Ryanair atterraggio emergenza - fumo in cabina

6 messaggi - Argomenti: reclami e rimborsi, Ryanair, sicurezza
Pubblicita'
palermom
Messaggio del 12-11-2014, 14:45:00
Profilo utente

Ryanair atterraggio emergenza - fumo in cabina


Salve,
il 7/11 ho preso il volo fr3918 Londra/Palermo e durante il viaggio abbiamo sentito odore di bruciato in cabina e notato l'equipaggio in preda quasi al panico. Subito dopo arriva l'annuncio che per ipotetici problemi di pressurizzazione della cabina avremmo effettuato un atterragio d'emergenza a Orio al serio, l'annuncio chiedeva inoltre ai passeggeri se qualcuno stesse avvertendo qualche malore strano asssociato alla pressurizzazione della cabina. Scendiamo in picchiata verso Orio al serio e al nostro arrivo ci accolgono i pompieri le autoambulanze ed una serie di veicoli e personaggi vari. Ci trattengono circa 3 ore per poi riproteggergi su un altro volo ryanair che ci permette di arrivare a Palermo con 5 ore di ritardo. La giustificazione ufficiale da parte della compagnia comunque rimane causa problemi di pressurizzazione della cabina, quando palesemente avevamo sentito odore di bruciato.

Personalmente viaggio in aereo per lavoro e ho una formazione minima sulla gestione degli incendi e le loro cause e devo dire che questo episodio mi ha segnato tanto che avro' grandi difficolta a prenotare un altro volo. L'esperienza di essere cosciente di avere un incendio a bordo a 10.000 mt di altezza non la auguro veramente a nessuno.

Nel frattempo su internet ho trovato questo articolo di un atterraggio d’emergenza simile al nostro che parla di risarcimento danni causa atterraggio d’emergenza anche in assenza di lesioni fisiche e solo per la paura e lo stress subiti in relazione all`accaduto.

http://www.codacons.it/articoli/a_genova_atterraggio_di_fortuna_ennesimo_problema_per_ryanair_il_codacons_chiede_un_inchiesta_urgente_255559.html

Di seguito invece gli articoli che parlano del nostro accaduto:

http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/sul-londra-palermo-odore-di-bruciatoatterraggio-di-emergenza-a-orio_1088369_11/

http://www.bergamosera.com/cms/2014/11/08/volo-ryanair-atterraggio-demergenza-a-orio-al-serio/

Comunque penso che soltanto un legale possa portare avanti una causa del genere, vista la necessita di conoscenza approfondita dei nostri diritti.

Penso anche che se di norma la “carta dei diritti dei passeggeri” riconosce un risarcimento per i danno subiti da un semplice ritardo di almeno 3 ore dovrebbe anche riconoscere un danno psicologico subito a causa di un atterraggio d’emergenza con la presenza di odore di bruciato in cabina e presupposta mancata informazione veritiera ai passeggeri, visto che la causa ufficiale dell’atterraggio d’emergenza comunicataci attraverso gli annunci in cabina è stata appunto a a causa di problemi di pressurizzazione, quando la puzza di bruciato è stata avvertita da buona parte dei passeggeri.

La MIA ipotesi e' quella che l’odore di bruciato è stato causato ovviamente da un incendio domato (fortunatamente) immediatamente dal comandante attraverso sistemi automatici che magari includo anche la pressurizzazione della cabina.

Penso questo perché il fatto che l’equipaggio abbia citato i problemi di pressurizzazione in cabina come causa dell’atterraggio di emergenza accompagnato dagli annunci in cui si chiedeva se fra i passeggeri qualcuno si sentisse male potrebbe appunto essere strettamente legato ai metodi usati per l’estinzione dell’incendio che potrebbero appunto includere la pressurizzazione della cabina e l’uso della quantità di ossigeno utilizzata. A proposito ricordo che l’incendio è strettamente legato alla quantità di ossigeno presente nell’aria.

A proposito all’interno di un manuale di aeronautica ho trovato questa nota che giustifica la mia ipotesi:

NOTA OPERATIVA: La presenza di fumo in cabina potrebbe significare che un incendio
si sta per sviluppare a bordo ma non è ancora stato localizzato dai sensori
(surriscaldamento di alcuni circuiti e/o cablaggi elettrici). Se il pilota dovesse trovarsi
a dichiarare una situazione d’emergenza per “fumo in cabina”, Il CTA si dovrà aspettare,
tra l’altro, che l’aeromobile interessato effettui una rapida discesa, necessaria
all’equipaggio per la depressurizzazione e l’espulsione del fumo nonché una difficoltà,
da parte del pilota, di lettura degli strumenti, di visibilità generale, interna ma soprattutto
esterna, con rischi d’intossicazione e relativo pericolo per l’efficace pilotaggio
dell’aeromobile.

Come vedete si parla di fumo in cabina di depressurizzazione della cabina e di discesa rapida, ovvero tutti elementi presenti nella nostra disavventura!

In sintesi vorrei portare avanti una richiesta di risarcimento alla compagnia ryanair per:

Danni per mancata informazione veritiera ai passeggeri.
Danni psicologici a causa di una situazione di pericolo in quota in presenza di odore di bruciato.
Ritardo di 5 ore all'arrivo rispetto all'orario schedulato.

Fortunatamente la maggior parte dei passeggeri non ha avuto la reale consapevolezza tecnica di ciò che stava accadendo in quel momento perché il panico che si sarebbe potuto creare a bordo avrebbe generato una situazione ingestibile da parte dell’equipaggio che si sarebbero trovati di fronte 118 persone completamente senza controllo e che avrebbero peggiorato sicuramente le cose.

Resto in attesa di un Vs. gentile riscontro
Vincenzo
pedrovaz1968
Messaggio del 12-11-2014, 18:09:13
Profilo utente
189 messaggi nel forum189 messaggi nel forum189 messaggi nel forum

Spero tu stia scherzando


Palermom,
Tu vorresti chiedere un rimborso per
Danni per mancata informazione veritiera ai passeggeri.
Danni psicologici a causa di una situazione di pericolo in quota in presenza di odore di bruciato.
Ritardo di 5 ore all'arrivo rispetto all'orario schedulato.

Per il terzo punto sono d'accordo con te, e ti invito a procedere. Ma per gli altri due, che cosa avrebbe dovuto fare, Ryanair, secondo te?

Iniziamo da
Danni psicologici a causa di una situazione di pericolo in quota in presenza di odore di bruciato.

Vuoi che Ryanair ti rimborsi perche', al momento in cui si e' verificata una situazione di pericolo, e' stato fatto tutto il possibile per non causare danni ai passeggeri, te compreso?

Continuiamo con
Danni per mancata informazione veritiera ai passeggeri.

Quindi, secondo te, il comandante o gli assistenti di volo avrebbero dovuto spiegare la situazione in tutta la sua gravita'? E a quale scopo? Non si tratta di un informazione "azionabile": che ti diano una versione edulcorata, semplificata, o completa, non cambia niente, sei sempre seduto in aereo e non puoi agire in modo differente. Quali danni hai avuto per non aver ricevuto un' "informazione veritiera"?

Dubito poi che esista il diritto del passeggero ad ottenere un'informazione "veritiera" su quel che succede durante un volo. Frequento questo forum da un po', e ricordo di aver letto di passeggeri in preda al panico vedendo le parte mobili dell'ala (alettoni) che si muovevano (com'e' loro dovere fare per permettere al pilota di controllare il velivolo). Se ne parla qui. Figurati se, a bordo del volo in cui eri, con la situazione che ci hai descritto, ci fosse stato un annuncio da parte del capitano riguardo alla "reale" situazione (ammesso e non concesso che la gravita' della situazione fosse differente da quanto annunciato ai passeggeri).

Ma ho sprecato troppe parole, l'avevi gia' detto tu, che non bisognava dire ai passeggeri come stavano le cose:
Fortunatamente la maggior parte dei passeggeri non ha avuto la reale consapevolezza tecnica di ciò che stava accadendo in quel momento perché il panico che si sarebbe potuto creare a bordo avrebbe generato una situazione ingestibile da parte dell’equipaggio che si sarebbero trovati di fronte 118 persone completamente senza controllo e che avrebbero peggiorato sicuramente le cose.

Questo significa che hai cambiato idea, riguardo al rimborso per "Danni per mancata informazione veritiera ai passeggeri"?

In sintesi: se ci fossi io, nei tuoi panni, chiederei forse un rimborso a Ryanair, e manderei loro un ringraziamento per aver risolto il problema evitando il panico a bordo.
palermom
Messaggio del 12-11-2014, 19:05:55
Profilo utente

Re


pedrovaz1968,

grazie intanto per la risposta, apprezzo i tuoi commenti e ancora di piu l'equipaggio che ci ha portato a terra. Leggendo le tue parole mi rendo conto che sicuramente ho esagerato con le mie richieste di risarcimento. Cerchero' di riprendere un aereo quanto prima sperando ritorni ancora una volta l'emozione del volo.

Saluti
ViaggiareLeggeri
Messaggio del 12-11-2014, 19:50:08
Profilo utente
1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum1382 messaggi nel forum

Complimenti sinceri


Ciao palermom,
Non capita spesso di incontrare (virtualmente) qualcuno che espone un'idea, se la vede analizzata e smontata, e accetta razionalmente i commenti. Spero di vederti ancora nel forum, e magari anche tra i "commentatori" del blog di Viaggiare Leggeri.

Buona serata
Partecipa alla rubrica Il tuo bagaglio!
pedrovaz1968
Messaggio del 12-11-2014, 20:01:38
Profilo utente
189 messaggi nel forum189 messaggi nel forum189 messaggi nel forum

Il trauma dello scampato pericolo


Palermom,
Grazie per la risposta pacata. Una cosa ho sottovalutato, nel mio messaggio: l'aspetto personale della tua situazione. Il trauma del rischio che hai sentito d'aver corso, ecco: quella (che comporti un risarcimento o meno) e' una parte della tua email a cui non ho risposto, e provero' a farlo ora.

Se voli spesso per lavoro, e' possibile che tu non abbia l'opzione di rinunciare a volare, il che significa che potresti dover volare quando ancora ti sentirai poco a tuo agio con l'idea di salire in un aereo. Non so come aiutarti a "prepararti" al prossimo volo: leggere statistiche su quanto siano sicuri gli aerei (a confronto col viaggiare in auto, per esempio) potrebbe funzionare; oppure andare in aeroporto (o dalle parti di un aeroporto) a veder aerei decollare e atterrare potra' ricreare fiducia nella sicurezza del volo.

Ciao
Pubblicita'
L'avvocatoviaggiatore
Messaggio del 13-11-2014, 01:04:04
Profilo utente
202 messaggi nel forum202 messaggi nel forum202 messaggi nel forum

Ryanair


Si faccia refertare. Dopo, potrà chiedere un risarcimento danni sia per ritardo aereo che per danni non patrimoniali.
Dovrà poi fare un reclamo con raccomandata a/r alla compagnia.
Ci aggiorni e non esiti a chiedere informazioni ulteriori.
Torna su |  Ritorna a Reclami & rimborsi  |  Pagina principale forum  |    RSS 2.0  



Vuoi essere aggiornato?

Se vuoi essere avvisato quando questa pagina verra' aggiornata, registrati!

Commenta e partecipa alle discussioni

Per inserire un messaggio, REGISTRATI o ENTRA

Utente registrato

Inserisci i tuoi dati



Utente non registrato

Inserisci i tuoi dati

Registrazione nuovo utente

Per avere tutti i vantaggi degli utenti registrati




Rispondi con una sola parola (niente numeri)




Queste pagine potrebbero interessarti