Per San Valentino, regalatevi un viaggio a sorpresa

Potete ancora farlo. Anche se il 14 febbraio e' quasi passato.
14/02/2017 | Autore: Claudio @ VL

Probabilmente troverete un cielo meno rosa di questo.



Oggi e' il 14 febbraio, San Valentino. Non mi piacciono le feste comandate (i momenti in cui tutti devono essere più buoni o più sentimentali o "romantici", anche se i Mon Cheri e i cuoricini non c'entrano una fava col Romanticismo), ma a San Valentino succede ogni anno qualcosa di speciale. Qualcosa di anomalo, nell'equilibrio dell'universo: viaggio senza sapere dove vado.

Non un gran cambiamento per uno che ha già di suo un senso dell'orientamento scarso, direte voi. Invece lo e', soprattutto se sei vittima delle abitudini. Tutte le mattine sveglia alla stessa ora. Tutte le sere il tuo telefilm preferito in tv, mentre controlli Facebook per vedere cosa stanno facendo i tuoi amici (te lo dico io: stanno controllando Facebook per vedere cosa stai facendo tu).

Non mi piacciono le abitudini, dicevo, ma ce n'e' una che fa eccezione: il viaggio a sorpresa per San Valentino. Si tratta di una tradizione familiare iniziata nel 2005, e funziona cosi': ci vuole una coppia (sposata o no, etero o no). Uno/a dei due organizza un viaggio a sorpresa, e l'altro/a riceve istruzioni molto semplici, tipo "trovati in aeroporto venerdi' alle 18,30 con un trolley con cambi per tre notti/due giorni". E puntuale come quasi tutti gli anni, sta succedendo anche quest'anno: San Valentino cade di martedi', quindi andremo da qualche parte il prossimo weekend. Cosa so? Partiremo dall'aeroporto di Heathrow, che e' vicino a casa nostra; non ci sara' uno scooter a noleggio ad attenderci, quindi probabilmente non visiteremo le Channel Islands (a parte Sark, dove non ci sono scooter); "porta il passaporto, andremo all'estero", dice lei, ma in realta' il passaporto mi servirebbe anche in caso di voli interni nel Regno Unito.

Ma basta parlare del mio weekend di San Valentino a sorpresa. Parliamo del vostro (anzi, del TUO): non c'e' bisogno di andare lontano, basta che sia un posto che tu e la tua persona speciale non conoscete. Perche' oltre al dono (l'organizzare questa mini-vacanza per l'altro/a), l'altro elemento fondamentale di un San Valentino a sorpresa e' la scoperta: trovarsi insieme in un posto che non si conosce, e scoprirlo insieme.

Questi sono alcuni dei posti che ho visitato a San Valentino negli scorsi anni:

2016, Islanda: Pensavo fosse Ivrea, invece era l'Islanda;
2015, Copenhagen: A Copenhagen in cerca di Martin Rohde e Michael Laudrup;
2014, Jersey (isole del Canale);
2013, Isola di Man: Destinazione segreta: isola di Man;
2012, Guernsey: San Valentino 2012, destinazione Guernsey;
2011 (in ritardo, a marzo), Cornovaglia: Destinazione Penzance, Cornovaglia;
2009, Batam (Indonesia): Weekend a sorpresa per San Valentino: la destinazione era Batam, Indonesia;
2008, in baita a Ellyjay, Georgia;
2007, Fair Play (South Carolina, USA): Destinazione misteriosa: Fair Play, South Carolina;



Argomenti: viaggio, compagni di viaggio, affari di cuore, idee per un viaggio, viaggio a sorpresa per San Valentino
Segui i commenti tramite RSS

Commenti

Non ci sono ancora commenti. Vuoi iniziare tu? [Mostra aiuto]

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Due per due uguale...