Pescatori abusivi in UK: sono solo polacchi, rumeni, lituani, slovacchi, bulgari?

Le lingue in cui sono scritti i cartelli dicono molto
05/11/2014 | Autore: Claudio @ VL | 0 commenti

Cartello visto nel parco Harmondsworth Moor, immediatamente a nord dell'aeroporto di Heathrow. Il cartello, in inglese, polaccho, rumeno, lituano, slovacco e bulgaro, dice "Per poter pescare devi avere una valida licenza emessa dalla Environment Agency e un biglietto giornaliero o una tessera d'iscrizione".

Non stupisce la presenza del cartello, incuriosisce invece la scelta delle lingue, che in teoria fornisce un'indicazione sulla presenza in zona di cittadini est-europei con una limitata conoscenza dell'inglese, con conseguente necessita' di mostrare avvisi nella loro lingua nativa.

Divieto di pesca



Ci torna in mente quella volta che, ad Amsterdam, notammo e fotografammo un cartello - in olandese e in italiano - che vietava l'ingresso in una chiesa ai "turisti italiani".



Argomenti: lingue, Heathrow e dintorni, pesci, divieti
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
Fuochi artificiali britannici: Profanazione Satanica
Successivo
A Taiwan, religione uguale spettacolo?


Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
La capitale spagnola si chiama ...


Codici consentiti

Avvisi dagli amministratori

14/02/2021: La newsletter, ancora
Iscriversi e disiscriversi alla newsletter e' ora più semplice e NON richiede neppure la creazione di un profilo-utente sul sito: potete iscrivervi col modulo presente al fondo di tutte le pagine del sito.