Diario minimo di un italiano all'estero

Negli ultimi mesi Tripadvisor, uno dei maggiori siti Internet dedicati alle recensioni di aziende del settore turistico, e' sotto attacco per la presunta scarsa attendibilita' delle sue recensioni. Ne hanno parlato programmi televisivi, cabarettisti, discussioni nel forum, riflessioni nel blog, e ora la parola passa a voi: le recensioni online sono affidabili? Online Surveys - Zoomerang.com...

Continua la lettura

Verso il West: il Grand Canyon

Forse non tutti sanno che ... il Grand Canyon è ad oltre 2000 metri di altitudine 25/11/2011
Punto panoramico sul Grand Canyon

Dopo tanta curiosita' (e tanti chilometri percorsi, oltre 300 dall'albergo che ci fa da base a Mexican Hat), finalmente arriviamo al Grand Canyon, una delle meraviglie del mondo. Ne valeva la pena....

Continua la lettura

Verso il Grand Canyon

Mexican Hat, nello Utah, e' un buon punto di partenza per visitare i monumenti naturali del West statunitense: Monument Valley, Grand Canyon, Gooseneck Canyon, Valley Of The Gods, e altro ancora. Oggi e' il turno del Grand Canyon, a poco piu' di trecento chilometri da Mexican Hat. Guidiamo verso sud-ovest sulla 163, a Kayenta prendiamo la 160. E' una giornata soleggiata, guidiamo per qualche ora col tettuccio della nostra Chrysler Sebring aperto per goderci il blu intenso del cielo. Dopo Tuba Ci...

Continua la lettura

Anche nel deserto si paga con carta di credito

Colpa mia, vivo lontano dall'Italia da dieci anni, e a certe cose non sono piu' abituato. Non ho visto una pompa di benzina che non fosse self service, in questi anni, tranne che in Italia. Non ho visto guidatori saltare fuori dal loro SUV scattanti ed eleganti, dopo aver parcheggiato in un posto riservato ai diversamente abili. Ma la cosa che mi colpisce di piu' sono le carte di credito. "No, guardi signora, sotto i dieci euro non puo' pagare con la carta di credito".
"No, mi spiace, ...

Continua la lettura

I risultati del sondaggio

Dodici giorni fa abbiamo chiesto ai lettori del blog se i passeggeri in ritardo vanno aspettati. Passeggero in ritardo di un paio di minuti al check-in, imbarco negato, passeggero furioso... ci sono molti messaggi che descrivono avventure di questo genere, nel forum. E ci saremmo aspettati di trovarvi divisi, con questo sondaggio: da una parte chi vuole che le linee aeree attendano i passeggeri in ritardo, dall'altra chi invece ritiene che arrivare in orario all'imbarco sia responsabilita' del p...

Continua la lettura

Capita a tutti di dover attendere per il proprio bagaglio in stiva, anche a questo sfortunato equipaggio di uno Space Shuttle: Si tratta di una pubblicita' dei negozi di occhiali Specsavers. Il pilota dello Shuttle crede d'atterrare a Houston (TX, USA), invece scende a Luton (Londra). "Avrebbe dovuto andare da Specsavers", dice lo slogan finale. Io ci vedo un messaggio differente: anche se sei stanco e di ritorno da un lungo viaggio, anche se sei arrivato all'aeroporto sbagliato nel conti...

Continua la lettura

Ponte presso Lake Powell

Mexican Hat, Utah, la base per le nostre escursioni. Siamo vicini alla Monument Valley e al Grand Canyon, e non e' che siano le uniche attrazioni della zona.
Ponte presso Lake Powell...

Continua la lettura

Un modellino di Concorde piccolo piccolo

Quanto sara' grande la scatola di questo modellino di Concorde (scala 1:2) visto al museo di Brooklands?
...

Continua la lettura

Buone notizie per chi viaggia con easyJet. La linea area low cost bianco-arancione iniziera' tra breve ad assegnare uno specifico posto a sedere con ciascun biglietto, e senza sovrapprezzo (come fa Ryanair). Questo dovrebbe finalmente mettere fine alle separazioni forzate di mogli e mariti che, salendo a bordo per ultimi, si ritrovano seduti a vari metri di distanza, con il povero lui seduto vicino a due modelle danesi mentre la moglie rimugina, o col marito geloso che sbircia la moglie impegnat...

Continua la lettura

Verso il West: da Tucumcari a Mexican Hat, Utah

Il cielo e' sempre più blu 21/11/2011
Continental Divide, lo spartiacque

Lunedi' mattina, lasciamo Tucumcari, Nuovo Messico, e continuiamo la nostra avventura verso ovest sulla Interstate 40. Traffico sempre meno intenso, citta' sempre meno frequenti, villaggi quasi inesistenti. Ogni tanto un trade post, trasformatosi nel tempo da luogo di scambio in negozio di ciarabattole, fuochi artificiali e beni di consumo. Isolati casino' con bassi ristoranti attorno e il deserto al di la' del parcheggio. Tra Thoreau e Gallup, in New Mexico, passiamo il Continental Div...

Continua la lettura

Due settimane fa ho spedito i miei scarponi La Sportiva "desolati" a Lyon Equipment, l'importatore inglese del marchio italiano. Venerdi' mi sono stati restituiti con una lettera, che traduco qui: Gentile xxx,
Grazie per averci inviato i suoi scarponi La Sportiva Oregon. I suoi scarponi Oregon ci sono stati inviati in condizioni usate, con la suola sinistra completamente staccata dalla tomaia e con quella destra staccata in modo significativo. Ciamo spiacenti che cio' sia successo, ma...

Continua la lettura

Le novita' della settimana scorsa su ViaggiareLeggeri, offerte dallo sponsor della settimana, CAD.affari.to. Dedicato agli professionisti del Computer Aided Design e agli appassionati del settore, CAD.affari.to e' un sito multilingue che propone offerte di lavoro per il settore CAD, prove software, un forum ed altre pagine d'interesse per chi opera nel settore CAD. La settimana scorsa nel blog
Come danneggiare la reputazione di una citta': un ristoratore disonesto a Roma, 14/11/2011Cosa fare...

Continua la lettura

Le pianure dell'Oklahoma

Domenica mattina. West Memphis, Arkansas. Lasciamo l'albergo, il letto era comodo ma la prossima volta meglio chiedere una stanza rivolta verso il retro, non verso la strada. Imbocchiamo la Interstate 40, che sara' la nostra casa per molte ore oggi e domani. Guidiamo. Guidiamo. In realta' guido solo io, mia moglie teme i tanti camion; alla fine guidera' venti minuti, e al suo primo sorpasso (dopo un quarto d'ora) festeggiamo. Passiamo un altro confine, entriamo in Oklahoma. All'incrocio c...

Continua la lettura

Tre giorni fa ho visto i primi due episodi della serie televisiva Pan Am. Incentrata su un gruppo di assistenti di volo della linea aerea Pan Am, e ambientato nella prima meta' degli anni Sessanta, "Pan Am" segue il modello lanciato con successo dalla serie "Mad Men" qualche anno fa: uno sguardo nostalgico ad un mondo differente, con l'economia in crescita, la Guerra Fredda in corso e la rivoluzione dei costumi portata dagli anni Sessanta ancora agli albori. I primi dieci minuti del primo ep...

Continua la lettura

Entrando in Alabama

Il passato resta con noi, grazie ai ricordi di quel che abbiamo fatto e visto. Abitavo ad Atlanta, tempo fa. Si avvicinava la fine della mia permanenza negli Stati Uniti, sapevo che l'anno dopo il mio lavoro m'avrebbe portato a Singapore. E come capita quando ti resta poco tempo, capisci che se non fai subito, immediatamente, le cose che hai sempre voluto fare, non le farai mai. Cosi' in un giorno di novembre mia moglie ed io decidemmo di andare nel West. Scegliemmo un paesino con un nome cur...

Continua la lettura

Shoes. Una promessa, una minaccia

Girare per negozi d'abbigliamento mi piace poco, comprar scarpe ancora meno (mi toglieranno la cittadinanza italiana per questo?). Ma a volte capita.

Negozio vicino a St. Paul e al Barbican Centre, a Londra....

Continua la lettura

Dai una possibilita' ai piselli

Tanti anni fa c'era un tale che chiedeva di dare un'occasione alla pace. Ora chiediamo che si dia un'occasione ai piselli. "Give peas a chance", appunto.



Scritta vista su un cavalcavia sulla M25, la tangenziale di Londra, vicino all'uscita 18, nella zona di Rickmansworth....

Continua la lettura

Uno dei filmati della campagna pubblicitaria 2011 della American Airlines con Kevin Spacey. ...

Continua la lettura

I manutentori al lavoro. Sullo sfondo, a sinistra, un sabotatore

Ieri, nel forum e' stato menzionato il povero NAS (*) Lego fatto in casa (DIY, Do It Yourself). Per una inquietante coincidenza, nello stesso momento si stava parlando di quello stesso computer nel mio ufficio:
- Collega: Sono stufo delle sorprese degli ovetti Kinder. Non ci sono piu' cose da montare. Guarda! Due piedi! Dico ... due PIEDI in un'ovetto Kinder!
- Io: Dovresti passare piu' tempo a giocare col Meccano o coi Lego, anziche' fare l'IT manager...
- Collega: Ecco! Dovrei costruire un ...

Continua la lettura

Egham, chitarre in un charity shop

Di solito i charity shop inglesi vendono cose utili e inusuali. Questo, vicino a due ristoranti italiani a Egham, e' specializzato in chitarre. ...

Continua la lettura

Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 Successiva

Letture consigliate

A noi è piaciuto scrivere queste cose, a voi potrebbe piacere leggerle e commentarle.


Archivio per mese