Castello di Bodiam

Una fortezza con torri, mura e fossato capace di resistere ai Monty Python
28/11/2016 | Autore: Claudio @ VL
Gli italiani spesso vivono a Londra come i loro coetanei inglesi: senz'auto, non solo perché nella capitale britannica non ce n'è' bisogno: sarebbe un peso ed un costo. Anche solo trovare posto per parcheggiarla, la sera, e' un problema. E va benissimo, ma a volte non ci si rende conto delle cose che si perdono. Essere in un Paese straniero e non conoscerlo non e' uno spreco? Ci ho pensato giorni fa, ad una festa a Londra, parlando con alcuni expat italiani, che conoscevano alla perfezione le linee della metropolitana e sapevano dirmi se un posto era nella Zona 1 o nella Zona 2 (zona tariffaria, intendo), ma che non parevano conoscere posti non raggiungibili tramite the Tube.

Ecco, Bodiam Castle e' uno di questi posti.



A Bodiam Castle sono capitato quasi per caso, tornando a casa dopo un weekend a Hastings. Ci eravamo gia' fermati a Scotney Castle, ma la tessera del National Trust non costa due lire, quindi volevamo visitare più posti possibili, per rifarci della spesa.



Il castello di Bodiam risale al XIV secolo, è nei dintorni di Robertsbridge, nell'East Sussex, ma ai fini pratici è tra Londra e Hastings. E' un castello come quello delle leggende e delle fiabe, un castello fortificato (per dire: non come Issogne, tipica dimora rinascimentale molto bella ma inadatta a resistere più' di cinque minuti ad un assedio con un ampio fossato a circondare imponenti mura con torri merlate).



Nel fossato non ci sono coccodrilli, solo carpe koi. Magari sono aggressive. Quell'anatra non avrà vita facile.



Tra anatre, mura merlate, torri, arcieri, fossato e ponte d'ingresso stretto, conquistare Bodiam Castle non sarebbe stato facile per nessuno. Neppure per i Monty Python. Eccoli, impegnati ad attaccare un castello inglese difeso da una guarnigione austriaca che parla ... siciliano!




Torre a pianta esagonale (un pizzico irregolare).

Il castello di Bodiam ha una pianta quadrangolare, non ha un "keep" (dongione), la torre centrale in cui risiedeva tradizionalmente il signore del castello. Era di proprietà della famiglia Dalyngrigge, passo' poi dei Lewknor, quindi ai Thanet, poi a John Fuller (noto come "Mad Jack", ma lui preferiva "Honest John"; di solito gli ultra-onesti passano per matti...), finanziatore di Michael Faraday, genio della fisica e della chimica. Il castello passo' poi a George Cubitt, barone Ashcombe, quindi al mitico lord Curzon ("mitico" in quanto fu uno dei principali protagonisti del "Great Game" in Asia centrale ... invadere Afghanistan e dintorni non e' una moda recente). Nel 1925 Curzon lascio' in eredita' il castello al National Trust, che lo gestisce tuttora.



Come dicevo all'inizio, la metropolitana non arriva a Bodiam Castle. Non solo: ho provato a chiedere a Google Maps di tracciare un percorso da Londra al castello con in mezzi pubblici, e s'è rifiutato! Meglio che vi organizziate con un amico dotato di automobile, se volete vedere questo castello.





Se decidete di visitare Bodiam Castle, ricordatevi che in questo periodo (novembre) il castello apre alle 10,30 e chiude alle 16,00, con l'ultimo ingresso alle 15,30.


Quanto costa l'ingresso al Bodiam Castle


Adulto £8,20
Bambino £4,10
Famiglia £20.50
Adulto (in gruppo) £7,70
Bambino (in gruppo) £3,85

Parcheggio auto: £3,00
Parcheggio moto: £1,00
Parcheggio pullman (non prenotato) £5,00


Argomenti: National Trust, castelli e fortezze, destinazioni, Gran Bretagna, foto Gran Bretagna

Commenti

Non ci sono ancora commenti. Vuoi iniziare tu? [Mostra aiuto]

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Undici meno cinque uguale...