AIR FRANCE non rimborsa i danni [Forum]

AIR FRANCE non rimborsa i danni

Dicembre 2007, volo Torino-Parigi-Lomé. Bagaglio perso, faccio denuncia e mi dicono di tornare a verificare ad ogni volo in arrivo. Dovrei proseguire il mio viaggio verso Cotonou ma rimando ed inizio una quotidiana spola (in taxi) tra l'agenzia Air France in città e l'aereoporto. Dopo una decina di giorni un gentile funzionario della Compagnia mi comunica che per loro il bagaglio è definitivamente perduto e, consegnandomi un kit di sopravvivenza (un paio di calzini e una maglietta) mi suggerisce di acquistare in loco ciò che servirà alla mia permanenza in Togo raccomandandosi di conservare le ricevute che mi verranno rimborsate al ritorno in Italia. Mi compro due paia di jeans, un paio di scarpe, un paio di camiciotti e quant'altro ritengo indispensabile per un soggiorno previsto di circa tre mesi facendomi rilasciare le ricevute comprovanti l'avvenuto acquisto. Più di un mese dopo vengo contattato dalla locale agenzia Air France che mi comunica che il mio bagaglio è arrivato. Mi reco subito all'aereoporto dove mi viene consegnato ciò che rimane del mio bel borsone Napapijri. Tra l'altro noto subito un paio di preoccupanti grossi fori lungo i fianchi e scopro che una coppia di topi, avendolo trovato particolarmente accogliente, avevano pensato di metter su famiglia al suo interno con relative immaginabili conseguenze. Su mia richiesta mi viene rilasciata una constatazione dei danni da parte del personale preposto dopodichè getto via il borsone e tutto il suo contenuto pericolosamente contaminato dagli escrementi dei sorci. Al mio ritorno in Italia mi reco subito all'Ufficio bagagli di Air France dove, molto sbrigativamente, mi dicono che non sono in alcun modo responsabili dei bagagli smarriti o deteriorati all'estero e che il rimborso spettava agli uffici di Lomé. Deluso, o meglio, irritato dal classico giochetto dello "scaricabarile" torno a casa e dopo qualche giorno rintraccio l'indirizzo del Servizio Assistenza Bagagli in Francia. Scrivo illustrando i fatti, qualche tempo dopo ricevo una gentile lettera dove mi si invita a far pervenire l'originale di tutte le ricevute in mio possesso ed un elenco dei danni subiti. Invio quanto richiestomi a breve giro di posta. Un paio di mesi dopo ricevo un'altra lettera in cui mi si chiede di fornire una perizia che comprovi l'irreparabilità del mio borsone (evidentemente la constatazione dei danni rilasciata all'aereoporto di Lomé si è rivelata una mera perdita di tempo!). Inoltre per dar corso al rimborso è indispensabile che io fornisca gli scontrini fiscali in originale di tutti gli articoli danneggiati. Vista la calcolata impossibilità a fornite quanto richiesto, scrivo un'ultima lettera con la quale chiedo mi siano almeno rimborsate le spese vive sostenute in loco per procurarmi un minimo di abbiagliamento le cui ricevute sono già in loro possesso. Morale della favola siamo arrivati ormai alla primavera del 2009 e non ho ancora ottenuto una risposta! Con due o trecento euro in più o in meno io sono ricco lo stesso,mentre l'opinione che avevo di Air France si è molto molto ridimensionata perchè giocare al limite della legalità, cercare cavilli per non sborsare quattro soldi nel più assoluto disprezzo dei diritti del cliente non va certo nella direzione di quell'immagine di "grande" Compagnia che Air France vuole darsi, anzi, ai miei occhi oggi è diventata piccola piccola... quasi meschina.

Immagine utente

Air France non rimborsa

Quello che è capitato al mio precedente collega di sventure è capitato anche a me, stessa compagnia, Air France, rotta Milano-Pargi-Hong Kong, bagaglio completamente distrutto con anche rottura di oggetti all'interno, scaricabarile fra Cinesi (ove mi trovo), Hong Kong, Milano e Parigi, francamente dopo quasi due mesi devo dire che prendere in giro i passeggeri è uno sport internazionale per Air France.

Non so se verrò a capo di questa cosa ma sto seriamente pensando di dare tutto ad un legale perchè non posso pensare di darla vinta ad una compagnia così scorretta.

Mario

Immagine utente

mi sta capitando in questo momento.......

soggiorno a Bamako passando per Parigi con AIR FRANCE, dopo 10 giorni è arrivato il bagaglio, distrutto completamente.....le cose all'interno per fortuna ci sono tutte, ma il disagio di fare 10 giorni senza la mia roba non conta nulla?? Avevo anche attrezzi indispensabili per il lavoro all'interno, vediAMO COME VA A FINIRE....IO METTERò L'AVVOCATO DI SICURO.

Immagine utente

e KLM nemmeno

3 settimane senza valigie in America, partiti il 19.12.2009. Bagagli tuttora latitanti.
Poiché il 19.12 ha nevicato, secondo KLM non possono rimborsarmi perché il maltempo è "causa di forza maggiore". Anche per la perdita del bagaglio?????
E' al limite agghiacciante, come si giochi sulle difficoltà delle persone: mi hanno chiesto gli scontrini almeno 40 volte (e sempre, chiaramente, in originale!), sono passati mesi e non si fanno sentire.... e mi hanno contestato le spese più importanti perché "non crediamo sia corretto che i beni di lusso siano pagati dalla compagnia". Certo, perché posso andare fuori a pranzo il giorno di Natale anche in tuta da ginnastica, no? In fin dei conti era solo il mio viaggio di nozze.....

Immagine utente

forse ci vuole fortuna

a dany, mario e piercarlo purtroppo è andata male; debbo dire che a me è andata bene (...?)
napoli-torino-parigicdg: il bagaglio rimane a torino dove lo trovo ad aspettermi al rientro cinque giorni dopo; certo sono rimasto per cinque giorni con lo stesso abito e le stesse scarpe, però air france mi ha rimborsato in un tempo ragionevole (40 giorni) le spese di emergenza (biancheria e medicine), benché non per tutto avessi lo scontrino ma solo il tagliando della carta di credito.

Immagine utente




Argomenti discussi in questa pagina: Air France, bagagli smarriti, linee aeree, reclami e rimborsi

Vuoi essere aggiornato?

Per essere informato quando questa pagina verra' aggiornata, registrati!


Ritorna alla lista delle aree del forum