informativa venga recepita in maniera adeguatamente anticipata, e non soli 2 giorni prima. Inoltre, un periodo di transizione in totale franchigia, in cui il passeggero che ha acquistato biglietti nei mesi o giorni scorsi, sia in grado di apprendere direttamente in aeroporto dell'introduzione della nuova disposizione. Come ultima cosa, la possibilità inderogabile, a totale discrezione del clliente, di recedere dal contratto, variato unilateralmente dalla compagnia, attraverso l'istituto del rimborso totale.
Questa sarebbe l'unica via per una politica sana e trasparente che metterebbe il passeggero nelle condizioni di poter credere che la compagnia agisce per fini diversi da quelli molto più materiali del fare cassa a qualunque costo.

"acerebrati"


Ammetto di aver esagerato e me ne scuso, ma era un modo come un altro per far capire che atteggiamenti eccessivamente passivi non fanno che favorire l'arroganza del management di certe compagnie che nel tempo potranno permettersi di fare di tutto e di più, senza alcun riguardo per la dignità del passeggero.

Quanto alla *disquisizione lessicale*, ammetto di aver dimenticato di apporre il virgolettato al *neologismo*. Con l'apposizione dell'alfa privativo greco, al posto del più vago prefisso latino, desideravo infatti rimarcare una completa "assenza" di cervello, non già indotta da pratica chirurgica, quanto da patologia congenita.

bullismo al limite dello stalking


Nessuno ci ordina di volare con loro, ma nessuno ci costringe a subire comportamenti inurbani da parte del personale di una compagnia aerea, low cost o meno che sia, a terra quanto in aria. Soprattutto se il motivo il più delle volte viene a risiedere in un'incomprensione e/o un frantendimento.
E' piuttosto facile accorgersi di chi vuole fare il furbo. Ma è altrettanto facile accorgersi quando la compagnia agisce da furba per fare cassa, come nel caso che ho riiportato solo ieri.

Mai sentito parlare di Myair?


Non ci ho mai volato, ma ricordo che il numero di passaggeri che vola con la filibusta è ampiamente superiore a qualsiasi altro vettore low cost europeo, e finanche mondiale. Ragion per cui, ciò che fanno loro è sotto i riflettori sempre e comunque, anche quando non vorrebbero che accadesse... :-)
Ant
Messaggio del 12-04-2011, 21:49:10
Utente non registrato

Si risparmia? solo se tutto va alla perfezione.


Provate ad avere la necessità di chiamare l' assistenza...
Il call center ha dei costi da hotline, cominciate a pagare ancora prima di parlare, durante le spesso lunghe attese, stranamente la linea cade o comunque se superate i 15 euro (facile bastano dai 10 ai 15 minuti, a seconda se chiamate da casa o cellulare)la telefonata viene interrotta magari prima di aver potuto esporre il problema.
(quindi bisogna cominciare da capo)
Tentare la risoluzione di un piccolo problema mi è costato oggi ben 40 euro di chiamate , e nonostante alla fine mi sia stato detto che il disguido sarebbe stato risolto , così non è stato...
Risultato:
Non potrò partire con il volo prenotato, perdendo anche 282 euro di biglietti per un totale di 322 euro buttati via.
Siccome tutte le condizioni sono indicate sul sito, non si può parlare di truffa, ne ottenere soddisfazione legalmente.
Ciò non toglie che non penserò mai più a viaggiare con una compagnia con la quale si rischia di incorrere in queste difficoltà per un banale errore di battitura.
frontSUS
Messaggio del 12-04-2011, 22:13:58
Profilo utente
51 messaggi nel forum51 messaggi nel forum

Non chiamateli mai per telefono!


Per quanto possa servire, e anche alla luce della brutta esperienza di Ant, sconsiglio caldamente di utilizzare il telefono per contattarli. Meglio, molto meglio il loro sito alla voce contatti, compilando il form che troverete.

Purtroppo il telefono a prezzi dei porno 899 è un'altra delle caratteristiche delle low cost per cercare di spillare soldini extra ai propri polli ... ahem ... clienti.

Nessuno vuole negare che grazie alla loro presenza i prezzi dei voli nel tempo si sono considerevolmente abbassati, anche per le compagnie di bandiera, ma nessuno deve dimenticare che il tratto selvaggio con cui viene trattata una clientela appena appena fuori dai limiti (variabili) da loro stessi imposti, è come minimo sgradevole.
lUCIO
Messaggio del 25-04-2011, 14:02:59
Utente non registrato

MAI PIU' CON CACCOLAAIR


RYANAIR PESSIMI!
VERONA MADRID 7 ORE DI VIAGGIO.

SEMBRA DI SPENDERE POCO MA ALLA FINE SPENDI DI PIU'.

COME LE GITE ORGANIZZATE CON I BUS A QUALCHE SANTUARIO: A SOLI 33 EURO.
POI CI SONO GLI EURO PER LA PRENOTAZIONE.
POI CI SONO GLI EURO PER IL BAGAGLIO.
POI CI SONO GLI EURO PER IL CECK IN VELOCE.
POI CI SONO GLI EURO PER BERE IN AEREO.
POI CI SONO GLI EURO PER MANGIARE IN AEREO.

TOTALE
SPENDO DI PIU' CHE CON QUALSIASI ALTRA COMPAGNIA.
SONO STRETTO COME UNA SARDINA, HO IL SEDILE DAVANTI A ME A SOLI 10 CENTIMETRI E NON POSSO ABBASSARE LO SCHIENALE PER RILASSARMI, SEMPRE SVEGLIO.

POI SULL'AEREO PASSANO E TI VOGLIONO VENDERE DI TUTTO ANCHE LE PENTOLE.
VOLEVANO VENDERMI I GRATTA E VINCI, I GIORNALI, I PROFUMI LE SIGARETTE.

CHE COMPAGNIA DI M.
MAI PIU' CON LA VOSTRA PSEUDOCOMPAGNIA.
INVIERO' AL MONDO LA MIA ESPERIENZA PESSIMA DI VOLO CON LA VOSTRA PSEUDOCOMPAGNIA.

RYANAIR SE LA CONOSCI LA EVITI.
SE LA EVITI RISPARMI.

NON VOLERO' MAI PIU' CON VOI!
giuseppe
Messaggio del 26-04-2011, 11:57:11
Utente non registrato

7 ore verona-madrid?


Ma sei andato in auto? Certo che devi aver pestato sull'acceleratore...magari la prossima volta prendi l'aereo, farai più presto e magari risparmierai un bel po' di soldi di carburante e pedaggi autostradali...ti consiglio Ryanair!
Fabry
Messaggio del 12-05-2011, 13:18:22
Utente non registrato

Io viaggio da anni con Ryanair


salve, io viaggio da anni con Ryanair e negli ultimi 7 mesi ho fatto 14 voli, il prossimo il 31 maggio 2011 e ritorno con moglie e due bimbi il 9 giugno 2011, io da quando viaggio con Ryanair mi son trovato sempre bene, mai avuto un ritardo sempre puntuale e a volte arrivato qualche minuto prima, per l'acquisto del biglietto online basta avere delle cortezze, prima di cliccare su acquista prenotazione e meglio rileggere tutti i dati emessi, io quando acquisto se pago ad esempio 20 euro pago quelli e basta e senza problemi, poi e logico se tu vai con un bagaglio a mano che pesa 11 kg invece di 10 all'ora sei tonto tu perchè il regolamento del bagaglio a mano c'è, in tutti i miei viaggi ho visto gente che si lamentava del bagaglio a mano, ma se Ryanair dice 10 kg 10 kg deve essere, poi sul fatto di perdere l'aereo, molte volte mi è capitato di vedere richiamare i nomi di qualche deficiente che non si è presentato e devo dire che il personale prima di chiudere chiama diverse volte, se bisogna stare li un ora prima per i voli nazionali e due per quelli internazionali, perche aspettare ad andarci nell'ultima mezzora. Prima di volare imparate ad eseguire le regole, poi per problemi su contatti o assistenza telefonica non discuto anche perchè ripeto non ho mai avuto bisogno, io viaggerò sempre con Ryaniar , a presto e buon viaggio
Elena
Messaggio del 15-06-2011, 14:55:01
Utente non registrato

biglietti rayanair


è vero comperare il biglietto sul sito, sono tre giorni che ci provo e al momento di inserire o no l'assicurazione in sito si blocca!!!
e non si riesce più a farlo andare avanti!!

eddy
Messaggio del 15-06-2011, 16:11:48
Profilo utente
83 messaggi nel forum83 messaggi nel forum

bha


ho appena prenotato 2 voli e tutto è andato bene come al solito: forse perchè ho usato il sito ryanair e non raynair...
x l'assicurazione è sufficiente mettere "no assicurazione" nel menu a tendina con tutte le nazioni
Fabrizzio
Messaggio del 17-06-2011, 17:20:27
Utente non registrato

nuovo viaggio


cari amici come vi avevo detto ho fatto andata e ritorno da londra a brindisi e viceversa o meglio londra stansted brindisi, e brindisi stoccolma, stoccolma london gatwick, tutti e tre voli in perfetto orario... anzi il volo brindisi stoccolma è partito con 5 minuti di anticipo... ho sono solo fortunato io oppure booo, se non riesci a fare i biglietti sul sito perchè si bòlocca la pagina sicuramente hai qualcosa che ti blocca il server... io quando faccio il biglietto non mi ha fatto mai nessun tipo di problema , preciso che viaggio sempre senza assicurazione senza nessun priorità...
e non parlo di solo pochi viaggi ... tra 15 giorni riparto nuovamente... buon viaggio a tutti e buon divertimento..
Antonio
Messaggio del 10-07-2011, 11:32:30
Utente non registrato

Non solo una truffa trattano la gente come bestie


Ieri sono tornato da Barcelona. All'aeroporto El Prat il personale spagnolo della compania tratta le persone come bestie. Io capisco tutto è un volo che non da molti servizi ma arrivare a fare gli ss con i passegeri non gli è consentito. La signorina ( signorina perchè brutta com'era non potrà mai diventare una signora) sapeva solo insultare la gente , giovani e vecchi senza nessuno srcupolo. Mi ci vuole una giornata per spiegare cosa è successo li , ma mi limito a dire solo che io è la prima volta e l'ultima che prendo questa compania. Vi consiglio anche a voi di fare lo stesso.
Giancarlo
Messaggio del 10-07-2011, 20:30:56
Profilo utente
204 messaggi nel forum204 messaggi nel forum204 messaggi nel forum

X Antonio.


Anch'io sono tornato da Barcellona poco tempo fa' ma non gli ho dato modo di farmi insultare. Comunque secondo me non si dovrebbe fare di tutta l'erba un fascio! Non e' che x colpa di una st.... ci deve passare tutta la compagnia! Sarebbe giusto pero' segnalare il suo comportamento ai responsabili....
Fabry
Messaggio del 17-07-2011, 23:34:59
Utente non registrato

infatti


infatti se una dipedente è maleducata non vuol dire che la compania non è buona, io ho appena fatto 4 voli tra il 5 e 11 luglio con moglie e due bambini, personale educato e viaggio in orario senza problemi...non riesco a capire come fatte ad avere questi problemi, ridico che con questi ultimi voli ne ho fatti 22 in solo 8 mesi e tutti con ryanair.. mi ci trovo bene sia come prezzo che come compania. a presto e seguite bene le regole e vedrete che viaggerete tranquillamente senza problemi, a presto
frontSUS
Messaggio del 18-07-2011, 09:37:47
Profilo utente
51 messaggi nel forum51 messaggi nel forum

x Fabry


Dipendenti maleducati ce ne sono sempre stati, in ogni compagnia. Alitalia, tanto per citarne una NON a caso, per molti anni ha avuto la Palma d'Oro al riguardo. La questione cambia leggermente quando la maleducazione (a cui aggiungo anche una certa "rocciosità" di comportamenti), diventa prassi. In quel caso vuol dire che per gli impiegati c'è stato probabilmente un "training" specifico. Capisco bene che chi viaggia vuole sempre ottenere il massimo col minimo della spesa, ma nemmeno deve essere concesso alle compagnie in affanno perenne di utili, di trasformare le aeromobili in carri bestiame in cui ammassare quanta più gente possibiile, utilizzando metodi che definire bruschi potrebbe apparire eufemistico...
Fabry
Messaggio del 23-08-2011, 00:57:27
Utente non registrato

x front


io di questi problemi non l'ho mai avuti e mai visti, poi non diche cavolate che vi ammassano come bestiami, posti in piedi non c'è ne stanno pr nessuno, ognuno ha il suo posto ed a volte ho avuto anche dei posti liberi affianco al mio, secondo me voi non avete mai viaggiato o se avete viaggiato cercate tutti i confort, perche non vi prendete un aereo privato o uno con la prima classe così non vi lamentate a parte i prezzi... cercate di viaggiare con testa e di seguire le regole e vedete che non avete nessun problema.
ps. ultimo viaggio con la famiglia brindisi roma roma gatwick senza nessun problema o ritardo e personale disponibile..
Marcos2000
Messaggio del 13-09-2011, 01:45:33
Profilo utente

Al di la delle esperienze personali...


Credo che nessuno possa sentirsi completamente al riparo dai disguidi che a volte capitano viaggiando con compagnie aeree dove l'attenzione al cliente non è di certo il primo obiettivo qualitativo.
Fino a quando tutto va bene, le consideriamo ottime scelte, sopratutto perchè possiamo viaggiare con pochi soldi,per poi accorgerci di quanto sia importante nel momento critico poter contare sulla capacità di assistenza dell'organizzazione senza essere costretti a spendere fortune con dei numeri a pagamento.
Dopo vari solleciti sono stato rimborsato di 100 mila lire (anno 2001) per un bagaglio smarrito e mai più ritrovato.
Senza contare che prenotare un volo è un intricato groviglio di tariffe, auto, alberghi, trolley, assicurazioni, siti che si bloccano...
Vi ispira sinceramente fiducia tutto questo?
A me sembra il sito di una compagnia di pulman.
Preferisco viaggiare un po meno ma cerco di tutelarmi maggiormente se possibile.
In fin dei conti basta una volta, ve lo assicuro.



teo
Messaggio del 30-09-2011, 19:07:31
Profilo utente

non è una truffa


è solo che hanno le bilance tarocate
Erika
Messaggio del 02-10-2011, 14:28:10
Utente non registrato

Mah....


Premetto che mi dispiace per coloro che hanno avuto disavventure con la ryan, detto questo io negli ultimi 2 anni avro' volato 30 volte. abito a dublino e vado e vengo da bologna con mio figlio di 2 anni spesso e volentieri. irrita tantissimo vedere viaggiatori che si considerano esperti e soprattutto vogliono fare i furbi con le valigie. se tutti facessero come chi e' davvero abituato a volare non ci sarebbero problemi. il bagaglio deve essere conforme in peso e misure. ci sono bilance ovunque, misuratori dappertutto. non volete pagare la sovrattassa??? controllate prima di andare al check in!!! non volete pagare per il check in?? fatelo online!! a me arrivano 2 mail prima di ogni volo... non e' difficile eh! :) vero che il personale non e' dei piu' cordiali, ma per ogni volo devono avere a che fare con 30-40 persone che nonostante sappiano benissimo le regole si sforzano di non capirle e oltretutto rompono le scatole! mi dispiace per coloro che si sono sentiti truffati, magari avete an he ragione, ma io che viaggio davvero spesso nn ho mai avuto un problema. e chi perde l'aereo.... ragazzi, i bagagli si possono depositare 2 ore prima del volo, basta organizzarsi un attimino!
frontSUS
Messaggio del 02-10-2011, 15:03:13
Profilo utente
51 messaggi nel forum51 messaggi nel forum

Ci sarà sermpre chi è contento e chi è scontento


Fermo restando che le regole vanno rispettate, esse valgono anche per chi fornisce il servizio, non solo per i passeggeri. Eluderle o tentare di fare i furbi è anche (o soprattutto?) una loro prerogativa.
Ryanair la conosco pochissimo perché le mie esperienze con le low cost si limitano a EasyJet, ma più di una volta ho aperto il loro sito e sono stato preso dallo sconforto per le tante troppe trappole che ho trovato sparse sul percorso di una semplice prenotazione.
Resta assodato che questa è solo la mia opinione, liberi di non essere d'accordo, come meglio credete, ma rispettando il pensiero altrui... :-)
Pubblicita'
Aiuta ViaggiareLeggeri, compra una delle nostre magliette!
Giancarlo
Messaggio del 02-10-2011, 20:47:24
Profilo utente
204 messaggi nel forum204 messaggi nel forum204 messaggi nel forum

X Erika


Anche io sono d'accordo con te.
Viaggio abbastanza per lavoro e mi piace documentarmi sempre prima.
Non mi piace dare la possibilita' di farmi ripprendere e non mi piace prendere le cose troppo alla leggera.
Fermo restando che attorno a noi e' pieno di furbetti !

andmosc
Messaggio del 01-11-2011, 08:38:28
Profilo utente

Esempio di convenienza


ciao a tutti
dovendo viaggiare per forza durante le vacanze di pasqua vi porto il mio esempio
milano londra 2 adulti + 2 bambini dal 05/04 al 07/04
ryanair 540 euro con priorità
easyjet 600 euro con priorità
alitalia 598 euro
ba 680 euro
il biglietto ryanair costa 54 euro a/r ma come vedete il totale è ben diverso
stansed non è heathrow e con il bilgietto del treno mi faccio 3 giorni sui trasporti pubblici
voglio solo dire che non sempre le low cost sono imbattibili
per risparmiare con ryanair spesso bisogna viaggiare dal lunedì al giovedì, magari partire di sera e arrivare di mattina (1 notte di albergo in più) cose che non sempre sono possibili
ciò non toglie che ho viaggiato con ryanair quando la tariffa ( e gli orari ) era la migliore e mi sono sempre trovato bene



Andrea
rencos
Messaggio del 04-11-2011, 12:58:35
Profilo utente
47 messaggi nel forum

Per andmosc


Sono perfettamente d'accordo con te: le linee aeree vanno scelte non per ideologia ma per convenienza (in termini sia economici sia di orari).
Solo un paio di precisazioni (forse ho capito male io quello che hai scritto):
1) anche con le altre compagnie da te citate il prezzo effettivo del volo è ben diverso da quello che paghi alla fine: se ho visto bene, in quei giorni i voli BA costano € 70 a persona a tratta, il resto (cioè € 400 circa) sono "Tasse, oneri, spese e supplementi";
2) è vero che il biglietto ferroviario da Stansted a Londra non è proprio a buon mercato (£ 82.00 A/R), ma Heathrowexpress è comunque più caro (£ 96.00): la soluzione migliore a quel punto è Heathrowconnect con i suoi £ 49.40 che però - se non ho fatto male i conti - portano a ritenere nel complesso la soluzione Ryan come la più conveniente.
Ciao.
andmosc
Messaggio del 04-11-2011, 13:21:50
Profilo utente

X rencos


concordo con la tua analisi, ma da heatrow si può prendere la metro zona 6 che costa molto , ma molto meno (bambini gratis fino a 11 anni e altre agevolazioni ) ripeto con circa 80 euro la famiglia viaggia a Londra per 3 giorni trasf da e per aeroporto compresi
rencos
Messaggio del 04-11-2011, 13:52:35
Profilo utente
47 messaggi nel forum

X andmosc


Verissimo anche questo, solo che io non pur amando usare la tube in città preferisco non prenderla da/per Heathrow .... ora però finiamola qui altrimenti l'adm ci banna per essere andati off topic! :-)
egad
Messaggio del 27-11-2011, 13:08:54
Profilo utente

Gita scolastica finita in truffa per colpa di Ryanair


Sono insegnante e ho volato centinaia di volte. Organizzo una gita a Londra con una collega e la nostra classe del quinto anno. 17 persone in tutto. Andata da Parma senza problemi. Al ritorno da Stanstead effettuiamo il check in dei bagagli da imbarcare e ci rechiamo al controllo sicurezza 1 ora prima della chiusura del gate. Tutti i bagagli a mano delle studentesse vengono aperti ed effettuano analisi chimiche sui prodotti (tutti entro i 100 ml) che trovano. Dopo un'estenuante attesa ci affrettiamo al gate che risulta chiuso. L'aereo è lì, di fianco a noi, con le ultime persone che stanno entrando. Chiediamo al personale di terra di farci salire, supplichiamo, spieghiamo che siamo una classe in gita scolastica...tutto inutile. Unica risposta: dovete prenotare un altro volo. Dopo mille peripezie troviamo posto, ripagando per 174 euro a persona, su un volo per Ancona il giorno successivo. Per prenotare usiamo le postazioni internet dell'aeroporto che costano 1 sterlina /10 minuti, in più ogni stampa della carta d'imbarco costa una sterlina. Ci siamo sentiti truffati, trattati male, abbiamo dormito in aeroporto e il giorno successivo abbiamo nuovamente rischiato di perdere il volo perchè hanno pubblicato il numero del gate 15 min prima della sua chiusura!!! Ora faremo azioni di protesta come Istituto scolastico..ma non so a quanto serviranno. Non volerò mai più con Ryanair!!!
frontSUS
Messaggio del 27-11-2011, 13:40:33
Profilo utente
51 messaggi nel forum51 messaggi nel forum

Re: Gita scolastica finita in truffa per colpa di Ryanair


Esprimo tutta la mia solidarietà alla scolaresca bloccata a Stansted. Le compagnie come Ryanair sono fatte per far sorgere o creare problemi anche quando non ci sono. Evitatele come la peste e se proprio non ne potete fare a meno e dovete usarle per assenza di alternativa sulle destinazioni che vi interessano, siate estremamente poco collaborativi. Ricordate che loro non lo sono, né lo saranno MAI!
Giancarlo
Messaggio del 27-11-2011, 22:31:08
Profilo utente
204 messaggi nel forum204 messaggi nel forum204 messaggi nel forum

RE : Gita scolastica...


Certo che quando ci si mettono...
D'altronde se avete perso il volo non e' mica colpa vostra! Potrebbero essere querelati anche per il ritardo e per mancato profitto!
Qualcuno ha filmato l'accaduto?

rencos
Messaggio del 28-11-2011, 09:33:33
Profilo utente
47 messaggi nel forum

Gita scolastica


Comprendo vivamente il disappunto per quanto accaduto, specie considerando la responsabilità che, come insegnante e accompagnatore, hai nei confronti degli alunni.
Ho volato infinite volte con Ryanair, partendo quasi sempre da Stansted senza mai avere un problema. Purtroppo è risaputo che Ryanair applica con rigidezza quasi maniacale (a volte, obiettivamente, esagerando) le condizioni di trasporto: e c'è poco da fare, perché quando si acquista il biglietto si dichiara espressamente di accettarle, compresa quella che prevede la tassativa chiusura del gate 20 minuti prima della partenza del volo. Nel vostro caso, da quello che dici l'intoppo non è stato causato da Ryanair ma dagli addetti alla sicurezza: in effetti è strano che l'intero gruppo sia stato sottoposto a controlli così approfonditi (addirittura analisi chimiche ?!?!). Mi rendo conto che non è la cosa che vorresti sentirti dire, ma forse quando si è in tanti bisognerebbe arrivare in aeroporto con un anticipo maggiore di quando si viaggia in coppia o in un piccolo gruppo: anche se presentarsi ai controlli di sicurezza un'ora e venti minuti prima della partenza del volo è di solito un tempo più che sufficiente, proprio quando si è in tanti occorrerebbe prendere in considerazione che possono sempre verificarsi degli imprevisti.
Ciao
Kerrigan77
Messaggio del 28-11-2011, 12:49:25
Profilo utente

Spiacente


Quando si viaggia low cost ci sono sempre delle cose importanti da sapere. A me dispiace leggere certe cose ma si tratta d'errori che si commettono una volta sola.
frontSUS
Messaggio del 28-11-2011, 14:27:14
Profilo utente
51 messaggi nel forum51 messaggi nel forum

Re: Spiacente


Considera che su "errori" innocenti come questi le low cost marciano alla grande!
Un gruppo di 19 persone costretto, da manovre al limite del lecito, a dover ricomprare il biglietto, a prezzi maggiorati dalla vicinanza della data di partenza. Il tutto alimenta le casse di un'azienda che adopera metodi che definire "scandalosi" non fa inquadrare esattamente i termini del problema.

******************************************
E' stato scritto:
**
si tratta d'errori che si commettono una volta sola.
**
rencos
Messaggio del 28-11-2011, 14:58:46
Profilo utente
47 messaggi nel forum

Per frontSUS


Come ho scritto nel mio post precedente, la cosa singolare nella vicenda della scolaresca è il tempo trascorso ai controlli di sicurezza, che - scusate se mi ripeto - non dipendono da questa o quella compagnia aerea.
Se a ciò si aggiunge che a Stansted solitamente i gates di partenza dei voli per l'Italia sono fra i più distanti (anche 15 minuti dopo i controlli di sicurezza), ecco spiegato l'arrivo a gate ufficialmente chiuso (20 minuti prima dell'orario di partenza). Che Ryanair sia particolarmente rigida nell'applicare le regole, è senza dubbio vero; ma sono regole che, al momento della prenotazione, si dichiara di avere letto, compreso ed accettato. In particolare, l'art. 6.7 delle Condizioni generali così dice:
"6.7 I passeggeri devono presentarsi alla porta di imbarco al massimo trenta (30) minuti prima dell’orario di partenza. L’imbarco chiude venti (20) minuti prima della partenza. Nel caso di arrivo successivo a tale tempo limite alla porta di imbarco non verrete accettati per il viaggio. Per viaggiare con un volo successivo, vi verrà richiesto di effettuare e pagare una nuova prenotazione."
Quindi, purtroppo, non è una truffa: Ryanair ha il diritto di rifiutare l'imbarco a chi si presenta al gate in ritardo anche solo di un minuto, quale che ne sia il motivo (e in questo caso, come sembra, il motivo NON dipendeva da Ryanair).
ileana
Messaggio del 16-12-2011, 19:59:33
Profilo utente
10 messaggi nel forum

QUALCUNO MI SA DIRE ..


Ho preso 4 biglietti per Santiago di Compostela con Ryanair per andare a natale con la mia famiglia in Spagna da mio fratello ho fatto check in on line tutto fatto.. ma leggo e leggo e sono spaventata a morte perche ho letto che a volte fanno overbooking e poi per gestire la cosa invece di dirlo apertamente rallentano l'imbarco per fare in modo che a la chiusura del gate ci siano persone "fuori orario" cosi non devono risarcire il passegero.. vorrei sapere se a qualcuno qui e succeso.. o sono persone che veramente arrivano in ritardo e poi danno la colpa a Ryanair?
Giancarlo
Messaggio del 16-12-2011, 21:34:51
Profilo utente
204 messaggi nel forum204 messaggi nel forum204 messaggi nel forum

RE : overbooking


Mah... Non mi risulta...
Spesso puo' capitare che alcuni possano arrivare un po' in ritardo ma tu per sicurezza mettiti in fila tra i primi cosi' non avrai alcun problema!
Buon viaggio.
ileana
Messaggio del 16-12-2011, 22:47:49
Profilo utente
10 messaggi nel forum

GRAZIE GIANCARLO


Grazie Giancarlo, gentillissimo, chiedevo proprio perche anche se sono una che arriva addiritura con 4 ore d'anticipo questa volta viaggio con le mie due figlie una e piccola e molto attiva e faro fatica a tenerla in fila, pensavo di fare a turni con mio marito per seguirla ma sono sicura che gli altri passeggeri in coda si infurierarno perche penserano che vogliamo fare i furbi (l'ho gia visto questo ateggiamento), mi sa che paghero la priorita all'arrivo ad orio, grazie Giancarlo.
alesino
Messaggio del 16-12-2011, 23:38:36
Profilo utente
90 messaggi nel forum90 messaggi nel forum

Per Ileana


A me sembra una bufala questa dell'overbooking, in ogni caso io non pagherei la priorità manco morto, e te lo dico da padre di due vispi frugoletti!
IO genralmente seguo la regola dell'ultimo a imbarcarsi anche erpchè così aspetto seduto con calma senza fare la coda, i bimbi giocano o si rilassano, entriamo gli utlimi 4 e chiedo alla hostess come fare per stare vicini, di solito i passeggeri fanno a gara per offirsi a cambiare posto: non per bontà ma per scongiurare il rischio di due ore di volo con una bimba di fianco che piange sconsolata e vuole papà..
Finora ha sempre funzionato!
Giancarlo
Messaggio del 17-12-2011, 18:40:00
Profilo utente
204 messaggi nel forum204 messaggi nel forum204 messaggi nel forum

RE : overbooking


Anche io sinceramente volevo fare l'imbarco prioritario ma dopo aver visto che comunque salivano sull aereo appena se non quasi con gli altri mi e' sembrata una cosa superflua.
Infatti e' meglio salire tra i primi o come dice alesino tra gli ultimi. Tanto il posto c'e' per tutti!

ileana
Messaggio del 17-12-2011, 22:05:08
Profilo utente
10 messaggi nel forum

CI SARA??


E proprio questo che non so con certezza.. ci saranno i posti???? e se non ci sono?? sicuramente e meglio lasciare fuori una famiglia con bambini (piu tranquilita)!!
eddy
Messaggio del 18-12-2011, 19:08:07
Profilo utente
83 messaggi nel forum83 messaggi nel forum

Overbooking ryan


a mia conoscenza Ryan non fa overbooking. i posti sicuramente ci sono. concordo con chi suggerisce di evitare di acquistare l'imbarco prioritario; personalmente ritengo che siano soldi buttati.
ileana
Messaggio del 18-12-2011, 20:57:47
Profilo utente
10 messaggi nel forum

IN TEORIA NON FA OVERBOOKING


CERTAMENTE E UN PO STRANO CHE QUALCHE PERSONA RACCONTA DI CODE AL GATE CHE RALLENTANO TROPPO A POSTA PER LASCIARE GLI ULTIMI FUORI ORARIO ANCHE SE CI SONO LI DA UN PEZZO... MA CHI LO SA..MA GRAZIE PER I CONSIGLI MI TRANQUILIZZANO UN PO
vaffanculo
Messaggio del 03-01-2012, 21:59:32
Profilo utente

Ryanair? Per me è una delle migliori


Da molti anni volo spesso con la Ryanair e devo dire che non ho mai avuto problemi: sì, un problema c'è stato tempo fa a causa di un ritardo nella partenza per Londra, ma senza alcuna difficolta hanno subito accettato di spostarmi il volo al giorno successivo senza farmi pagare alcun sovrappprezzo.
Io mi comporto come richiesto dalle regole di Ryanair, arrivo sempre con i documenti in regola, la carta d'imbarco a posto col check-in ed il bagaglio che rispetta dimensioni, pesi richiesti e ovviamente non ho mai avuto problemi con questa compagnia.
Ritengo che se tutte le persone che si lamentano della Ryanair imparassero a comportarsi correttamente come me, questo forum non avrebbe più motivo di ricevere lamentele.
Alcune persone si sono lamentate delle poca cortesia degli assistenti di bordo: io mi meraviglio invece per la pazienza che questi assistenti riescono ad avere con certi passeggeri maleducati ed arroganti come ad esempio quelli che appena saliti per primi a bordo, bloccano senza alcun motivo l'accesso alle persone che seguono ritardando così i tempi d'imbarco.
Per concludere: beh, ho appena finito di prenotare un volo Ryanair !!

ViaggiareLeggeri
Messaggio del 24-07-2012, 14:08:36
Profilo utente
1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum

Imbarco prioritario Ryanair (e easyJet)


Concordo con Eddy, l'imbarco prioritario non mi pare un buon investimento ne' con Ryanair ne' con easyJet. Ecco quel che succede in un aeroporto medio:

- I passeggeri che hanno pagato per l'imbarco prioritario vengono chiamati prima degli altri e passano l'ultimo controllo in aeroporto. Salgono sul bus che li portera' all'aereo.

- Se l'aeroporto e' nel Mediterraneo o nei dintorni (Sharm el-Sheik, per esempio, il bus-navetta coi passeggeri 'prioritari' non riuscira' a partire immediatamente. Cisterne, altri autobus, la Panda del tizio che deve andare a controllare che le pizze dei facchini, rallenteranno la partenza del bus.

- I passeggeri 'non prioritari', nel frattempo, hanno superato l'ultimo controllo e sono saliti sul loro bus. Che e' a un metro da quello dei passeggeri 'prioritari'. Entrambi fermi.

- Partono entrambi i bus. I passeggeri non prioritari fanno il tifo per il loro autista, sperano in un improbabile sorpasso. Lui e' in scia al collega, magari pure troppo vicino, ma non e' autorizzato a sorpassare. I due bus arrivano praticamente insieme all'aereo.

- Il bus dei passeggeri prioritari apre le porte, i passeggeri scendon e si avviano lungo la scaletta dell'aereo. I passeggeri non prioritari guardano, le porte del loro bus sono ancora chiuse.

- L'ultimo passeggero prioritario arriva in cima alla scaletta, all'ingresso dell'aereo. Le porte del secondo bus si aprono, i passeggeri non prioritari scendono. I piu' veloci tra loro salgono in fretta le scalette, e - sorpresa! - trovano che quasi tutti i passeggeri prioritari sono ancora li' che sistemano i bagagli. Mi siedo prima di loro (perche' quella che ho descritto e' un'esperienza che ho vissuto varie volte di persona). Venti secondi dopo, a bordo dell'aereo ci sono sia i passeggeri prioritari che i non prioritari.

Poche decine di secondi. Ecco la differenza tra imbarco prioritario e imbarco normale.
Partecipa alla rubrica Il tuo bagaglio!
frontSUS
Messaggio del 24-07-2012, 14:52:47
Profilo utente
51 messaggi nel forum51 messaggi nel forum

Anche le low cost devono assegnare il posto


Una delle più grosse barbarie delle low cost è la mancanza di assegnazione del posto a sedere in fase di prenotazione o di check-in. Non si può assistere ogni volta a scene da assalto alla diligenza, non si può rischiare di vedere anziani e bambini calpestati dall'orda incontrollata fornita di bagaglio a mano che tenta di accaparrarsi il miglior posto (o il posto reputato tale). Aumentino anche solo di 5 euro a tratta i biglietti ma permettano in fase di acquisto la scelta del posto a sedere. Solo in questo modo per una mera questione di equità chi si troverà ad aver acquistato il biglietto prima degli altri, sarà giustamente premiato con la scelta del posto preferito.
rencos
Messaggio del 24-07-2012, 15:13:26
Profilo utente
47 messaggi nel forum

@ frontSUS


Pur rispettando il tuo pensiero (e ci mancherebbe!) non sono d'accordo. Preferisco continuare a pagare 5 euro in meno e a sedermi dove capita, nella speranza che, prima o poi, la gente impari a non fare l'assalto alla diligenza e capisca che, quasi sempre, il "posto migliore" è davvero quello "reputato tale".
frontSUS
Messaggio del 25-07-2012, 19:32:20
Profilo utente
51 messaggi nel forum51 messaggi nel forum

Avete letto questo?


http://www.dagospia.com/rubrica-4/business/permesso-fate-passare-ho-pagato-le-compagnie-aeree-pur-di-spremere-fino-in-fondo-41976.htm

ViaggiareLeggeri
Messaggio del 26-07-2012, 08:11:08
Profilo utente
1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum

L'attendibilita' dei titoloni di Dagospia


Certo che un articolo che inizia con la premesa "RYANAIR PROVO’ A FAR PAGARE ANCHE IL CESSO" non sara' molto attendibile ... e' noto che quella dei cessi a pagamento era una sparata pubblicitaria. Menzionarla in una frase del genere equivale a mentire.

Ora, spostando l'attenzione dal dito alla luna, vorrei ricordarti che
1) non siamo obbligati a viaggiare con Ryanari;
2) sei tenuto, come consumatore intelligente, a confrontare i prezzi di Ryanair con quelli delle altre linee aeree;
3) Il biglietto aereo scorporato ("a la carte", come dicono negli USA con francesismo) e' il futuro. Anche linee aeree maggiori si stanno adeguando.
Partecipa alla rubrica Il tuo bagaglio!
frontSUS
Messaggio del 26-07-2012, 08:33:46
Profilo utente
51 messaggi nel forum51 messaggi nel forum

Low cost? Croce e delizia dei passeggeri


Non prendertela con me, ho solamente riportato un articolo che consideravo interessante perché inerente al mondo a cui ci interessiamo un po' tutti qui come utenti. Proveniente tra l'altro da un sito che in quanto ad attendibilità non è proprio da considerarsi l'ultimo della classe. Perché poi è sempre bene ricordare che bufale e panzane ne girano anche se la testata si chiama Repubblica o Corriere...

Ora, tornando al topic e conoscendo bene come agiscono certi operatori, considerare benefattori dell'umanità le "low cost" sol perché fanno viaggiare la gente a basso costo (e mica è sempre vero) mi sembra un po' azzardato. Soprattutto alla luce delle mille e una tassa che quelle organizzazioni si inventano, giorno dopo giorno, nel parossistico tentativo di far quadrare i bilanci, a scapito dell'utenza.
rencos
Messaggio del 26-07-2012, 09:53:01
Profilo utente
47 messaggi nel forum

@ Low cost? Croce e delizia dei passeggeri


Certo che le "low cost" non sono benefattori dell'umanità: sono operatori commerciali e come tali giustamente desiderosi di guadagnare il più possibile. Ma continuo a non capire perché considerarle alla stregua di truffatori per le "mille e una tasse" che non sono affatto nascoste ma, al contrario, chiaramente evidenziate al momento dell'acquisto. Concordo con quanto dice l'Admin: quando devo fare un viaggio confronto i prezzi, valuto se mi è sufficiente un trolley dalle misure consentite, la distanza dell'aeroporto dalla destinazione, e poi scelgo: non necessariamente una low cost.
E c'è una cosa che non capisco: se andiamo dal fruttivendolo siamo capaci di palpeggiare ogni singolo frutto per scegliere i migliori, perché mai acquistiamo invece un biglietto aereo "a scatola chiusa" salvo poi lamentarci che con le tasse costa di più dei € 5 pubblicizzati?
Infine, sfatiamo il mito che con le compagnie di bandiera pasti e bevande sono gratis: non è vero, sono compresi nel prezzo (che anche per questo è più alto) e quindi sono pagati anche da chi riesce a passare un paio d'ore senza usufruire di tali manicaretti. Non sono più corrette le low cost (che infatti nei primi tempi erano chiamate "no frills" =niente fronzoli), che fanno pagare gli extra solo a chi li vuole.
ViaggiareLeggeri
Messaggio del 26-07-2012, 10:40:16
Profilo utente
1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum

Ryanair e' solo un'azienda


FrontSUS,
Non prendertela con me, ho solamente riportato un articolo (...)

Mi spiace se non sono stato chiaro. Ce l'avevo con Dagospia e con i giornali italiani che, anziche' separare chiaramente informazioni e opinioni, eventi e ipotesi, scienza e "L'ho letto su Internet". E parlando della credibilita' dei giornali cosiddetti "seri", ho scritto pochi giorni fa su questo tema in "L'ho letto sul giornale, fidati. Se Dagospia emerge come fonte (o ripetitore) affidabile, e' per la pochezza della concorrenza, compresi i due quotidiani che hai citato. Da queste parti si dice "Nel regno dei ciechi, l'uomo con un occhio solo e' un re".

Non credo nessuno possa e debba considerare un'azienda come "benefattore dell'umanita'". Le aziende (private, per quelle pubbliche il discorso e' piu' complesso) hanno un dovere essenziale, sopravvivere e remunerare chi ci ha investito del denaro. Se no non sono aziende, sono passatempi per gente che ha soldi da buttare.

Ryanair, easyJet, Southwest (negli USA), AirAsia e tante altre, vanno scelte quando offrono prezzi vantaggiosi. Se i prezzi non sono competitivi per la rotta che intendi fare e per gli "extra" di cui hai bisogno (bagagli, cibo durante il volo, etc.), capita spesso che una compagnia aerea "tradizionale" sia piu' economica. Lo scorso Natale, con Lufthansa ho pagato 170 euro in meno di quanto avrei pagato con Ryanair ()Ryanair-Lufthansa: differenza di 170 euro).

Riguardo a
(...) parossistico tentativo di far quadrare i bilanci, a scapito dell'utenza.

Non mi dirai che preferisci un'azienda che ha i bilanci in rosso e non se ne preoccupa, taglia le spese del personale, inizia a cancellare voli, non paga i dipendenti rimasti, fallisce e lascia clienti a terra e dipendenti con le tasche vuote? E' un business model che ha funzionato alla perfezione per Myair, Alpi Eagles, e altre linee aeree.

Io vedo questa situazione in modo differente. Ryanair - e easyJet, FIAT, e Philips, e tante altre aziende - cerca di fornire un servizio o un prodotto al minor costo possibile. Ryanair fa la stessa cosa, salvo poi proporti "a parte" quel che prima faceva parte del biglietto "tutto compreso": quando acquisto un biglietto Lufthansa, BA o Alitalia, il prezzo del pasto a bordo non e' gratis, e' compreso nel biglietto, cosi' come il costo del bagaglio in stiva. Questi sono extra che, viaggiando con una linea aerea tradizionale, pagano tutti i passeggeri, compresi quelli che non li usano. Se viaggio con Air France e non ho bagaglio in stiva, pago comunque (nel biglietto che non mi concede sconti per quel bagaglio che non ho) quanto i passeggeri che hanno bagaglio in stiva. Magari tu no, ma di sicuro a qualcuno fa piacere, pagare solo per i servizi che utilizza.

Ryanair, nel valutare i risultati della sua politica dei prezzi, utilizza lo stesso metodo di ogni altra azienda: i numeri. Non importa quanti passeggeri si lamentano per il ... sovrapprezzo sedili dispari, la tassa per l'usura dei sedili dell'aereo, la vendita separata degli atomi d'ossigeno e d'idrogeno ai passeggeri che chiedono un bicchiere d'acqua. Ryanar bada a quanti passeggeri salgono a bordo dei suoi aerei. Se non ci stanno bene i suoi prezzi e le sue politiche, evitiamo di volare con Ryanair. Non ce l'ha imposto il dottore, e solo un calo dei passeggeri verrebbe percepito dalla direzione della linea area come il segnale che qualcosa non va e bisogna cambiare politica.
Partecipa alla rubrica Il tuo bagaglio!
frontSUS
Messaggio del 19-08-2012, 02:11:28
Profilo utente
51 messaggi nel forum51 messaggi nel forum

Pressioni sui piloti Ryanair x risparmio carburante


Se fosse vero, scherzano col fuoco!

++
Il sindacato piloti tedesco: pressioni sui piloti Ryanair per risparmiare carburante

Joerg Handwerg, portavoce del sindacato che riunisce i piloti tedeschi: "Pressione psicologica sui piloti per ridurre il consumo di carburante". Aperta un'inchiesta in Spagna sul caso dei tre aerei che hanno lanciato il mayday perché in riserva

Va bene risparmiare su tutto (pasti, bibite e spazio tra i sedili) ma sul carburante non sarà un po' troppo? La domanda se la pongono in molti dopo che, in Spagna, tre voli della Ryanair hanno lanciato il mayday per chiedere di poter anticipare l'atterraggio avendo poco carburante a disposizione.

L'episodio, riportato dal quotidiano britannico Indipendent, è confermato dal fatto che l'agenzia pubblica di sicurezza aerea spagnola ha aperto un'inchiesta sulla compagnia aerea low cost, con riferimento ai tre mayday lanciati all'aeroporto di Valencia lo scorso 26 luglio. Ma perché tutti e tre i casi si sono verificati nello stesso scalo? A causa del maltempo che imperversava su Madrid numerosi voli erano stati dirottati a Valencia. E, come spiega Ryanair, i tre aeromobili della compagnia irlandese avevano sorvolato Valencia rispettivamente per 50, 68 e 69 minuti prima di ottenere il permesso di atterrare dalla torre di controllo. Dopo tale attesa, prosegue Ryanair nella propria versione dei fatti, i comandanti hanno avuto bisogno di chiedere il permesso di poter atterrare immediatamente, avendo raggiunto il livello minimo di carburante nei serbatoi (altri 30 minuti di autonomia).

Secondo la versione fornita dalla compagnia low cost, dunque, non ci sarebbero stati particolari problemi. Ora, però, arriva la denuncia del sindacato tedesco dei piloti (Cockpit Vereinigung), attraverso il suo portavoce Joerg Handerwerg. Si parla di "forte pressione psicologica" sui piloti al fine di ridurre il consumo di carburante nei propri voli. "Il carburante - accusa il sindacato - è il maggiore fattore di costo per una compagnia aerea ed è il pilota a decidere la quantità da imbarcare visto che è lui il responsabile della sicurezza del volo". Ovviamente si mette più carburante di quanto necessario per coprire la rotta, proprio per evitare problemi nel caso di deviazioni nel percorso prestabilito. Ryanair, accusa Handwerg, starebbe "esercitando pressione psicologica sui piloti, violando così i loro diritti, per ridurre il consumo di carburante".

Sarebbe molto grave se fosse confermato. Ovviamente non basta un'accusa, occorrono delle prove.
++

da: http://www.ilgiornale.it/news/cronache/sindacato-piloti-tedesco-pressioni-sui-piloti-ryanair-830125.html
ViaggiareLeggeri
Messaggio del 20-09-2012, 10:10:48
Profilo utente
1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum

Poco carburante sui voli Ryanair? Indagini in corso


Dal Daily Mail di ieri:
Ryanair is facing an investigation by aviation authorities in Ireland and Spain, following accusations that it is taking risks by flying with the minimum allowance of fuel to cut down on flight costs.

In sintesi, le autorita' dell'aviazione civile in Irlanda e Spagna stanno indagando sulla quantita' di carburante caricata sui voli Ryanair. E a chi si chiede "Perche' Ryanair o un'altra linea aerea dovrebbe voler ridurre il carburante a bordo?", rispondo che il carburante che viene trasportato su un aereo e' un costo che fa aumentare il consumo di carburante. No, non e' un paradosso: Piu' aumenta il peso di un aereo, piu' aumenta il suo consumo.
Partecipa alla rubrica Il tuo bagaglio!
frontSUS
Messaggio del 20-09-2012, 11:31:13
Profilo utente
51 messaggi nel forum51 messaggi nel forum

Poco carburante sui voli Ryanair? Indagini in corso


Tremendo.
Immaginiamoci cosa può succedere se per un motivo qualsiasi il volo non si può concludere nell'aeroporto di destinazione e bisogna "allungarsi" da qualche altra parte...
D'accordo che le tolleranze saranno ampiamente sopra la norma, ma perché i pirati irlandesi si devono sentire autorizzati a comportarsi sempre "border line"?
Perché devono avere privilegi che altri non hanno?
L'avvocatoviaggiatore
Messaggio del 02-10-2012, 22:50:20
Profilo utente
202 messaggi nel forum202 messaggi nel forum202 messaggi nel forum

Ryanair


xchè sei in uno stato da 1000 lire, anzi da un'euro (giusto perchè è carta straccia), che permette ad alcune compagnie di fare cose che non sono permesse ad altre ben più forti......
ViaggiareLeggeri
Messaggio del 03-10-2012, 10:17:26
Profilo utente
1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum

Ryanair, piloti e carburante


@frontSUS
(...) perché i pirati irlandesi si devono sentire autorizzati a comportarsi sempre "border line"?

Ryanair e' irlandese, ma non tutte le decisioni vengono prese da gente con la Guinness nel sangue, la cetra in mano e la bandiera verda-bianca-arancione in mano. E' sorprendente scoprire quanti italiani lavorano alla Ryanair. Una, una volta, mi telefono' alle quattro di mattina per protestare contro qualcosa che era stato scritto nel forum.

@L'avvocatoviaggiatore
(...)stato da 1000 lire, anzi da un'euro (...) che permette ad alcune compagnie di fare cose che non sono permesse ad altre ben più forti.

In fatto di volume di passeggeri, destinazioni servite, profitti e crescita anno su anno, non e' che ce ne siano molte. Anzi, tra le linee aeree non statunitensi, Ryanair e' terza in numero di biglietti venduti ("scheduled passengers carried", http://en.wikipedia.org/wiki/World%27s_largest_airlines), e in Europa e' una delle poche linee aeree capaci di fare la fortuna di un'area geografica, con la sua "flessibilita' operativa" (la capacita' di dire "da domani voliamo/non voliamo piu' verso quella destinazione").

Detto questo, il successo di Ryanair dipende anche dal fatto che noi passeggeri siamo come gazze: se vediamo qualcosa di scintillante, ci precipitiamo. E se vediamo un prezzo basso (che vale solo per chi viaggia senza bagaglio in stiva, ha una carta di credito particolare, e segue tutte le istruzioni minuziosamente), ci buttiamo e acquistiamo il biglietto, senza fare confronti con altre linee aeree. E cosi' non scopriamo che spesso le "legacy airlines" (le linee aeree tradizionali) hanno prezzi competitivi, perlomeno se volete portarvi dietro una valigia.
Partecipa alla rubrica Il tuo bagaglio!
ViaggiareLeggeri
Messaggio del 03-12-2012, 13:31:31
Profilo utente
1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum

Ryanair e carburante


Pare che l'edizione di ieri di RAI Report, che doveva parlare di Alitalia e risparmio carburante, abbia stimolato riflessioni anche sulla Ryanair. Anzi... parrebbe che il comportamento di Alitalia sia quasi perdonabile, a confronto di quello di Ryanar, per vari spettatori. Obiettivita' o nazionalismo?
Partecipa alla rubrica Il tuo bagaglio!
ViaggiareLeggeri
Messaggio del 01-05-2013, 14:51:54
Profilo utente
1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum

Gli equipaggi Ryanair forse stanno peggio dei passeggeri


Premesso (anzi, ripetuto per l'ennesima volta) che non ho affiliazioni di alcun tipo con Ryanair o con altre linee aeree, e che pertanto mi ritengo autorizzato a criticare o lodare una linea aerea solo in base a specifici suoi comportamenti, vorrei far notare ai partecipanti a questa discussione che il personale Ryanair - spesso criticato dai lettori del forum - non solo e' sotto pressione: e' anche sottopagato. In Norvegia, in particolare, si parla di "contratti da schiavi"(link). Traduco:
Ryanair non assume direttamente il suo personale di bordo, utilizza invece personale fornito da agenzie.

(...) Il datore di lavoro puo' terminare il contratto triennale in qualsiasi momento, anche senza preavviso, mentre il dipendente e' soggetto al pagamento di una "tariffa amministrativa" (!!!) di 200 euro nel caso si dimetta prima dei 15 mesi.

Il dipendente deve pagare le proprie uniformi (30 euro vengono trattenute ogni mese per il primo anno), la propria formazione e i documenti d'identita'. Le consumazioni a bordo dei voli Ryanair vanno pagate tramite trattenute in busta paga. Se il totale delle trattenute supera lo stipendio, la differenza va pagata entro 14 giorni ed e' soggetta ad interessi e ad ulteriori penalita' in caso di pagamento in ritardo.

(In uno specifico caso) Il contratto di un assistente di volo indicava una paga oraria di 122 corone norvegesi (21 USD) per ciascuna ora di volo, senza supplementi per lavoro durante il weeknd o le vacanze. La paga annua stimata e' di 115.000 corone (20.000 USD).

La partecipazione ad uno sciopero o ad una dimostrazione legata a problemi lavorativi e' motivo di licenziamento.

Non sono previsti giorni di malattia retribuiti, e ogni giorno di assenza, indipendentemente dalla motivazione, porta a trattenute in busta paga. Sono previsti 20 giorni di ferie annuali, da pianificare in anticipo e cancellabili da Ryanair in qualsiasi momento in caso. L'azienda puo' obbligare l'assistente di volo a prendere 4 settimane di ferie non pagate ogni anno, durante la bassa stagione.

Il dipendente e' soggetto a turni di "stand by" in cui deve essere in grado di presentarsi al lavoro entro un'ora se viene contattato dall'azienda. Tali turni non sono retribuiti.

(Si tratta di una sintesi e di una traduzione, invito i lettori interessati a leggere l'articolo originale presso http://www.newsinenglish.no/2013/04/11/ryanair-boss-denies-slave-contracts/).

Da notare un'altra cosa: Michael O'Leary, boss della Ryanair, ha ripetuto piu' volte che l'azienda paga tasse - anche per per i dipendenti basati all'estero - in Irlanda, per rispettare le leggi irlandesi...


Partecipa alla rubrica Il tuo bagaglio!
pedrovaz1968
Messaggio del 30-08-2014, 19:35:15
Profilo utente
189 messaggi nel forum189 messaggi nel forum189 messaggi nel forum

Le cose cambiano anche per Ryanair


Ciao a tutti,
L'ultimo commento e' di poco piu' di un anno fa, ma tanta acqua sembra essere passata sotto i ponti, per la Ryanair. Quest'anno ho viaggiato con loro quattro volte, e i loro assistenti di volo erano sempre sorridenti e sereni. Avranno avuto un aumento...
ViaggiareLeggeri
Messaggio del 27-11-2015, 17:22:01
Profilo utente
1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum

Ryanair non è più/mai stata una truffa?


Un anno di quiete, zero lamentele sulla Ryanair (in questa pagina, perlomeno). Non resisto, sento la necessità di stuzzicare chi frequenta questa pagina: TUTTI FELICI? Ryanair è diventata perfetta?

Avanti con le risposte!
Partecipa alla rubrica Il tuo bagaglio!
frontSUS
Messaggio del 28-11-2015, 18:16:31
Profilo utente
51 messaggi nel forum51 messaggi nel forum

Re: Ryanair non è più/mai stata una truffa?


Ciao,

non saprei dirti, personalmente non ho mai volato con Ryanair e non so se lo farò mai. Posso dirti che nel caso easyJet, di cui a suo tempo feci menzione, le cose sono migliorate alquanto. Non so se per merito delle critiche ricevute, o anche per queste.
Non voglio fare polemiche, ma sarà mica anche perché ci si abitua ai modi bruschi e talvolta inurbani delle low cost?
Boh?!? ;-)
Claudio @ VL
Messaggio del 30-11-2015, 10:38:07
Profilo utente
96 messaggi nel forum96 messaggi nel forum

Miglioramenti Ryanair e Easyjet


Dubito che sia un caso di adattamento dei passeggeri ai "maltrattamenti" imposti dalle linee aeree low cost. Vedo che Ryanair ha personale piu' cortese che in passato (anzi: piu' cortese di Alitalia, Air France e altre linee aeree tradizionali)(*), non fa piu' problemi per il bagaglio a mano sovradimensionato, ti fa modificare gratis la prenotazione per 24 ore (anche per chi ha sbagliato a scrivere il proprio nome), consente (da due anni) di portare la famigerata borsetta come secondo bagaglio a mano, e, in generale, ha smesso di trattare i passeggeri come bovini, mi pare.

C'e' un'atmosfera un po' piu' rilassata che in passato, a bordo dei loro aerei, cosa che non ho notato nei (comparativamente pochi) voli che ho fatto negli ultimi due-tre anni con Easyjet.






(*): come tutte le generalizzazioni, anche questa ha i suoi limiti: se uno, volando una sola volta con Gentilissima Airlines, si ritrovasse con UN assistente di volo stronzo, ne dedurrebbe che tutti gli aa.vv. di quella linea aerea, su tutti i voli, sono stronzi.
palarran
Messaggio del 14-08-2016, 20:17:45
Profilo utente

Le mie esperienze (e ciao a tutti, è il mio primo post)


Salve a tutti, sono giunto qui decisamente per caso, cercando tutt'altro, e mi sono messo a leggere, perché di voli con RyanAir ne ho fatti parecchi...
Per la precisione, i miei voli sono stati solamente con compagnie lowcost, quindi non ho la possibilità di confrontare compagnie low e "high" cost... Ho volato con RyanAir, Vueling e AirOne...

So che è passato moltissimo dall'ultimo messaggio e ancora di più dal l'inizio della discussione, moltissime cose sono cambiate, quindi forse sarebbe anche bene tirare una linea e ricominciare...

Ad ogni modo: le mie esperienze sono state positive con tutte e 3 le compagnie; cerco di seguire alla lettera le istruzioni e solo una volta ho avuto il bagaglio di grande di 5 centimetri (non mi ricordo con quale delle 3) perché non avevo voglia di ricomprare il trolley e ho voluto rischiare..

Detto questo, una cosa importantissima che è cambiata abbastanza di recente (rispetto alle date del thread, perché stiamo parlando di almeno 2 anni fa) è il fatto che ora i posti vengono assegnati automaticamente al momento del check in online, con la possibilità di comprare posti migliori scegliendo fila e numero (con prezzi diversi a seconda della posizione).

Ci tengo a sottolineare anche che la data del check in online incide molto, assieme al numero di persone del biglietto.. Mi spiego: il check in per 2 persone farà ottenere quasi sempre posti affiancati, mentre un check in singolo tenderà a riempire "gli spazi vuoti" (ovvero i terzi posti delle file). E fare il check in molto presto dà più probabilità di ottenere posti al finestrino o in zone migliori dell'aereo, pur lasciando quelle davvero migliori ai compratori paganti...
NB: se si sceglie di avere il posto "casuale" e poi non ci soddisfa, si ha sempre la possibilità di acquistarlo (che poi sono 2-4 euro a seconda della zona, mi pare)..

L'assegnazione dei posti ha rimosso 2 cose che prima erano davvero terribili:
1) la coda chilometrica davanti al bancone per l'imbarco. Essendo i posti numerati, anche entrando per ultimo si avrà un determinato posto.
2) la corsa uscendo dall'autobus, per lo stesso motivo.

Ovviamente ci sono i furbetti che cercano di cambiare posto, magari mettendosi al finestrino (a me piace molto guardare fuori e se ho il posto al finestrino non me lo lascio scappare). In questi casi basta chiedere gentilmente di spostarsi e con buone probabilità il furbetto lo farà senza fiatare, altrimenti ci penseranno le hostess...

Unica nota: entrando per ultimi ci sta che la valigia debba essere sistemata lontana dal proprio posto... Quindi se credete di voler prendere qualcosa durante il volo e/o ci tenete ad avere il bagaglio vicino, meglio comunque imbarcarsi nella prima metà della gente...

PS: rimangono ancora le vendite di pentole e materassi durante il volo, ma basta dire gentilmente che non interessa.. Anche agli operatori non fa molto piacere chiedere e richiedere e non fanno troppe pressioni...

In conclusione: io come primo sito guardo sempre su RyanAir.. Sono uno che viaggi abbastanza al risparmio (sono uno studente, mi pago voli e vacanze con le ripetizioni) e se posso risparmiare un 10-20% ben venga.. Senza contare che spesso altre compagnie (a volte guardo su Alitalia) non hanno voli diretti per destinazioni vicine ma solo voli con 2 o 3 scali a 10 volte il prezzo (??? e qui mi chiedo se io stia sbagliando qualcosa nelle ricerche, ma vabbé)...
Quindi, imho, W RyanAir!!!
Pubblicita'
Claudio @ VL
Messaggio del 15-08-2016, 12:02:30
Profilo utente
96 messaggi nel forum96 messaggi nel forum

Benvenuto Palarran


Ciao Palarran,
Benvenuto nel forum di Viaggiare Leggeri, e ... continua a scrivere, fa sempre piacere leggere messaggi pacati e chiari.

La vendita di pentole e materassi a bordo dei voli Ryanair non mi dispiace, anche perche' gli assistenti di volo che se ne occupano (parlo soprattutto della vendita dei biglietti della lotteria, con annuncio all'altoparlante) sono di due tipi: quelli quieti, che cercano di fare in fretta e disturbare poco, e quelli che invece trasformano l'annuncio in uno spettacolo, cercando di attirare l'attenzione. Non mi dispiace.

Riguardo a
Senza contare che spesso altre compagnie (a volte guardo su Alitalia) non hanno voli diretti per destinazioni vicine ma solo voli con 2 o 3 scali a 10 volte il prezzo (??? e qui mi chiedo se io stia sbagliando qualcosa nelle ricerche, ma vabbé)...

No, non mi sembra tu stia sbagliando qualcosa, e non capita solo a te, di non trovare niente di comparabile (per prezzo e rapidita' di arrivo a destinazione, nonostante gli aeroporti spesso molto "fuori porta") ai voli Ryanair. L'unico momento in cui di solito non volo con Ryanair e' sotto Natale, quando volare da Londra a Torino con un bagaglio al seguito e' piu' economico con Lufthansa, anche se comporta uno stop-over in Germania.

Ciao!
Torna su |  Ritorna a Linee aeree  |  Pagina principale forum  |    RSS 2.0  



Vuoi essere aggiornato?

Se vuoi essere avvisato quando questa pagina verra' aggiornata, registrati!

Commenta e partecipa alle discussioni

Per inserire un messaggio, REGISTRATI o ENTRA

Utente registrato

Inserisci i tuoi dati



Utente non registrato

Inserisci i tuoi dati

Registrazione nuovo utente

Per avere tutti i vantaggi degli utenti registrati




Rispondi con una sola parola (niente numeri)




Queste pagine potrebbero interessarti


Hai gia' votato per la linea aerea che preferisci o che detesti?