NO al doppiaggio, motivo n.13: i cattivi inglesi di Hollywood

Kingsley, Strong, Hiddleston: it's good to be bad!
03/04/2019 | Autore: Claudio @ VL | 0 commenti

A volte anche gli spot pubblicitari possono essere utili per far apprezzare la voce originale di un artista. Nel caso di questa pubblicità di una vettura Jaguar, le voci sono tre. In questo video di due minuti Ben Kingsley, Mark Strong e Tom Hiddleston - tre attori che spesso interpretano dei "cattivi" in film statunitensi e britannici - spiegano come mai spesso sono attori britannici ad interpretare i baddies nei film Made in USA: perché gli accenti inglesi "suonano giusti" per un cattivo. Danno l'impressione di maggiore precisione e attenzione per i dettagli, di imperturbabilità di fronte alle avversità (Thor che imprigiona Loki, per esempio), trasmettono stile e ambizione.

E intelligenza. Negli Stati Uniti, parlare con l'accento britannico (uno degli accenti britannici) da' l'impressione di una maggiore intelligenza, come ho avuto modo di vedere personalmente, e come sostenuto da varie ricerche e articoli (eccone uno).

Lo dico per la tredicesima volta: no al doppiaggio. Se avete la possibilità di fruire di uno spettacolo televisivo o cinematografico nella lingua originale, fatelo. E per favore, non ditemi che questo spot della Jaguar e' stato doppiato, in Italia, da Alessandro Gassman, Claudio Amendola e Fiorello!





Argomenti: no al doppiaggio, pubblicità, Jaguar
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
I saltafango di Singapore
Successivo
Grattacielo e idrante - Singapore, 4 aprile 2009


Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Due per sei uguale...


Codici consentiti

Avvisi dagli amministratori

14/02/2021: La newsletter, ancora
Iscriversi e disiscriversi alla newsletter e' ora più semplice e NON richiede neppure la creazione di un profilo-utente sul sito: potete iscrivervi col modulo presente al fondo di tutte le pagine del sito.