Diario minimo di un italiano all'estero

Fiat 132 vicino alle Piramidi

Una visita a Il Cairo, per gli appassionati di automobili, e' come entrare in una macchina del tempo: insieme a vetture recenti, sulle strade della capitale egiziana girano tante, tantissime Fiat 128, 127, 124 e 131. A Giza, vicino alle piramidi, pare invece di rigore avere una Fiat 132, l'auto che, da piccolo, credevo fosse riservata ai dirigenti Fiat. Ce n'erano una dozzina, intorno alle piramidi. O forse erano solo due che si spostavano continuamente. ...

Continua la lettura

Volare da Torino sara' piu' difficile, per qualche giorno: nei giorni dal 6 (ore 21,00) al 10 luglio 2012 (ore 12,00), l'aeroporto Sandro Pertini di Caselle (TO) verra' chiuso per manutenzione. Ecco il comunicato ufficiale dal sito dell'aeroporto:
Nel 2012 l'Aeroporto di Torino completerà il quadro degli interventi pluriennali sulla pista di volo. Il programma di quest'anno, definito dalla SAGAT presso la Prefettura di Torino insieme con Questura di Torino, Polizia di Frontiera, Enac, Enav, Ser...

Continua la lettura

Il Cairo

Egitto, lunedi' 18/06/2012, giorno della 'gita' da Sharm al Cairo per vedere piramidi, sfinge e museo delle antichita' egizie. Prima sorpresa positiva: fa meno caldo che a Sharm, dove la temperatura e' di circa 40 gradi. Seconda sorpresa positiva: nonostante le elezioni presidenziali, svoltisi nel weekend appena concluso, non ci sono disordini in citta'. Ci sono tante bandiere egiziane in giro, piccole comitive con bandiere, si sente rumore di petardi - o spari? - a pochi isolati dal museo, ma ...

Continua la lettura

L'uomo che guarda la sabbia

A Giza, a poche centinaia di metri dalle piramidi di Cheope, Chefren e Micerino, c'e' una garitta. Un soldato, col suo Kalashnikov e con una sigaretta in mano, compie il suo dovere. Tiene d'occhio il deserto. ...

Continua la lettura

Dieci gradi e mezzo. E' quasi l'una di mattina, domenica ventiquattro giugno, sto guidando verso casa sulla M25, la tangenziale di Londra, e il termometro dell'auto indica dieci gradi e mezzo, temperatura bassa per questa stagione, anche qui in Inghilterra. Pare d'essere su un altro pianeta rispetto ai quaranta gradi di Sharm el-Sheikh, dove abbiamo passato gli ultimi sette giorni: nelle scarpe ho ancora dei granelli di sabbia del deserto, ma la suola e' gia' bagnata dalle pozzanghere inglesi.
...

Continua la lettura

Sharm El-Sheik. Tre giorni qui, e ancora non so se ci vuole il trattino tra El e Sheik. Quel che so, quel che ho visto, e' che ci si muove per tribu'. Gli italiani arrivano in spiaggia tutti alla stessa ora. Quando se ne vanno arrivano gli svedesi (che devono essere la quarta nazionalita', a Sharm El Trattino O Non Trattino Sheik, dopo italiani, russi e britannici). Gli svedesi sono diversi da quelli di "The Girl With The Dragon Tattoo", e dalla Saga Norren di "The Bridge". Sui sessant'anni, con...

Continua la lettura

Oh che bella vita, lavorare qui!

Oh che bella vacanza. Un altro Gin Tonic, per favore. Che ne dici? No, a me Hurgada piaceva di piu', erano ancora piu' gentili. Dici che qui non lo sono abbastanza? No, pero' ... a Hurgada erano piu' gentili. Anche a Formentera, ti ricordi? No, non mi pare, m'han quasi preso a pesci in faccia. No, ma dai, con me erano gentili! Te credo, con 'ste cosce, anche Himmler sarebbe stato gentile! Stronzo... Nel frattempo, dovunque siate, c'e' gente che lavora per voi. Non cambiano le cartucce de...

Continua la lettura

Le meduse di Sharm el-Sheikh

Innocue meduse egiziane... davvero innocue? 18/06/2012

"No, non sono pericolose, queste meduse". Alex, il barista dell'Orient Resort, e' categorico.
"Quelle di Alessandria sono pericolose, ti pungono e inizi a saltellare facendo 'Ohi! Ohi!", ma queste qui sono innocue. Siamo fortunati, a Sharm el-Sheikh.
Fortunati per modo di dire. Ne ho viste centinaia, di meduse, nella spiaggia dell'Orient Resort, quasi tutte trasparenti con quattro rettangoli viola sul dorso. Bellissime, non posso negarlo, ma mia moglie venne pizzicata da un paio di meduse in C...

Continua la lettura

"Ma sei scemo? Sei scemo davvero?"
L'italiano nel negozio dell'Oriental Resort stava prendendo per il culo un tizio che lavorava nel negozio.
"Ma sei scemo?"
"Ma ti pare giusto insultare uno che non parla la tua lingua e sta lavorando qui?"
L'italiano resta sorpreso. Un po' di merda, come si dice dalle mie parti. Non si aspettava d'essere criticato da un connazionale ("Dai, stronchiamoli tutti insieme, questi stranieri stronzi!", forse pensava).
"Ti pare legittimo prendere per i fondelli un...

Continua la lettura

Da Gatwick a Sharm el-Sheikh. Altre foto a seguire (costa, collegarsi dall'Egitto!)....

Continua la lettura

Il falco di Paddington Station

Giorni fa, camminando nella stazione ferroviaria di Paddington, ho notato un falco. Ieri l'ho rivisto, stesso posto, stessa ora, con il suo falconiere. La sua funzione e' di deterrente: viene portato nelle zone in cui i piccioni normalmente raccolgono briciole e frammenti di cibo, quelli lo vedono da lontano e non si avvicinano. Nota fotografica: all'interno della stazione di Paddington e' vietato fare fotografie. Come in molti altri luoghi "pubblici" con divieti del genere, sono i poveri...

Continua la lettura

Investite in Italia, stranieri!

La copertina di MoneyWeek, trovata in un WH Smith a Heathrow, invita ad investire in Italia. Sara' una buona idea?...

Continua la lettura

Ancora l'orsetto Paddington alla stazione di Paddington

Non so quante volte l'orsetto Paddington sia raffigurato nell'omonima stazione. Eccolo in una scultura....

Continua la lettura

Gli Stati Uniti non sono molto differenti dall'Italia, per certi versi, sara' per il loro essere da sempre un crogiuolo di etnie. Ad Atlanta, per esempio, la gente e' molto calorosa e ci si scambia abbracci quanto in Italia, c'e' la passione per il cucinare, il piacere di parlare di tutto, non solo di lavoro. Piu' facile che un italiano si trovi a disagio in Inghilterra: le conversazioni sono volte a ricevere informazioni o trasmettere informazioni, quando si esce coi colleghi loro bevono vino o...

Continua la lettura

Cose che capitano quando si visita il grattacielo piu' alto del mondo, il Burj Khalifa a Dubai, UAE: potrete vedere il tramonto alla base del grattacielo, prendere l'ascensore, raggiungere la cima del grattacielo (829,84 m) e vedere il tramonto per la seconda volta. Probabilmente si tratta di un esperimento ripetibile con altri grattacieli, tipo l'101 di Taipei, purche' l'edificio non sia circondato da altri grattacieli, altrimenti non vedrete nulla, prima di salire in cima....

Continua la lettura


La settimana scorsa nel blog abbiamo parlato di:
Per chi ama Doctor Who, 04/06/2012Chiesa della Rotonda, 04/06/2012Parata per Giubileo della Regina, 05/06/2012In traghetto sul Solent, 06/06/2012Olympus E-P1, impressioni d'uso, 06/06/2012Il falco di Paddington Station, 07/06/2012Paddington e Portobello - Otto giugno, 09/06/2012 E nel forum? Ecco alcuni nuovi messaggi inseriti tra lunedi' quattro giugno e domenica dieci:
10/06/2012 11:06: Nazionalità Sbagliata in [RyanAir] Errore numero do...

Continua la lettura

Alcune foto scattate durante una passeggiata nelle zone di Paddington e Portobello Road.
Olympus E-P1 e Nikkor 50mm f.1,4...

Continua la lettura

Il falco di Paddington Statio

Ero in pausa pranzo, poco fa, e ho incontrato un falco. Era nel piano piu' alto della stazione ferroviaria di Paddington, tra un caffe' e un pub, a non piu' di un metro da una signora che mangiava delle paste. Il falco era li', appollaiato (affalcato?) in cima alle scale, legato alla ringhiera da un guinzaglio. La sua custode era andata in bagno; non e' facile usare un gabinetto quando hai un rapace attaccato ad un avambraccio. Cosa ci fa un falco a Paddington? Probabilmente viene impiegato p...

Continua la lettura

Olympus E-P1, impressioni d'uso

Una compatta Micro Quattro Terzi per alleggerire lo zaino (e la schiena ringrazia) 06/06/2012

Alla ricerca della macchina fotografica ideale per chi viaggia. Come disintossicare un reflexaro cronico (io) indirizzandolo verso fotocamere piu' leggere. Fotografare senza farsi notare. Sono alcune delle ragioni del mio recente acquisto di una macchina Olympus E-P1 (usata). Un'altra ragione e' l'incontro con la Fujifilm X100, provata in vari negozi: macchina relativamente compatta, con un sensore 15,8 per 23,6 mm (come le reflex formato APS-C), con controlli vecchio stile e con un mirino a...

Continua la lettura

In barca a vela sul Solent

Il Solent e' la sottile striscia di mare che separa l'isola principale della Gran Bretagna dall'isola di Wight. La traversata da Southampton a East Cowes dura circa un'ora, e nonostante la foschia ho scattato alcune foto provando la Olympus E-P1 con gli obiettivi che avevo portato: - Olympus Zuiko 14-42mm f.3,5/5.6;
- Industar-22 50mm f.3,5 con adattatore M39->m4/3;
- Nikkor 50mm f.1,8 con adattatore Nikon->m4/3;
- Jupiter-11 135mm f.4. Altre foto, scattate con una vecchia macchina foto...

Continua la lettura

Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 Successiva

Archivio per mese