Ryanair, Zaini e borse, Viaggiare leggeri, Fai da te, Attrezzatura fotografica per viaggi

Zaino fai-da-te per fotocamera m4/3 e tablet

Uno zainetto personalizzato adatto come secondo bagaglio a mano con Ryanair

di Claudio @ VL, 28 maggio 2015 | Tempo lettura 5' | 6 commenti | Commenta

Un volo Ryanair dalla Gran Bretagna all'Italia, un vecchio problema: scrivo e faccio fotografie, quindi mi trovo spesso a portare con me un computer portatile e una macchina fotografica. E la maggior parte degli zaini e borse fotografiche sono ingombranti ed eccessivi per le mie necessità: mi serve qualcosa di meno ingombrante, e - per quelle volte in cui devo prendere la metropolitana - piuttosto piatto, in modo da potermi infilare nella folla. Ma torniamo al volo verso l'Italia.

Da circa due anni, Ryanair consente di portare a bordo un secondo bagaglio a mano. Se per il bagaglio a mano principale le dimensioni massime - 55cm per 40cm per 20cm - consentono di usare un comune trolley facilmente reperibile in commercio, le dimensioni massime del secondo bagaglio a mano Ryanair sono più limitanti: nei 35cm per 20cm per 20cm consentiti non e' facile far stare uno zaino o una tracolla adatto a trasportare le cose che possono tornare utili durante un volo, quando il trolley e' alloggiato nei vani sopra i sedili. Nel mio caso, gli oggetti sono il tablet (di solito un Asus Transformer Prime TF201 con tastiera), una fotocamera Micro Quattro Terzi, o m4/3 (la Olympus E-P1) relativamente compatta, lo smartphone (HTC One M8 Mini 2), un paio di occhiali da vista con custodia, più penna, taccuino, barretta di cioccolato d'emergenza, cuffie per ascoltare musica.

Non tante cose, ma la presenza dei tre dispositivi digitali - tablet, macchina fotografica e smartphone - complica la vita, in quanto e' necessario che lo zaino sia imbottito: una prima ricerca in rete non ha prodotto molti risultati, e tra gli zaini economici (sotto i 50 euro) solo uno mi e' sembrato adatto allo scopo: il Quechua Arpenaz 10, in vendita da Decathlon per due euro e novantacinque centesimi. Le dimensioni sembrano adatte, i colori sono belli, le foto presenti online mostrano uno zaino senza lati rigidi e perciò piuttosto compatto, ma ... poche le recensioni disponibili online, e quel prezzaccio - meno di tre euro per uno zaino??? - fanno sospettare che qualcosa non sia come sembra.

PUBBLICITÀ

Prendo il volo per Torino usando temporaneamente la mia borsa a tracolla personalizzata, e appena arrivato vado al Decathlon di Settimo Torinese. Lo zaino c'e' (superato un problema iniziale dovuto alla presenza di DUE modelli di zaino chiamati Arpenaz10... non il massimo dell'intelligenza), e subito i miei timori vengono confermati: e' praticamente privo di imbottitura, a parte un pannello piuttosto sottile a contatto con la schiena. Così com'è, non ci metterei dentro niente di delicato.

Scende in campo La Mamma


"Forse lo posso adattare io, dice mia madre, che decide di comprare lo zaino per me. No, non sono cosi tirchio da non voler spendere tre euro, ma non ne spenderei neppure uno per uno zaino inadatto allo scopo.

A casa della mamma emergono dalle solite scatole e borse di "cose che possono tornare utili" una sacca arancione e una blu, più piccola, che paiono adatte a contenere tablet e macchina fotografica, ma non sono abbastanza spesse per proteggere questi costosigadget. Continuando a cercare emergono due pezzi di spugna spessi a sufficienza. Le due sacche vengono cucite insieme, i due pannelli in spugna sembrano fatti apposta e vengono inseriti intorno alle sacche; il tutto viene poi piazzato nello zaino Arpenaz, e la prova pratica - l'inserimento di fotocamera e tablet - dimostra che, come sempre, fidarsi delle mamme e' una buona idea (quando, quando riusciremo ad avere due donne-e-mamme- come Presidente della Repubblica e Presidente del Consiglio, 'che magari riuscirebbero a risistemare l'Italia?). Aggiungiamo solo un pezzo di polistirolo espanso ad alta densità, sagomato ad U, all'esterno del fondo della sacca più grande, per proteggere meglio il tablet dagli urti quando si posa lo zaino a terra.

Il prodotto finito


Lo zaino Quechua Arpenaz 10 e' stato acquistato durante il weekend e modificato domenica, ed e' già stato utilizzato con piacere varie volte, sia nel volo di ritorno con Ryanair, sia per un paio di visite alla biblioteca locale.

Zaino personalizzato per fotocamera e tablet



Quando si parla di bricolage (o fai-da-te, o DIY), parlare di "prodotto finito" e' sempre prematuro: c'e' sempre la possibilità, e spesso la necessità, di apportare modifiche per migliorare il lavoro fatto. Nel caso di questo zaino, i possibili "bug" sono molteplici. Per iniziare, c'e' un problema di scelta del prodotto su cui lavorare: lo zaino misura 40cm per 22cm per 13cm, "sfora" quindi le dimensioni massime stabilite da Ryanair in altezza e (di poco) in larghezza, ma e' possibile comprimerlo/piegarlo in modo da farlo rientrare senza problemi nei 35x20x20cm stabiliti dalla linea aerea irlandese, se non si esagera nel riempirlo. Un'altra possibilità di miglioramento e' nel fissaggio delle due sacche allo zaino: al momento sono state cucite solo su un lato, per una lunghezza di circa otto centimetri, per facilitare lo svuotamento dello zaino in caso di pulizie/manutenzione/ricerca di piccoli oggetti; potrebbe essere una buona idea cucirlo anche dall'altro lato.

In conclusione: con tre euro e un'ora di lavoro (non mio) mi ritrovo con uno zaino adatto a trasportare tablet e macchina fotografica, compatto e leggero, capace di rientrare nei limiti stabiliti da Ryanair per il secondo bagaglio a mano.




Di Claudio @ VL, 28 maggio 2015 | Tempo lettura 5' | 6 commenti | Scrivi
Altri articoli in Ryanair, Zaini e borse, Viaggiare leggeri, Fai da te, Attrezzatura fotografica per viaggi

©2004, 2018 ViaggiareLeggeri.com. La riproduzione integrale di quest'articolo e' vietata.




Feed RSS del blog Vuoi essere avvisato dei nuovi articoli? Clicca qui!

PUBBLICITÀ

Queste pagine potrebbero interessarti


Vuoi essere aggiornato?

Se vuoi essere avvisato quando ci saranno nuovi commenti, registrati!

Commenti (6)

Scrivi
Il 29-05-2015 alle 22:17, Jonathan65 ha scritto:

Ma sopratutto questo zaino nonostante in origine sia stato prodotto in serie milioni di pezzi tutti uguali ora è unico ed esclusivo perché la tua mamma lo ha personalizzato e anche se un altra mamma provasse ad imitarlo non sarà mai uguale ! È questo lo rende prezioso come sono preziose le mamme con la loro genialità e praticità!
Il 22-01-2016 alle 10:29, Federica ha scritto:

Ciao!! Posso chiederti se nonostante le misure leggermente abbondanti sei riuscito ad imbarcarlo come secondo bagaglio senza problemi?! Volerò domenica con Ryanair e sto valutando le molteplici combinazioni zaino+tracolla / trolley+tracolla / trolley+zaino..
Di tracolla, che pensavo di prendere ho la Lowepro passport Sling, che a misure eccede quelle previste, ma se si piega la parte alta rientra nelle misure.
Quello che mi chiedo è se è concesso "piegare" la borsa (contenente solo macchina fotografica, obiettivo extra e portafoglio) affinché rientri nelle misure.
so che la ryanair è molto fiscale, o ogni volta che volo ho sempre gli stessi dubbi!
Di solito nel trolley che uso come bagaglio a mano lascio sempre uno spazio di sicurezza per contenere la borsa.
Grazie! :)
Il 22-01-2016 alle 11:32, Federica ha scritto:

Oppure come alternativa (assieme al trolley) ho uno zaino decathlon: https://www.decathlon.it/zaino-escursionismo-forclaz-20-id_8243259.html
Forclaz 20 lt che di dimensioni eccede leggermente quelle richieste come secondo bagaglio, ma come il tuo se non molto pieno si riesce a piegare un po'.
Ho scelto questo (anche se ho il tuo stesso modello da 10lt) perché l'imbottitura della mia reflex (d7000 con 50mm + 18.105) ci sta, mentre in quello usato da te purtroppo no, e al momento la mia mamma (che è un po' come la tua) non può farmi delle imbottiture personalizzate :)
la domanda è sempre la stessa, se lo zaino si piega un po' lo fanno passare comunque?
Grazie ancora, e spero riuscirai a leggermi in tempo!
Il 22-01-2016 alle 13:42, Claudio @ VL ha scritto:

Ciao Federica,
Non ho ancora avuto problemi nel portare a bordo il mio zaino con Ryanair. Di solito cerco di non riempirlo troppo, quindi riesco a tirarlo da davanti e da dietro in modo da renderlo più "panciuto" (in profondità misura 13cm, Ryanair ne concede 20, quindi c'è margine) e meno alto. Va anche detto che Ryanair e' ora meno severa che in passato, per cui questo zainetto non e' quasi mai tra i (secondi) bagagli a mano più ingombranti, in cabina.

Tieni presente che io parto in vantaggio rispetto a te: uso questo zaino per la mia Olympus EP-1, una fotocamera m4/3 (impressioni d'uso e macchina sulla bilancia), una reflex ha ingombri maggiori, e non mi sentirei di consigliare il Quechua Arpenaz 10 per la tua D7000.

Ho dato un'occhiata al Forclaz 20 seguendo il tuo link, ma non ho trovato le dimensioni di questo zaino, per cui ti offro la mia impressione basata sulle foto dello zaino: mi sembra visibilmente più grande dell'Arpenaz 10, soprattutto nel senso della profondità. Quindi aumentano (rispetto a me con l'Arpenaz 10 personalizzato) le possibilità che qualcuno ti faccia storie all'imbarco del tuo volo Ryanair, secondo me. Non lo dico per scoraggiarti, e' solo per metterti in guardia.

Ho visto che Lowepro ha vari modelli di Passport Sling, quindi anche in questo caso ignoro le dimensioni esatte della tracolla. E' la Sling 2 (link)?
Foto

Sulla carta - e nella foto - i suoi 44 x 41 x 14,5cm sembrano renderla parecchio più grossa dei 35 x 20 x 20cm del limite Ryanair. Spero che la tua tracolla Lowepro sia differente da quella nella foto!

Ho vicino a me un altro zaino Lowepro, cercherò di pubblicarne la recensione nel blog oggi. Troppo tardi per te per comprarlo prima del tuo viaggio con Ryanair, ma ... magari aiuterà qualcuno.

Ho lasciato per ultima la risposta alla domanda che credo ti stia più a cuore: se sia consentito piegare un'estremità per farlo rientrare nei limiti della Ryanair (o di altre linee aeree). Personalmente, evito di usare questo metodo, perché e' come dichiarare in anticipo (al personale presente all'imbarco) che hai un bagaglio troppo grande. Come detto nel primo paragrafo, preferisco deformare lo zaino tirandolo da una parte e dall'altra, questo di solito aiuta ad accorciarlo.
Il 22-01-2016 alle 19:40, Federica ha scritto:

Ciao Claudio,
grazie mille per la velocissima risposta!
La mia tracolla lowepro è il modello precedente a quella della foto, ma le dimensioni (purtroppo) sono simili.
Per piegare intendo la parte alta, che da vuota risulta abbastanza morbida, ma comunque sfora nelle misure.

L'arpenaz 10 infatti l'ho subito scartato perché non protegge assolutamente la mia attrezzatura pur avendo le dimensioni più contenute.
Il peso purtroppo non aiuta, stando ai dati trovati online, non avendo una bilancia sottomano, sono a 1,480 kg solo con il corpo macchina e le due ottiche.

Una zaino Lowepro ce l'ho, il fastpack 250, che però ho scartato subito perché le dimensioni andrebbero bene come bagaglio standard, e non come secondo.
Ti ho chiesto del piegare per curiosità, ma se posso evito anche io, sopratutto per non attirare l'attenzione del personale. So che sono sempre stati molto fiscali, se si sono ammorbiditi un po' meglio così.

Per ora ho abbandonato l'idea della passport sling, ho sacrificato un po' di vestiti per fare spazio dentro al trolley per lo zaino Forclaz 20 così sono sicura di non incorrere in problemi, e avendo la possibilità del secondo bagaglio (visto che fino a qualche anno fa non c'era) mi porterò una messenger simile a quelle classiche Eastpak (ma più piccola) così almeno avrò i documenti e piccole cose a portata di mano.
A usare lo zaino le hostess leggerebbero la paura nei miei occhi, preferisco non rischiare!

Grazie mille davvero!
ne approfitto, ora che la valigia è praticamente sistemata, per dare una lettura più approfondita al tuo blog!
Il 25-01-2016 alle 09:22, Claudio @ VL ha scritto:

Ciao Federica,
Non so se stai viaggiando per lavoro o per passione, e non conosco la tua destinazione, ma spero tu faccia tante belle foto.

Tornando agli zaini, ne ho uno di dimensioni quasi accettabili per Ryanair, il Lowepro Photo Traveler 150. Ne ho appena pubblicato una recensione qui.

Buon viaggio!

Il tuo commento 

Aggiungi un commento a Zaino fai-da-te per fotocamera m4/3 e tablet

Nome (obbligatorio)
Email (obbligatoria, non verra' pubblicata)
Sito internet (facoltativo)


Domanda di verifica


Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
La bandiera italiana e' ..., bianca e rossa





Prima di salvare il tuo messaggio, usa il buon senso... e se hai dei dubbi, leggi il decalogo per chi scrive nel forum
 

Per abbellire il tuo messaggio, usa questi comandi 
Se digiti... comparirà
[b]grassetto[/b] grassetto
[i]corsivo[/i] corsivo
[u]sottolineato[/u] sottolineato
[s]sbarrato[/s] sbarrato
[size=14]Testo alto 14 punti[/size] Testo alto 14 punti
[color=red]Testo rosso[/color] Testo rosso
[mail]io@email.com[/mail] io@email.com
[url]http://www.viaggiareleggeri.com[/url] http://www.viaggiareleggeri.com
[url=http://www.viaggiareleggeri.com]sito[/url] sito
[list][*]Primo punto della lista[*]Secondo punto[*]Terzo punto[/list]
  • Primo punto della lista
  • Secondo punto
  • Terzo punto
[list=1][*]Primo punto della lista numerata[*]Secondo punto[*]Terzo punto[/list]
  1. Primo punto della lista numerata
  2. Secondo punto
  3. Terzo punto
[quote]Nel mezzo del cammin di nostra vita[/quote]
Nel mezzo del cammin di nostra vita
[foto]http://www.viaggiareleggeri.com/galleryPics/2634.jpg[/foto] Foto



Permalink: Zaino fai-da-te per fotocamera m4/3 e tablet