Borse da bici Decathlon: costano poco, valgono...?

Una recensione di attrezzatura per cicloturismo
02/07/2013 | Autore: Claudio @ VL

La pubblicazione della prova di due borse per bici ha suscitato interesse: non si trovano nei negozi italiani, non costano cosi' poco, l'articolo e' noioso (grazie mamma!), ne ho trovate di piu' economiche al mercato dietro l'angolo, e via cosi'. Tutti commenti espressi faccia a faccia durante una recente visita del sottoscritto in Italia.

Ho chiesto come rimediare, e come spesso succede in questi casi, chi criticava e' scomparso. Tranne un lettore, che ci ha gentilmente mostrato le sue nuove borse e ci ha fornito le sue impressioni d'uso su questo prodotto, acquistato in maggio e pagato 29 euro.


Ecco le borse
Ecco le borse, acquistate nel supermercato specializzato Decathlon. Le nostre domande sono state semplici. Quanto le hai pagate? Come sono, 'ste borse? Interferiscono coi talloni? Sono impermeabili? Sballonzolano? Hanno divisori interni? Le> useresti per un viaggio lungo? Quanto pesano, quanto misurano? Ne sei ancora soddisfatto, dopo qualche settimana dall'acquisto?

Le borse sono stabili, facili da montare e smontare (se uno si ricorda come fare), non interferiscono con niente. Sono privi di un qualsiasi divisore, una bella pecca: almeno una taschina per i documenti non guasterebbe, non hanno pressochè parti catarifrangenti.
Sono costate 29 euro.


Le borse montate
Rapide da aprire e da chiudere, tenetelo presente se pensate di abbandonare la bici in un vicolo mal illuminato, nella parte piu' pericolosa della vostra citta'.

Da notare anche qualcosa che magari puo' essere piu' preoccupante: il nostro impavido lettore ha riempito le borse di libri, quaderni e cartelline, tutti oggetti notoriamente poco impermeabili. Queste borse non sono fornite di una copertura impermeabile, e sono aperte davanti e dietro. Meglio portarsi dietro una borsa di plastica o di nylon, per foderare le cose piu' delicate.

Il sistema di fissaggio
Un sistema di fissaggio semplice e di provata affidabilita', con un solo dubbio - peraltro comune a quasi ogni altro set di borse dotato di tale fissaggio: con le borse piene, sollevarle per raggiungere il sistema di fissaggio e sgianciarle puo' non essere un'impresa facile.

Riguardo all'opportunita' di utilizzare queste borse per fare cicloturismo, forse e' meglio orientarsi verso borse piu' capienti. Crediamo anche sia opportuno scegliere borse separabili, in modo da avere accesso al portapacchi per fissarvi tenda e sacco a pelo (non vorrete mica fare cicloturismo e fermarvi a dormire in un hotel a cinque stelle, no?) oppure, viceversa, scegliere borse dotate di un ulteriore borsa orizzontale, che copra quelle laterali e che fornisca quindi una larga base (meglio se dotata di anelli o ganci) per il fissaggio di ulteriori bagagli.

La carta pesa!
Le borse sono leggere, ma il nostro lettore le ha riempite di libri, cartelline, quaderni, fotocopie, appunti sparsi, post-it attaccati a foto. La cultura pesa, la carta pure, e questo ci ricorda un vecchio adagio: se non vuoi spaccarti la schiena sollevando le tue borse, non sovraccaricarle!

I dati tecnici
Il prezzo delle borse e' sceso da 29 Euro a 23.95 Euro nel giro di qualche settimana. Il calo di prezzo puo' indicare che la disponibilita' di queste borse sta per esaurirsi. Oppure no. Non pretendiamo di capire qualcosa di economia.

Le due borse possono contenere un volume di 9 litri ciascuna, non sono separabili, e il prezzo si riferisce alla coppia, non alla singola borsa, sono quindi piu' economiche di quelle di cui abbiamo parlato nell'articolo precedente.



Argomenti: zaini e borse, cicloturismo, bici, foto
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
Italiani Fuori, Italiani In Fuga: questa sera su Penelope Rai
Successivo
Swiss, simpatici stereotipi svizzeri


Commenti

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Sei per sette fa...


Codici consentiti