Giù da Funchal nei cesti di vimini

In discesa a tutta velocità a Madera
29/08/2013 | Autore: Claudio @ VL

La prima volta che ho sentito parlare di Madera, grazie a Topolino, fu a proposito dei cesti in vimini con cui ci si butta giù dalla collina di Funchal. Per arrivare in cima alla collina è possibile utilizzare i trasporti pubblici o la teleferica ("teleferico" in portoghese ... un curioso cambio di genere), al costo di 10 euro peril biglietto singolo o 15 euro per andata e ritorno (ultimo viaggio alle 17,45, tenetelo presente se salite tardi). Sono piccole cabine a sei posti da cui e' possibile vedere Funchal dall'alto (così da vicino che riuscirete a leggere il titolo dei giornali lasciati sui terrazzi delle case sotto la teleferica). Arrivati in cima alla collina potete scegliere di visitare l'orto botanico, la Igreja de Nossa Senhora do Monte (igreja=chiesa), o scendere su cesti di vimini (carros de cesto), spinti da due o più carrettieri in uniforme bianca. La corsa dura circa dieci minuti e si snoda lungo due chilometri di strada con curve e rettilinei; gli 80km/h suggeriti da varie fonti mi sono sembrati lontani dalla realtà, e la corsa è divertente ma non spaventosa. I carrettieri, d'altro canto, amano la velocità: vicino all'inizio della discesa fanno bella mostra le loro moto, quasi tutte giapponesi quadricilindriche con scarico non originale e, occasionalmente, graffi sul ventre delle carenature.

Inizia la discesa da Funcha!



































Argomenti: Portogallo, appunti di viaggio, foto
Segui i commenti tramite RSS


Potrebbe interessarti...

Primo giorno a Madera

<< Precedente
Funchal e le sue artistiche porte
Successivo >>
Alcune osservazioni su Madera


Commenti

Non ci sono ancora commenti. Dicci cosa ne pensi, dài!

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Sei per sette fa...


Codici consentiti


Avviso dagli amministratori

15/11/2019: Caricamento foto e creazione gallerie
Sapevi che molti spammer visitano questo sito? A causa loro, la creazione di nuove gallerie fotografiche e il caricamento di nuove foto nel sito è ora limitato agli utenti attivi sul sito, cioè a coloro che hanno inserito commenti nel blog, nel forum o in altre aree del sito.
Avvisi pubblici precedenti