Ad Atlanta, di ritorno dall'Italia


03/01/2008 | Autore: Claudio @ VL | 0 commenti

Durante questa visita in Italia ...

- Ho visto pochissime persone che conosco, in giro a Settimo Torinese. Di ex colleghi della SIV/Pilkington, solo un collega del controllo qualita', una collega di linea e un manutentore.
- Ho visto tre-quattro Porsche a Torino e due a Settimo Torinese. Ben piu' del solito, di solito in Italia non ne vedo proprio. Chi ha soldi continua a farne, forse. O magari ha deciso di sfoggiarli piu' che in passato.
- Ho visto cieli grigi e poche occasioni per belle foto. O forse sono viziato dai cieli americani.
- Ho visto che la semplicita' non fa piu' parte del bagaglio stilistico delle ragazze (e di molte donne) italiane. Sembrano quasi tutte uscite da un reality show, vestite alla "Se me s'avvicina un produttore televisivo, lo trombo, pur d'avere un lavoro in tivu'".
- Ho visto un artigiano che lavora in un supermercato effettuare una piccola riparazione rifiutando di farsi pagare, tanto era piccola. E un ottico riparare un paio di (costosi) occhiali senza farsi pagare.
- Al Panorama di Settimo, ho visto in vendita una Nikon D50 a 750 euro. La Nikon D50 e' introvabile, ora, negli USA, in quanto e' fuori catalogo da molti mesi, ma l'ultimo prezzo a cui l'avevo vista in giro ad Atlanta, circa sei mesi fa, era 450 dollari, equivalente a circa 300 euro. Meno di meta' del prezzo di Panorama.
- Ho comprato Fotografare, la rivista di fotografia edita da Cesco Ciapanna. La stessa onesta' che aveva nel 1978 ce l'ha ora nel 2008. Non so se sia merito di Ciapanna, o della redazione, o d'altro: li ringrazio comunque per la loro rivista.
- Ho visto la fortezza di Bard (Valle d'Aosta) adattata a museo delle Alpi. Bello, peccato che 1) non si veda molto della fortezza e non s'impari molto della sua storia, durante la visita (a meno che non mi sia sfuggita una parte del museo), e 2) c'e' molta enfasi sulla 'cultura alpina', nel museo, ma prima di vedere testimonianze e oggetti legati alle alpi trentine, vorrei vedere qualcosa di valdostano...
- Siamo andati a Fondo (Val Chiusella, in Piemonte) per la solita passeggiata invernale fino a Tallorno. Peccato che il l'ottimo ristorante di Fondo fosse chiuso (venerdi', chiusura settimanale, scegliete un altro giorno se andate a Fondo, mangiare in quel ristorante merita la visita!).


Argomenti: Piemonte, montagna
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
Ugly Italians come gli Ugly Americans?
Successivo
Chi apprezza e onora il cibo di piu', statunitensi o inglesi?


Commenti (0)Scrivi

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
La capitale spagnola si chiama ...


Codici consentiti

Potrebbero interessarti...

Col del Nivolet e dintorni: dighe curve, tornanti spompanti, panorami esaltanti
Discesa sulla neve dal lago del Moncenisio - Video
Malciaussia, vent'anni dopo
Brexit a Margone: no grazie
Cambiamenti climatici nel Parco del Gran Paradiso



Avvisi dagli amministratori

14/02/2021: La newsletter, ancora
Iscriversi e disiscriversi alla newsletter e' ora più semplice e NON richiede neppure la creazione di un profilo-utente sul sito: potete iscrivervi col modulo presente al fondo di tutte le pagine del sito.